Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Salvare le ricerche di file in cartelle (Windows)

Pubblicato il: 1 luglio 2014 Aggiornato il:
Salvare le ricerche di file in Windows in cartelle virtuali per accedervi velocemente ogni volta che si vuole
salvare ricerche in cartelle Tutti i sistemi operativi dei computer tradizionali includono potenti funzionalità di ricerca.
Non tutti sanno che le ricerche di file possono essere salvate come delle cartelle normali in modo da poterle riutilizzare ogni volta che si vuole.
Una "ricerca salvata" funziona come una cartella virtuale e contenere file che in realtà sono in altre cartelle diverse e reali.
Questa opzione è molto utile per avere un facile accesso diretto a tutti i documenti messi in cartelle diverse, a tutte le immagini, alla musica, ai video o qualsiasi altro tipo di file con infinite possibilità.

Per creare una ricerca salvata su Windows 7 o 8, aprire una finestra di una cartella qualsiasi in Esplora risorse e fare una ricerca all'interno di quella cartella e le sue sottocartelle o anche su tutto il disco.
Ad esempio, si può fare una ricerca per tutti i file eseguibili che possono essere programmi di installazione o programmi portatili a esecuzione diretta.
scrivere quindi nella casella in alto a destra *exe per trovare tutti i file exe.
La stessa cosa si può fare con i file immagine JPG, JPEG, PNG, GIF, BMP, con i video gli mp3, con i documenti doc o docx o altri formati.
Si può anche fare una ricerca per tutti i file che iniziano con una lettera oppure con una parola.
Una volta fatta la ricerca, premere sul pulsante Strumenti di ricerca sulla barra multifunzione in alto e cliccare il pulsante Salva ricerca.
Windows salva la ricerca in un file con estensione .Search-ms a cui si può dare nome a piacere.
La ricerca salvata compare anche nella lista dei preferiti nella colonna di sinistra di Esplora risorse in modo da accedervi facilmente.
Cliccando il file Search-ms, Windows effettua subito la ricerca presentando i risultati come fosse il contenuto di una cartella virtuale.
L'elenco può essere ordinato in vari modi, come si farebbe su una cartella normale.

Per eliminare una ricerca salvata, basta eliminare il file salvato e rimuovere gli eventuali collegamenti ad esso.
Questa funzione comunque non utilizza risorse aggiuntive, ma richiede che il servizio di indicizzazione non sia fermo.

LEGGI ANCHE: Ricerca di file nelle cartelle Windows: Listary

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)