Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Sincronizzare online impostazioni e dati in Windows 10 / 8 con Onedrive

Pubblicato il: 28 agosto 2013 Aggiornato il:
Come usare le funzioni di Sincronizzazione in Windows 10 e 8 per salvare impostazioni e dati online nell'account Onedrive
sincronizzazione delle impostazioni in Windows 10 e 8 Una delle caratteristiche migliori di Windows 10 e 8 è la possibilità di sincronizzare automaticamente le impostazioni, le foto, le app acquistate e quasi tutte le personalizzazioni del sistema.
Sincronizzazione significa che questi dati vengono salvati online sul proprio account Microsoft Windows in modo che siano recuperabili anche da altri computer.
In termini pratici questa sincronizzazione permette non solo di avere gli stessi dati su ogni PC con Windows 10 e 8, ma anche di dare un colpo di spugna a quel tipico problema per cui, quando si acquistava un nuovo PC o se si reinstallava quello vecchio, bisognava poi rimettere tutte le impostazioni e le personalizzazioni da capo.

Qui vediamo come sia facile e conveniente attivare la sincronizzazione delle impostazioni in Windows 10 e come, in Windows 8.1 si possa sfruttare Onedrive per salvare online quasi tutto quello che è in memoria nel computer.

Prima di tutto, per far funzionare la sincronizzazione delle impostazioni e dei dati in Windows 10 e 8 ci sono due requisiti di base, accedere a Windows con un account Microsoft ed avere Windows 10 e 8 attivato regolarmente con licenza.
Accedere quindi al computer usando il nome utente e la password del login Microsoft che dà anche un accesso a Onedrive, uno spazio online gratuito da 7 GB.
Tenere però presente che la sincronizzazione delle impostazioni non viene contata nei limiti di Onedrive.
Senza quindi cambiare nome utente, aprire le impostazioni di Windows 10 e 8 dal menu laterale che compare spostando a destra il mouse e poi cliccare su Modifica impostazioni del PC.
Nella sezione utente, passare ad un account Microsoft ed inserire nome utente e password.

Fatto questo, per accedere alle impostazioni di sincronizzazione in Windows 10 e 8, tornare ancora in Impostazioni - > Modifica Impostazioni del PC e spostarsi sulla sezione Sincronizza impostazioni.
In Windows 8.1 bisogna invece andare prima nella sezione Onedrive e poi su Sincronizza impostazioni.
Qui si troveranno alcuni interruttori da configurare tra cui quello per attivare e disattivare la sincronizzazione in generale e poi tutte le impostazioni che si vogliono salvare nel proprio profilo online, in modo da poterle tenere anche quando si cambierà computer.
Si possono sincronizzare:
- Le personalizzazioni: i colori, lo sfondo dello schermo, schermata di blocco, e immagine dell'account Microsoft.
- Personalizzazione del Desktop: temi di Windows, sfondi e impostazioni della barra delle applicazioni.
- Le password memorizzare in Internet Explorer, le password usate all'interno di applicazioni, la password per il gruppo home o le password utilizzate per connettersi ad altri computer o dispositivi di rete.
- Accessibilità: impostazioni per degli strumenti di supporto.
- Preferenze di lingua
- Impostazioni di applicazioni come Posta, Musica, Contatti ecc.
- Browser: Impostazioni di Internet Explorer, cronologia, preferiti ecc.
- Altre impostazioni di Windows.

Per impostazione predefinita, Windows 8 sincronizza (su internet) tutto quanto è stato attivato, ogni volta che si cambia una delle impostazioni.
Se si utilizzasse un computer portatile o un tablet, si può bloccare la sincronizzazione per connessioni a consumo.

Il capitolo Sincronizzazione non finisce però qui, perchè con l'aggiornamento Windows 8.1 ci sono ulteriori possibilità.
In Windows 10 e 8.1 le opzioni di sincronizzazione sono tutte parte di OneDrive.
Si può quindi vedere lo spazio di archiviazione totale disponibile nel proprio account, con un link per acquistare spazio di archiviazione aggiuntivo.
Il riquadro dei file consente di controllare le impostazioni OneDrive e, soprattutto, permette di salvare file del computer in Onedrive automaticamente, cosi da avere sempre una copia dei file importanti che si potrà recuperare anche da altri PC o, in futuro, dal computer nuovo.
Si possono quindi salvare le cartelle dei documenti, le foto ed i video di Windows su OneDrive.
Le foto vengono caricate online, in modo privato, automaticamente quando vengono salvate nella cartella degli Album di foto Onedrive.

Queste funzionalità di sincronizzazione potrebbero sembrare niente di speciale in un primo momento, ma in realtà sono fondamentali.
Avendo la maggior parte delle impostazioni sincronizzate automaticamente diventa fondamentale nel passaggio indolore ad un nuovo computer, rende meno importante il dover fare dei backup regolari del computer o dei file importanti e poi permette, in teoria, di usare qualsiasi computer come fosse il proprio, ogni volta che si accede col proprio account Microsoft.
Il Personal Computer si trasforma quindi in uno strumento di passaggio tra l'utente ed i suoi dati salvati online sulla "nuvola" cloud.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
2 Commenti
  • realista
    28/9/13

    tutto bello ma toglimi un dubbio. se mi loggo dal pc di un conoscente e gli si setta tutta la mia impostazione che ho a casa compresi file miei.... poi come si fa a toglier tutto? si esce dall account ed et voila.....i file si volatizzano? cioe è sicuro che i miei dati sincronizzati si desincronizzeranno?

  • Claudio Pomes
    28/9/13

    infatti non è per lavorare su computer esterni, ma solo sui propri; su computer esterni, si usa l'account guest