Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Accedere ai nostri dati conservati da Facebook, scaricarli e proteggerli

Pubblicato il: 23 settembre 2013 Aggiornato il:
Cosa sa Facebook di noi? guarda quanti dati vengono conservati da Facebook, come trovare tutte le informazioni personali e prenderne possesso
dati conservati da Facebook Volete sapere il motivo reale per cui 1,15 miliardi di persone utilizza Facebook?
Perché il fatto stesso che più di un miliardo di persone è su Facebook lo rende una delle migliori risorse per cercare ed ottenere gratis informazioni su qualsiasi persona iscritta.
Mark Zuckerberg è il cervello dietro questo colosso di tecnologia che fonda la sua ricchezza e la sua potenza nelle informazioni pubblicate dagli iscritti fornitori di tali dati.
Anche a causa di recenti polemiche riguardanti i dati su internet spiati dalle agenzie governative USA, Zuckerberg ha ritenuto opportuno descrivere con precisione quali sono i dati che Facebook conserva su di noi, quali vengono usati per le pubblicità è quali invece sono privatamente accessibili.

LEGGI ANCHE: Guida base su come usare Facebook

Per trovare dove sono i nostri dati memorizzati e conservati, quasi in modo indelebile, su Facebook bisogna guardare:
- La pagina del diario personale, il primo e più ovvio posto dove trovare ogni bit di informazione che si riferisce a noi e tutto quello che abbiamo pubblicato sul sito.
- Posta in arrivo: dove si possono trovare tutti i messaggi personali inviati e ricevuti.
Da notare che nella sezione dei messaggi in arrivo c'è anche la casella Altro piena di Spam e messaggi da perone che non si conoscono o non sono tra i contatti.
- Pagina delle informazioni personali che contiene tutte le info di contatto: nome, cognome, indirizzo, numero di telefono, email ed anche studi fatti, sesso, stato sentimentale, partito politico, orientamento religioso, competenze professionali e occupazioni.
La pagina Informazioni dovrebbe almeno essere visibile solo agli amici stretti.
- Registro attività che è la cronologia di tutto quello che viene fatto su Facebook, dove rivedere anche le cose piaciute e condivise e le ricerche fatte.

Dopo aver trovato dove sono le nostre informazioni personali, andiamo a vedere quali di queste vengono conservate da Facebook e quali sono a nostra disposizione, possono essere scaricate e fatte proprie.
Si rimarrà stupiti dalla quantità di cose che Facebook sa di noi:
- Informazioni personali generiche come ad esempio tutti i contenuti del profilo, ogni cosa legata all'account, nomi alternativi, relazioni e cosi via.
- Informazioni di marketing, gli annunci pubblicitari cliccati, le pagine in cui è stato fatto il Mi Piace, gli interessi e altre informazioni pubblicate sulla Timeline.
- Dati della carta di credito (se ci sono stati acquisti in applicazioni e giochi oppure annunci pubblicitari)
- Tutto ciò che è stato pubblicato già su Facebook, comprese foto, video e aggiornamenti di stato.
- Apps aggiunte all'account.
- Eventi a cui si è partecipato.
- Pagine amministrate
- Messaggi inviati e ricevuti , esclusi quelli eliminati.
- Note pubblicate.
- Poke dati e ricevuti hai dato e ricevuto, esclusi quelli dati e ricevuti via app del cellulare.
- Informazioni di connessione, cronologia della chat Facebook, elenco di persone che hanno gradito la nostra pagina o risposto ai nostri eventi, chiunque abbia installato l'app o fatto check-in in un luogo di cui ì stata fatta pubblicità entro 24 ore dalla visione, l'elenco di amici, la lista di persone rimosse come amici, i membri della famiglia, l'elenco delle persone seguite e dei propri seguaci, richieste di amicizia inviate e sospese e tutti i gruppi di cui si è membri.
- Dati di riconoscimento facciale (che però in Europa non funziona per motivi legali).
- Informazioni account come come ad esempio l'indirizzo IP, le date e gli orari di accesso all'account Facebook, data di registrazione, data in cui l'account è stato riattivato, disattivato, disabilitato o cancellato, le sessioni attive e tutte le informazioni ad esse relative (data, ora , dispositivo, indirizzo IP, cookie, informazioni del browser), la lingua utilizzata con Facebook, le impostazioni di notifica, le impostazioni sulla privacy configurate (qui le modifiche precedenti non vengono salvate), le azioni fatte, le interazioni avute di recente, e il nome utente scelto nella URL personale.

Nel Centro assistenza di Facebook dove si trova questa lista, è comunque scritto che i dati delle diverse categorie sono salvate per diversi periodi di tempo, quindi non saranno disponibili tutti i dati dall'inizio, dal giorno dell'iscrizione.
Non si troveranno informazioni o contenuti cancellati, perché questi vengono eliminati dal server di Facebook e che tale lista può essere modificata e aggiornata nel tempo.

Per ottenere una copia di una parte di tutti questi dati personali ci sono due opzioni.
- Opzione 1: Inviare a Facebook una richiesta diretta per ottenere i dati personali anche se non si ha più accesso al proprio account oppure anche senza avere un account
- Opzione 2: Scaricare tutto l'archivio Facebook come spiegato nella guida già pubblicata in un altro articolo.

Per proteggere la privacy dell'account abbiamo visto sia una guida generale per sapere cosa vedono di noi gli altri su Facebook come fare modifiche veloci alla privacy Facebook e filtrare il registro attività e come tenere il profilo privato.
Per controllare che tutte le nostre informazioni sono protette da occhi indiscreti e dall'esposizione in pubblico, si possono anche usare applicazioni esterne di provata affidabilità come AVG PrivacyFix.

AVG PrivacyFix funziona molto bene ed è disponibile sia come estensione per Firefox e Google Chrome che come applicazione per iPhone e Android (vedi link per il download di Privacyfix)
AVG Privacy Fix analizza il nostro profilo Facebook e suggerisce modifiche da fare per coprire le attività, per impedire che Facebook usi i nostri dati a fini pubblicitari e per impedire agli estranei di entrare in possesso di informazioni private.
Su Chrome si possono anche attivare avvisi che compaiono quando si visita un sito web che condivide i nostri dati all'esterno.
PrivacyFix controlla anche le impostazioni di privacy di Google e Linkedin.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)