Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Come Facebook ha cambiato il mondo in 8 modi

Pubblicato il: 11 febbraio 2014 Aggiornato il:
Come Facebook ha cambiato il mondo almeno in 8 modi, nella vita di tutti i giorni, nella politica e per tutto il mondo
cosa fa facebook Facebook ha festeggiato i suoi 10 anni di vita con un video di ringraziamenti e con il video personalizzato della storia di ogni persona iscritta.
In 10 anni Facebook ha veramente cambiato il mondo, se ne parla al bar, al ristorante, sui giornali ed è stato anche protagonista di un bel film americano, "The Social Network".
Con oltre 1,2 miliardi di utenti iscritti (e oltre), Facebook copre circa il 17% della popolazione mondiale, contando anche l'assenza della Cina, in cui Facebook è attualmente bloccato dal governo.
Contando sullo sviluppo dei paesi più poveri e, si spera, emergenti, Facebook potrà ancora crescere ed è plausibile pensare che un altro miliardo di utenti possano iscriversi nei prossimi dieci anni.

Su Navigaweb abbiamo seguito la crescita di Facebook negli ultimi 5 anni scoprendo che non solo si può usare per condividere cose interessanti, ma anche che Facebook include strumenti per diversi scopi utili, meno conosciuti.
Vediamo quindi come Facebook ha cambiato il mondo almeno in 8 modi.

LEGGI ANCHE: Cose che tutti dovrebbero sapere su Facebook

1) Facebook ha cambiato il modo in cui le persone si tengono in contatto
Se è vero che Internet ha accorciato le distanze tra i paesi, è anche vero che Facebook ha reso il mondo più piccolo facilitando i rapporti a distanza.
Si può tornare a chiacchierare con vecchi amici di scuola, con ex colleghi ed anche con parenti lontani di cui si erano perse le tracce.
Il fatto che tutti siano iscritti su Facebook è la v era rivoluzione, come fosse un elenco telefonico, dove è possibile contattare quasi ogni persona nel mondo.
Non bisogna mai dimenticare poi che Facebook è e rimarrà sempre gratuito.
Gli utenti "pagano" condividendo con Facebook le informazioni personali e accettando annunci pubblicitari, ma comunque non hanno mai pagato un Euro.

LEGGI ANCHE: Cosa non fare su Facebook: il codice di comportamento

2) Facebook ha cambiato il nostro modo di condividere la nostra vita
Con Facebook è possibile rendere partecipi tutti gli amici delle nostre passioni, dei film preferiti, libri, musica, pensieri.
La condivisione cambia le amicizie, si possono scoprire cose sui nostri amici che prima si ignoravano, si può scoprire il valore di una persona o si può litigare con un caro amico a causa di Facebook.
Nel 2013, gli utenti di Facebook hanno condiviso circa 41.000 messaggi al secondo, che sono più di 2,4 milioni di messaggi ogni minuto.
Per alcuni, la pratica della condivisione sociale è molto più di una moda passeggera e a causa di Facebook la condivisione è può davvero essere considerato oggi un istinto umano.

3) Facebook ha cambiato il nostro modo di navigare internet e di consumare notizie
Gli utenti di Facebook non solo pubblicano notizie sulla loro vita personale, ma anche notizie e contenuti che sono importanti per loro.
Non c'è sito che non abbia un pulsante per condividere velocemente un contenuto online e la home di ogni utenti si arricchisce quindi di notizie politiche, risultati sportivi, video divertenti e cronaca spicciola.
Circa il 71% degli utenti (negli USA) dai 18 ai 24 anni usa Internet come fonte di notizie principale e il 30% delle persone sotto i 30 usa Facebook per informarsi.
Facebook potrà diventare un "giornale personalizzato" per ogni utente di Facebook, capace di individuare ciò che le persone vogliono vedere e quando.

