Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Sopravvivere con Android con memoria interna piena o spazio esaurito sul cellulare

Pubblicato il: 30 agosto 2013 Aggiornato il:
Guida per continuare ad usare uno smartphone Android che ha poca memoria interna o piena e segna sempre lo spazio esaurito
memoria interna piena Android Purtroppo alcuni produttori di cellulari, per vendere smartphone Android a basso costo hanno risparmiato molto sulle capacità hardware dei dispositivi.
Ecco quindi i grandi problemi nell'uso di questi smartphone che non solo hanno poca memoria RAM, ma soprattutto hanno poca memoria interna in cui salvare dati e applicazioni.
Nonostante quindi si abbia all'interno una scheda SD molto capiente, i cellulari Android con un archivio interno limitato mostrano quel messaggio sullo spazio in esaurimento e diventa così impossibile installarci sopra applicazioni e attivare la sincronizzazione automatica.
Dopo essersi resi conto che aver pagato poco il cellulare è stato, alla fine, un errore o se si ha un vecchio smartphone di due o tre anni fa, se si desidera mantenere quello smartphone Android senza comprarne un altro, vale la pena continuare a leggere, rimboccarsi le maniche e lavorare per sopravvivere e fare in modo che quel telefonino torni a funzionare per bene, nonostante la memoria interna sia piena o, addirittura, lo spazio esaurito.

LEGGI ANCHE: Risolvere lo spazio insufficiente su Android

In smartphone come l'HTC Desire, l'HTC Wildfire o altri che hanno solo 512 MB ​​di memoria interna, la maggior parte dei quali utilizzati dal sistema operativo Android, quello che rimane per le applicazioni è appena 147 MB che devono bastare anche per la rubrica contatti, i messaggi e le app che non possono essere spostate sulla memoria esterna o sulla scheda SD.
Purtroppo anche le app che si spostano su scheda SD vanno ad occupare un po' di memoria interna; inoltre quasi tutte le app creano dati sulla cache nell'archivio interno.

L'unico modo per risolvere il problema in maniera decisa è quello di sbloccare il sistema Android nel telefonino e fare il root.
Una volta sbloccato il cellulare ci si potrà installare una ROM personalizzata più leggera, che occupa meno spazio, come Cyanogenmod, che esiste per quasi tutti i modelli.
Ovviamente occorrerà seguire guide specifiche a seconda del modello, avere un minimo di dimestichezza con l'uso del computer e di coraggio nell'effettuare operazioni che possono anche provocare danni irreparabili.

LEGGI PRIMA: Come spostare le App su scheda SD (Android)

Senza installare ROM, avendo sempre il telefonino sbloccato con root, ci sono alcune applicazioni che tornano davvero utili a risolvere il problema dello spazio esaurito.
La principale tra queste è Link2SD che permette di creare link simbolici in modo da ingannare il sistema e spostare tutte le applicazioni, anche quelle che non sarebbe possibile, su scheda SD.
Il telefono continuerà a pensare che le app sono ancora installate internamente quando invece sono sulla scheda SD.
Questo significa che si possono anche mettere sulla scheda SD i widget.

Su un cellulare sbloccato si può anche usare uno strumento come Titanium Backup per fare il backup delle applicazioni che si possono rimuovere, così da poterle ripristinare velocemente in caso di bisogno.

LEGGI ANCHE: Spostare cartelle sulla SD (Android) liberando memoria interna

Per concludere, con NoBloat si possono disinstallare e cancellare completamente tutte le applicazioni, comprese quelle preinstallate ed integrate in Android dal produttore che in molti casi sono bloatware inutili che occupano tanto spazio in memoria interna.
Fare comunque attenzione nell'uso di questo strumento, solo per cellulari con root, perchè se si rimuove un'app di sistema si può compromettere completamente il funzionamento del telefonino.

Per un cellulare normale non sbloccato, nessuna o quasi delle raccomandazioni classiche per risparmiare memoria sul cellulare vale se lo smartphone ha poca memoria interna.
Quello che si può fare è rinunciare ad alcune funzionalità del cellulare.
La cosa più importante è non sincronizzare i contatti con Facebook o altre applicazioni e tenere la lista contatti più leggera possibile, senza che vengano aggiunte le foto delle persone.
In realtà, su uno smartphone con poca memoria, sarebbe davvero il caso di rinunciare all'app ufficiale di Facebook, troppo pesante, ed utilizzarne una più light.
Leggere la guida ed i trucchi per l'app facebook per Android dove ci sono anche le alternative leggere.

Anche se non si può usare Link2SD, si può usare invece App2SD che consente di sapere rapidamente se un'applicazione è in grado di essere spostata nella scheda SD.

Con un'app come DiskUsage è possibile controllare com'è usato lo spazio della memoria in maniera molto precisa, e scovare le app colpevoli.
Purtroppo sono le stesse applicazioni di Google il principale colpevole quando si tratta di monopolizzare la memoria interna.
Le app Google come Google+, Currents, Hangouts, Chrome, le Mappe occupano davvero molto spazio, si ingrandiscono ad ogni aggiornamento e dopo ogni utilizzo e non possono mai essere spostate su scheda SD.
Se si può rinunciare ad una di queste, andare in Gestione applicazioni e, se non la si può disinstallare, cancellarne i dati e smettere di usarla.
Per alcune è possibile certamente disinstallare gli aggiornamenti, facendole diventare più piccole e tornando con la versione iniziale.
Bisognerà poi anche deselezionare l'aggiornamento automatico per queste applicazioni nel Google Play Store, per evitare che tornino grandi.

La soluzione di tutto sarebbe comprare un nuovo cellulare, che abbia più memoria interna, perchè Android funziona bene come o più di iOS, ma è chiaro che se poi lo smartphone è scadente, non ci sono molti miracoli da fare se non rinunciare a molte delle sue funzionalità ed applicazioni (immaginarsi un iPhone con 500 MB di memoria, sarebbe inutilizzabile).

Per concludere, ricordo alcune guide base che furono scritte soprattutto per migliorare i cellulari Android a basso costo:
- Liberare spazio sulla memoria Android e sulla scheda SD
- Ottimizzare Android, liberare memoria e terminare processi per un cellulare più veloce

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
4 Commenti
  • Oliver
    31/8/13

    Molto utile, il mio smartphone che è uscito nel 2011 ha infatti la misera memoria interna di 150 MB utilizzabili, che ho già occupato nel primo mese di utilizzo. Nonostante il root mi abbia permesso di liberare un po' di memoria cancellando applicazioni inutilizzate, mi sa proprio che mi devo rassegnare a comprare un nuovo cellulare. Leggere "GB" disponibili mi fa già luccicare gli occhi!

  • Giorgio Ronan
    2/9/13

    Confermo anche sul mio smartphone HTC Wildfire l'unico modo per risolvere il problema è stato quello di fare il root al telefono e spostare le applicazioni sulla sd esterna.
    Saluti allmobileworld.it

  • Amigo Cosmico
    27/11/13

    ho il telefono rootato da qualche settimana, ma comunque ogni voolta che scarico una app. si riempi un po' la memoria interna, non so se mi manca configurare qualcosa, non so neanche perche si riempi, credo e ripeto credo siano i dati della app. ci sara qualche forma di confermarlo? casomai che ci posso fare? ripeto cellulare rootato . Galaxi Ace GT-S5830i

  • Claudio Pomes
    27/11/13

    se hai fatto tutto quello che ti ho scritto nell'articolo, non ti rimane che cancellare qualche app grossa