Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Ottieni il rimborso di voli aerei cancellati o in ritardo con Airhelp

Pubblicato il: 7 maggio 2014 Aggiornato il:
Grazie al sito Airhelp si può chiedere gratuitamente la restituzione di soldi fino a 600 euro per ogni volo aereo partito in ritardo o cancellato
airhelp chiede rimborsi aerei Secondo alcune stime, circa 2 milioni di passeggeri dei voli aerei avrebbero diritto a un rimborso a causa di ritardi, cancellazioni o mancato imbarco per sovra-prenotazione, ma solo pochi di essi lo chiede.
Un nuovo servizio internazionale si propone con un'assistenza gratuita per chiedere questo rimborso in modo da recuperare fino a un massimo di 600 Euro per ogni volo partito in ritardo o cancellato negli scorsi 3 anni.

In pratica, chi rinuncia a chiedere rimborsi per "ignoranza", dimenticanza, mancanza di tempo o di informazioni che sembrano perse come il numero del volo o altri dettagli, può usare Airhelp e tentare, gratuitamente, di ottenere un rimborso.
Il servizio Airhelp, in italiano, chiede alcune informazioni di base riguardo al volo, da dove è partito, il numero del volo, il numero del biglietto, i nomi dei passeggeri ecc.
Alla fine il sito dirà se si può inviare la richiesta di recupero dei soldi spesi oppure se non è possibile.
In generale bisogna tenere conto che se il ritardo o la cancellazione sono stati causati da eventi straordinari, cattive condizioni meteorologiche, scioperi o rischi per la sicurezza, non ci sarà mai alcun rimborso.
Se invece il recupero dei soldi è possibile, il sito calcola la cifra che si può richiedere indietro alla compagnia aerea inviando il reclamo ufficiale.
A quel punto non resta che attendere la mail di conferma.
Non bisogna pagare nulla a Airhelp che gestisce tutta la procedura di recupero secondo i vari step anche giudiziari e trattiene, in caso di successo, il 25% del rimborso tasse incluse.
Se funziona o no, me lo potrete dire voi, tentare comunque non costa nulla e ci vogliono solo tre minuti.

Sul sito americano di Airhelp si può anche chiedere al servizio di cercare all'interno della nostra casella di posta Gmail tutte le informazioni su un volo aereo di cui si vuol chiedere il rimborso.
Il servizio collegherà all'account Google per eseguire la scansione delle e-mail alla ricerca di e-mail di conferma, ricevute di biglietti o qualsiasi altra informazione riguardo la compagnia aerea.
AirHelp ha anche le applicazioni per Android e iPhone che fanno la stessa cosa.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)