Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Mai scaricare player e aggiornamenti da siti di video in streaming, sono sempre virus

Pubblicato il: 21 ottobre 2014 Aggiornato il:
Fare attenzione: per vedere video online, non serve MAI scaricare codec, aggiornamenti o player che sono solo malware e pubblicità
banner video online Quasi ogni sito di video in streaming, chiede, per visualizzare il video, di installare un codec un player o un aggiornamento.
In realtà, e questo vale sempre in assoluto, quella è solo una pubblicità ingannevole che cerca di installare un virus sul computer quindi non è mai necessario scaricare questo aggiornamento / codec / media player per riprodurre il video.
Ci tengo quindi a lanciare un appello: non scaricate mai e poi mai questi programmi sul PC e, nel caso non si riesca a chiudere il banner o l'avviso (che spesso si è obbligati a cliccare per vedere il video), chiudere sempre la finestra che si apre cliccandoci sopra o annullare il download che viene generato.

Quando si apre una pagina web con un video in streaming, molto spesso, si deve attendere che la pubblicità vada via da sola o cliccare la X nascosta in mezzo al banner.
In alcuni casi, il tasto per scaricare o per vedere il video è piccolo, con in alto una pubblicità grossa che ha pulsanti simili e che porta al download di un malware.
Quasi sempre poi, quando si clicca sul tasto Play giusto per avviare la riproduzione, si apre una pagina web che invita a scaricare il codec o ad aggiornare qualche plugin come il Flash player o Java, da ignorare e chiudere subito, possibilmente prima ancora che si apra.
In alcuni casi, dopo che quella pagina "sponsor" è caricata, tentando di chiuderla si riceve un avviso che ne impedisce la chiusura e che invita ancora a scaricare qualcosa; di nuovo ignorare e chiudere.
La tecnica per vedere un video in streaming su internet, nel caso non parta automaticamente, è quella di cliccare su Play, chiudere subito il popup o la scheda che si apre e ricliccare su Play.
Un modo molto efficace per riconoscere le pubblicità è quella di spostare il cursore su un link senza cliccare e guardare l'url di destinazione in basso sul browser cercando di riconoscere eventuali network pubblicitari.
Il succo del discorso è che, sia che sui social media che su un qualsiasi sito di video-streaming di bassa qualità, non si dovrebbe mai scaricare alcun tipo di "codec pack", "media player", "plugin" "aggiornamento" o "update".

L'inganno non viene solo da siti di streaming in cui si capita cercando contenuti pirata o illegali dal punto di vista del diritto d'autore, ma anche, spesso, dai social come Facebook, dove possono comparire spesso link condivisi da amici poco attenti che invitano a vedere video clamorosi o con titoli roboanti.
Si tratta di uno dei modi principali con cui viene usato Facebook per infettare con malware i pc degli utenti.
Per fortuna non esistono questi tipi di annunci su siti come YouTube, dove infatti non si riceverà mai un avviso per scaricare codec o altri software per vedere i video.
In sostanza, mai accettare di scaricare spazzatura spacciata per un software indispensabile senza il quale non si può vedere il video.
Nel 99% dei casi il video sarà visibile tranquillamente in streaming cliccando nel punto giusto, chiudendo ogni pubblicità di intralcio o attendendo che i banner spariscano.

Il discorso dei codec e dei web player è davvero molto semplice e non si può sbagliare.
In passato, i video player su internet erano diversi, c'erano video su internet basati su Windows Media Player, QuickTime, Silverlight, RealPlayer, Divx, Flash, o applet Java.
Sui PC invece c'erano i codec pack per poter riprodurre ogni tipo di video col programma Windows Media Player.
Oggi queste difficoltà sono sparite perchè molti siti di video trasmettono in streaming in HTML5, senza bisogno di plugin mentre browser web come Chrome già includono al loro interno il Flash Player che resta ancora la tecnologia principale dei video in streaming (mentre le altre tecnologie di video online sono praticamente scomparse).
Sul PC ogni programma per vedere video (che non sia Windows Media Player) può riprodurre qualsiasi tipo di filmato digitale.

Per riepilogare quanto avevo già scritto nella guida sui software e codec per vedere film e video di ogni tipo su Windows, su un computer non bisogna avere altro che:
- Un browser aggiornato, che sia Chrome, Firefox, Internet Explorer, Safari o Opera non importa, basta che sia l'ultima versione e che supporti la visione di video in HTML5.
- Adobe Flash Player per Internet Explorer e Firefox (se si utilizza Chrome, Adobe Flash Player è incorporato).
- VLC Player per vedere i video scaricati, i DVD o i filmati registrati col cellulare.
Se un video non si apre con VLC, vuol dire che il file è corrotto.
Ovviamente bisogna anche essere sicuri di installare il Flash Player, VLC o qualsiasi altro programma, solo dal sito ufficiale, cercando di non farsi ingannare da siti simili che scaricano altre cose.

Per gli smartphone e i cellulari il discorso è molto più limitato e non si possono installare codec o plugin sui browser, nemmeno il flash player che non viene più supportato (anche se si può ancora installare Flash su Android).

Non serve altro per la visione di video online, sul PC, su internet, sul tablet e sullo smartphone, bisogna sempre evitare ogni download automatico e allenarsi a chiudere le pubblicità senza pensarci e cliccare sul pulsante giusto.
Condividete con amici e parenti prima che i loro computer diventino inutilizzabili e infetti

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
4 Commenti
  • Roberto Simonini
    22/10/14

    Vale anche per Android ? Per esempio app come " tv italiana Mediaset " per vedere i canali in streaming chiede di scaricare diversi player a seconda dei link a cui fa riferimento sono sempre dei player del google play però

  • Claudio Pomes
    22/10/14

    certo che si, Android è anche bersaglio di queste truffe e app dannose

  • paolus
    16/11/14

    si bell'articolo ma se si usa un ADBLOCKER cercandolo sulla pagina delle estensioni nel caso di chrome la vita di navigatore di siti streaming diventa molto piu' semplice!

    consiglio di installare entrambi adblock e adblock plus, il primo(ma anche il secondo) blocca tutte le pubblicita' nei siti mentre il secondo ha in piu' il blocco delle pubblicita' su YOUTUBE.
    vitale!

    ciao a tutti

  • Claudio Pomes
    16/11/14

    bloccare tutte le pubblicità, anche quelle normali, è però un modo per affossare il web gratuito, lo dico in modo interessato certo, ma se poi i siti chiudono non ci lamentiamo