4) Facebook ha cambiato il nostro modo di vedere la Privacy
Facebook ha raccolto dati personali di ogni tipo, su ogni persona iscritta e forse anche non iscritta.
Facebook conosce i nostri nomi, le nostre scuole, i nostri amici, le nostre squadre sportive preferite, i nostri colori preferiti, il nostro credo politico, i nostri interessi, i posti in cui andiamo e la musica che ascoltiamo.
Per quel miliardo di persone che usa Facebook ogni mese, questo scambio di dati è accettabile.
Le impostazioni di privacy di Facebook sono cambiate spesso negli anni ed è oggi impossibile tenere il passo.
Se si usa Facebook, si sa già che occorre rinunciare a un po' di privacy o impegnarsi a fondo per evitare che alcuni dati personali fuoriescano.

5) Facebook ha cambiato la politica di tutto il mondo
Negli USA la campagna elettorale di Barack Obama è stata condotta in modo particolare su Facebook dove ha stravinto contro il concorrente John McCain, più vecchio e meno "social".
In Italia tutti i politici usano Facebook per condividere i loro pensieri con i fan e per rilasciare dichiarazioni ufficiali che verranno poi riprese sui giornali.
Anche il politico meno conosciuto, se fa una dichiarazione audace o controversa su Facebook, può salire alla ribalta e diventare famoso (spesso suo malgrado).
Tutto questo anche se qualche politico italiano, quando riceve gli insulti, spesso ben giustificati, dalla rete, prova ad avanzare proposte di legge per censurare il social network o per oscurarlo.

6) Facebook ha cambiato il Medio Oriente
Il potere collettivo di Facebook che alcuni politici vorrebbe sia limitato ha fatto scaturire le rivolte popolari di Tunisia, Libia ed Egitto dando il via a quella rivoluzione araba che riguarda indirettamente anche noi (per via dell'immigrazione).
Facebook è stato il luogo dove i leader ribelli hanno condiviso notizie, coinvolto persone e organizzato manifestazioni che poi sono sfociate in rivolte.
In Tunisia, 2 milioni di persone hanno usato Facebook per comunicare durante la rivoluzione.
In Egitto, quasi mezzo milione di persone hanno usato Facebook per conoscere le notizie sulle proteste.

7) Facebook ha cambiato il modo di fare bullismo
Come tutte le cose, quando usate male, possono davvero far male.
Internet è un luogo crudele e Facebook è il principale imputato di quella nuova piaga sociale chiamata cyberbullismo.
Dal lancio di Facebook, i bulli hanno utilizzato il social network per prendere in giro compagni di scuola pubblicamente, condividendo foto o immagini imbarazzanti, insultando e circondando la vittima che diventa incapace di difendersi contro la massa.
La struttura di Facebook può creare un facile bersaglio a causa delle condivisioni e per molti è più facile insultare e fare la voce grossa stando dietro una tastiera piuttosto che di persona.
Anche se Facebook non è l'unico sito in cui si verifica questo tipo di comportamento, i suoi episodi di bullismo spesso fanno notizia e, in alcuni casi, sono terminati in modo tragico col suicidio della vittima.
Facebook non cerca di prevenire questo tipo di incidenti e, anche se ci sono strumenti di difesa, spesso ignora ogni segnalazione di bullismo.
In un altro articolo: come difendersi dal cyber-bullismo digitale.

8) Facebook ha cambiato il modo in cui le aziende interagiscono con i clienti
Ogni azienda oggi ha la sua pagina Facebook, c'è chi la usa solo per pubblicizzare prodotti e c'è invece chi la usa come un customer care, per ricevere le richieste dei clienti e interagire con loro in modo diretto.
Per molte aziende poi la pubblicità si fa su Facebook, per coinvolgere più persone possibile e fare in modo che essi parlino di un prodotto particolare.

Facebook ha sicuramente cambiato il mondo negli ultimi 10 anni, con alti e bassi, creando nuovi bisogni, nuovi disagi e nuove opportunità di business e si divertimento.
Qui sotto, i 10 momenti più importanti della storia di Facebook, secondo Facebook che hanno influenzato il suo sviluppo fin dall'inizio della società nel febbraio 2004.
statistiche facebook

LEGGI ANCHE: 15 trucchetti per Facebook da conoscere

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)