Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Gioca andando in giro con lo smartphone nel mondo reale di Ingress

Pubblicato il: 9 novembre 2013 Aggiornato il:
Gioco a realtà aumentata Ingress (by Google) aperto a tutti, gratis per Android, da giocare andando in giro col cellulare in mano
gioco Google per Android Ingress Quando un videogioco aderisce alla realtà, ma si modella su di essa aggiungendo dinamiche o azioni diverse, si parla di realtà aumentata.
Ingress è un gioco uscito uscito un anno fa, co-prodotto da Google, che mette i giocatori dentro un RPG da giocare nella vita reale, usando informazioni che vengono generate dal gioco e distribuite tramite un cellulare Android.
Ingress è un'applicazione gratuita aperta a tutti che ci fa entrare in un universo parallelo, in un gioco MMO collegato al mondo reale.
In pratica per giocare ci si deve spostare davvero, andare in giro con le proprie gambe e lo smartphone in mano, per raggiungere gli obiettivi, raccogliere oggetti e interagire con altri giocatori.

Ingress racconta di una guerra tra due fazioni, gli illuminati e la Resistenza, che non sono molto d'accordo su cosa fare con una nuova fonte di energia scoperta.
Al momento della registrazione si deve quindi scegliere una squadra: "L'Illuminato" vuole usare il potere di questa energia, "La Resistenza" lotta invece per difendere l'umanità.
La caratteristica unica di Ingress è che non si può giocare stando seduti sul divano ma bisogna muoversi realmente e girare per le vie della città.
Bisogna trovare ed avvicinarsi fisicamente ai portali indicati sulla mappa sullo schermo dello smartphone che sfrutta il GPS e posiziona il giocatore nella mappa di gioco, reale ma virtuale.
I giocatori usano oggetti chiamati "risonatori" per rivendicare un portale, portarlo alla loro squadra e proteggerlo dai nemici.
Per prendere il controllo di un portale, i giocatori devono utilizzare la loro energia per distruggere tutti i risonatori nemici e mettere quelli propri.
I portali sono indicati sulla mappa con colori verdi se sono degli Illuminati, blu sono quelli della Resistenza, grigi quelli non rivendicati.
I portali sono spesso associati a punti di riferimento di Google Maps come, ad esempio, monumenti, centro commerciali o altri edifici riconoscibili.
a densità dei portali è più alta nelle città più grandi e popolose.
Ciò significa che è molto più facile trovare portali in una città come Roma che in un tranquillo sobborgo di Parma.
L'ideale è giocare a Ingress muovendosi a piedi, controllando se ci sono portali da conquistare nelle vicinanze, magari muovendosi in una piazza del centro o in un parco.


Giocando poi si accumula esperienza e si entra meglio nelle dinamiche di questo gioco così particolare, non complicato, ma comunque impegnativo.
Ingress sfrutta la connessione internet, il GPS, lo schermo acceso e quindi consuma molta batteria anche su smartphone potenti come il Samsung Galaxy S4 o in Nexus 4.
I giocatori possono anche incontrarsi per unire le forze contro un nemico comune, anche se sarà difficile trovare giocatori attivi nelle vicinanze.
In sostanza, come gioco è davvero da provare, anche se dopo averci giocato un po', probabilmente lo si disinstallerà con pochi buoni propositi di ritornarci in futuro.
Il risultato finale non è quello di un gioco noioso, ma piuttosto di un gioco un po' inconcludente, interattivo ai massimi livelli, ma che ci fa sentire un po' impotenti e che sforza molto il cellulare.
Google cerca di rendere più interessante con il Progetto Niantic, un sito web legato al gioco con immagini, documenti e video clip che hanno a che fare con la storia generale del gioco.
Anche sulla pagina Google+ si trovano molte indicazioni utili anche se in lingua inglese.

Ora che il gioco è aperto a tutti, forse la storia potrà evolversi e crescerà la platea di giocatori di tutto il mondo vedendo la mappa sempre più popolata.
Il gioco Ingress è gratuito e disponibile su Google Play a tutti i possessori di smartphone Android.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)