Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Tenere le ricerche su internet private e non tracciate

Pubblicato il: 28 ottobre 2013 Aggiornato il:
Con l'estensione Disconnect si può cercare su internet usando un proxy ed impedendo a Google, Bing e altri di tracciare e registrare dati
proxy per proteggere le ricerche su internet La maggior parte dei motori di ricerca, quando qualcuno li usa per trovare quello di cui hanno bisogno, tracciano quella ricerca per fini statistici e pubblicitari.
In pratica Google, Bing e Yahoo tracciano le ricerche fatte creando profili degli utenti in modo da correlare i termini e sapere quali sono i termini più ricercati.
A causa dei vari scandali del Datagate e di PRISM, che hanno palesato come i governi nazionali possano avere accesso a tutte le informazioni scambiate su internet dagli utenti, abbiamo visto come alcuni motori di ricerca come DuckDuckGo o StartPage abbiano guadagnato popolarità perchè non tracciano le ricerche.
I due motori di ricerca menzionati prendono i risultati di ricerca da Bing o Google, li personalizzano e li mostrano agli utenti senza possibilità per le aziende esterne di poter conoscere dettagli su queste ricerche.

Un principio simile è quello usato da Disconnect Search che agisce come un proxy (un tramite) tra il computer e i motori di ricerca Google e Bing, fornendo risultati di ricerca identici, ma senza tracciamenti.
Disconnect blocca ogni sito che, silenziosamente, controlla cosa cerca l'utente per collezionare dati spendibili a fini pubblicitari.
Disconnect Search è un'estensione per Chrome e Firefox che aggiunge un pulsante di accesso e configurazione sulla barra degli strumenti del browser.
Premendo sull'icona si apre un box dove è possibile fare subito ricerche utilizzando i motori di ricerca Google, Bing, Yahoo, Blekko o DuckDuckGo.
In basso sul box c'è l'opzione, attivata di default, che permette di cercare con Disconnect Search anche dalla omnibox, ossia dalla barra degli indirizzi del browser.
In questo modo ogni ricerca fatta viene filtrata dall'estensione e si impedisce a Google (o ad un altro motore di ricerca) di tracciare e registrare la query di ricerca usata.
Nel box dell'estensione c'è anche una seconda opzione che può essere abilitata: search from everywhere.
Questa permette di usare Disconnect come proxy di ricerca in ogni sito, ossia anche cercando direttamente dai siti Google.it, Google.com o Bing.com.

Con queste modalità si può quindi cercare in modo sicuro e privato senza però cambiare le nostre abitudini, come si faceva prima.
Lo scopo di Disconnect Search è quella di impedire l'invio di query di ricerca ai siti web che vengono caricati dalla pagina dei risultati e utilizza la crittografia per proteggere le ricerche dal proprio ISP o dai programmi di monitoraggio di rete.
Quello che non si può fare è utilizzare un motore di ricerca personalizzato o nazionale, quindi i risultati proverranno da Google.com in lingua italiana e non da Google.it.
L'estensione per ora disponibile solo per Google Chrome e Firefox sarà forse presto disponibile anche su Internet Explorer e Opera e si può installare dal sito ufficiale.
Ci si potrebbe chiedere se l'azienda che sta dietro Disconnect collezioni i dati degli utenti; sarebbe assurdo se lo facesse e sul sito è scritto chiaramente che nessun dato viene registrato.
Il video qui sotto spiega in modo chiaro perchè, per alcuni, può essere importante tenere le ricerche su internet private e non tracciate.


Questa estensione comunque non è indispensabile e ci sono molti altri modi:
- Privacy anti-tracciamento dei click per le ricerche Google, Facebook e Youtube
- Non farsi tracciare online dai siti bloccando la raccolta di dati personali

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)