Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Conviene prendere il modem Telecom o comprarne uno nuovo?

Pubblicato il: 4 luglio 2014 Aggiornato il:
Quando si sottoscrive un abbonamento con Telecom o altri operatori internet conviene prendere il loro modem/router o comprarne uno migliore?
quale modem comprare Molti fornitori di servizi Internet come Telecom, quando si sottoscrive un abbonamento, chiedono se si vuol prendere anche il loro modem con un'aggiunta al canone mensile di 3 Euro o poco più.
Questo modem è marcato Telecom e funziona anche come router wireless per collegarsi in wifi da ogni dispositivo, computer o cellulare, di casa.
Ovviamente, prendendo il modem della compagnia telefonica / internet, non è necessario acquistare un router.
La domanda quindi è: conviene prendere il modem fornito dalle compagnie telefoniche (come Telecom, Fastweb o altri) oppure si può fare da soli, risparmiare quei 3 Euro al mese e comprare un modem/router separato e più potente?
Come spesso accade, la risposta dipende dalle circostanze e dalle persone.

LEGGI ANCHE: Copertura internet ADSL: verifica Telecom, Fastweb e tutti gli operatori

Perchè conviene il modem di Telecom o di qualsiasi altro operatore internet
Gli operatori di linea telefonica e internet forniscono il Modem / Router ai loro abbonati per vendere un abbonamento chiavi in mano, che dopo la consegna e la configurazione fatta dal tecnico, funzioni senza che il cliente debba fare nulla.
Il modem gestisce la connessione a Internet, crea una rete Wi-Fi interna e protetta.
Il cliente non deve far altro che accendere il computer e collegarsi a internet, senza dover leggere istruzioni o chiamare call center.
Avere un modem / router combinato è anche buono per non avere più dispositivi per casa e quindi per limitare l'accumulo di fili e cavi e di prese elettriche.
Il vantaggio principale del modem fornito con l'abbonamento da Telecom, Fastweb e le altre compagnie telefoniche, oltre alla maggior semplicità è quello del supporto.
Se qualcosa va storto e internet non dovesse funzionare, il cliente può avere un'arma in più dicendo che il modem è loro.
Se invece si utilizzasse un modem proprio l'assistenza ha il pretesto di dare la colpa a noi per eventuali malfunzionamenti.
Se l'apparecchio è stato fornito dal proprio ISP, sarà lui a risolvere i problemi internet in tutto e per tutto.

LEGGI ANCHE: Come risolvere i problemi di connessione Internet lenta

Da notare inoltre che anche avendo il modem/router combinato, è possibile disattivare la funzionalità di router.
Questo farà sì che il modem funzioni solo per fornire accesso a internet.
Si potrà quindi collegare un proprio router separato al modem, con un cavo Ethernet tramite la porta LAN, per avere la propria rete casalinga e farci le configurazioni che si vuole.
Anche se non fosse possibile disabilitare le funzioni di router, si potrà comunque collegare il proprio router alla porta LAN e creare una rete Wi-Fi separata da quella già esistente.
Questo non è comunque l'ideale perchè la nuova rete starebbe dietro quella già esistente e diventa difficile fare operazioni come il port forwarding.

Perché può essere meglio avere il proprio modem / router
Il vantaggio principale di avere un proprio router è quello di averne uno più potente con funzioni aggiuntive rispetto quello fornito dal provider.
Ad esempio si può volere un modem dual band con la banda 5GHz, che supporti il wifi 802.11ac più veloce, con le porte USB e il supporto per la stampante e che fornisca più copertura di segnale wifi.
Un router evoluto può inoltre avere più opzioni di configurazione (vedi anche le 10 opzioni principali per configurare un router wifi).
Un router inoltre può costare meno di quello Telecom o di altre compagnie che costa più di 3 Euro al mese per 24 mesi.
Basta guardare su Amazon, alla classifica Top Seller dei modem, per trovare dei modem / router combinati della TPLink molto potenti e pieni di funzioni aggiuntive che non costano più di 50 Euro.
Si tratta di modem che si configurano da soli e che basta attaccare alla presa del telefono (senza scordare il filtro).

Alla fine quindi dipende tutto da quanto si vuol star tranquilli con eventuali problemi e da quanto si vuole personalizzare la propria rete casalinga.
Il router / modem combinato fornito da Telecom o da altre compagnie è solo più facile da configurare e utilizzare.
D'altra parte, se si vuole la più recente tecnologia hardware wireless, se si vogliono funzioni aggiuntive o più potenza di segnale, conviene prendere un nuovo dispositivo, che rimane comunque semplice da configurare.

LEGGI ANCHE: Quale router wifi comprare per la rete di casa wireless?

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
3 Commenti
  • Gianni Di Biase
    13/9/15

    Oggi con connessioni 20 mega, trascurando la fibra, e ridicolo dare in dotazione modem+router con chipset ridicoli, roba che costa al massimo 28 euro nei centri commerciali, nemmeno il più scadente dei netgear monta chipset dei combinati che da la Telecom alla loro clientela.
    In Germania i provider ti trattano con i guanti bianchi, il loro combinato (ADSL+Router) trattasi di FRITZ! Box 7330, non cineserie della Telecom.
    Saluti.

  • Alessandro Pivaro
    17/12/15

    I modem Telecom secondo me non sono affatto delle cinesate, soprattutto gli ultimi Technicolor. Io ad esempio ho avuto molti più problemi con Netgear, TP-Link e D-Link.

  • Unknown
    20/10/16

    ma chi è lo stupido che, al giorno d'oggi, si fa dare in comodato il router telecom? 3 euro al mese per 48 mesi, quando i routers dovunque costano pochissimo!