Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Attira reclutatori aziendali sul tuo profilo Linkedin per ricevere offerte di lavoro

Pubblicato il: 25 novembre 2013 Aggiornato il:
6 consigli per ottimizzare il profilo Linkedin e attirare le visite di reclutatori, responsabili risorse umane e assunzioni
attirare visite su Linkedin Per trovare lavoro o cambiare occupazione il sito web che va più tenuto aggiornato, soprattutto per dare maggior risalto alle professionalità più qualificate, è Linkedin.
Abbiamo visto in un altro articolo come creare un profilo professionale su Linkedin per essere notato andando a spiegare, in modo tecnico, quali parti del curriculum aggiornare e come creare dei contatti.
In questa nuova puntata sul lavoro vediamo invece, su indicazione di un esperto, come attirare reclutatori sul proprio profilo in modo da essere trovati e ricevere proposte di lavoro da chi ha bisogno delle nostre competenze e può farci assumere da un'azienda.
Purtroppo la maggior parte delle persone usa Linkedin solo in caso di bisogno mentre invece la piattaforma dà il suo meglio quando viene mantenuto regolarmente aggiornato e ottimizzato per rendere più facile entrare in contatto con i responsabili delle assunzioni.
6 sono i modi di ottimizzare il profilo Linkedin ed attirare le visite dei reclutatori secondo la responsabile risorse umane americana Nicole Williams (fonte).

LEGGI ANCHE: Guida completa a LinkedIn, il social network del lavoro che connette persone e aziende

1) Sviluppare una strategia fatta di parole chiave
Tutti i motori di ricerca usano degli algoritmi speciali dove conta la parola chiave.
In linea di massima, se io scrivo sul mio profilo la parola "esperto" più volte, può darsi che chi cerca un "esperto" possa trovare me.
LinkedIn rende facile trovare persone dal loro nome ed anche dalle competenze e da altre parole che appaiono nel loro profilo.
E' quindi importante fare una lista di termini associati alle nostre abilità ed esperienze e chiedersi quali parole dovrebbe cercare qualcuno per trovare noi.
Quindi, prendere quei termini e rielaborarli dalla prospettiva di un reclutatore che cerca candidati per un posto di lavoro ed usare anche molti sinonimi per avere maggiori possibilità che il nostro nome appaia per diverse ricerche.
Ovviamente non si deve esagerare nel ripetere le stesse parole, altrimenti si cade nello "Spam", e bisogna mettere i vari termini dentro una coerente presentazione ben scritta in italiano o in inglese.

2) Farsi vedere in foto
I responsabili delle assunzioni sono molto più propensi a notare un profilo con foto ed ignorano spesso che non mette la foto del suo profilo.
Non solo una foto distingue un profilo dagli altri nei risultati di ricerca, ma mostra anche ai reclutatori che siamo persone sicure di sè e non timide.
E' consigliabile usare una foto che sia nel contesto del lavoro cercato, evitando immagini personali, magari con un cane accanto, a meno che non siamo veterinari.

3) URL Personalizzata
Tutti coloro che cercano lavoro devono rivendicare la loro URL personalizzata in modo da avere un indirizzo internet facile da ricordare e da raggiungere.
La URL personalizzata è più corta rispetto quella assegnata da Linkedin al momento dell'iscrizione ed è più ottimizzata per essere trovata nelle ricerche Google.
Si può anche usare una URL del tipo www.linkedin.com/in/Pomhey incorporando cioè un termine chiave del proprio lavoro.

4) Accumulare Raccomandazioni
Sollecitare le raccomandazioni da parte delle persone che hanno lavorato per noi o con noi è molto importante per dare al profilo una certa rilevanza ed evidenza.
Questa strategia aiuta a fornire ai responsabili delle assunzioni, una visione più ampia di noi e del nostro lavoro passato.
La parte più importante della raccomandazione non è necessariamente il contenuto, ma che ci sia e che dimostri davvero che qualcuno ha impiegato del tempo per garantire personalmente a nostro favore.

5) Collegamenti strategici
Più connessioni equivalgono a più possibilità di trovarci nei risultati di ricerca.
Bisogna quindi identificare le persone a cui ci si vuol collegare e inviare loro una richiesta di connessione personalizzata senza però essere invadenti.
Come nella vita reale, in Linkedin per avvicinarsi ad una persona bisogna trovare qualche affinità comune ed introdursi magari con una domanda.
I gruppi funzionano in modo simile e se c'è un reclutatore nello stesso gruppo, quando questo fa una ricerca troverà il nostro nome in alto nei risultati.
Partecipare a gruppi rilevanti per il settore di lavoro, a cui probabilmente saranno iscritti anche i responsabili risorse umane.

6) Condividere
Non basta impostare il profilo e poi lasciarlo li come una vetrina, bisogna anche curarlo ed impegnarsi attivamente per farlo notare.
Vale la pena quindi usare Linkedin per condividere contenuti utili, magari inerenti il nostro lavoro, o commentare notizie condivise degli altri per rendere il nostro profilo più visibile.
Interagire con gli altri sulla piattaforma ci rende visibili ai nostri collegamenti ed anche alle loro connessioni.
Se non si ha il tempo di cercare notizie interessanti su internet si può usare la funzione LinkedIn Today, che permette di ricevere aggiornamenti e notizie basate sui nostri interessi scelti.

Se provate questi suggerimenti e consigli, fatemi sapere i risultati nei commenti e lo stesso se avete altri suggerimenti.
Tenere conto che Linkedin è sempre di più il sito usato dagli addetti alle risorse umane delle aziende per trovare candidati a cui proporre un nuovo impiego lavorativo, anche a livelli molto qualificati.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)