Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

5 precauzioni per la banca online dallo smartphone

Pubblicato il: 19 agosto 2013 Aggiornato il:
Precauzioni per evitare rischi di sicurezza quando si accede alla banca online dal sito o dall'applicazione
precauzioni nell'accesso della banca dal cellulare In vacanza, lo smartphone non è utile soltanto per fare foto e pubblicarle su Facebook, ma permette anche di controllare lo stato del conto bancario, il credito della PostePay, di Paypal o fare pagamenti online con la carta di credito.
L'accesso al sito della banca può essere fatto comodamente da qualsiasi smartphone che si collega su internet, ma bisogna comunque usare cautela, perchè lo smartphone può essere rubato, perso o spiato a distanza.
5 sono le principali precauzioni da prendere per evitare ogni rischio che i dati importanti di banca possano essere usati da estranei.

1) Navigare in 3G/4G, Evitare i Wi-Fi
Il Wi-Fi è buono per navigare, ma non è adeguatamente sicuro per garantirsi che le informazioni tramesse in rete siano non visibili all'esterno.
Il discorso sul Wifi vale soprattutto per le connessioni non protette trovate in giro, ma anche quelle protette non danno garanzia che il loro gestore sia onesto.
All'interno di una rete Wifi, infatti, il traffico può essere, teoricamente, intercettato e spiato.
Le connessioni dati mobili 3G o 4G sono invece più sicure, perchè i gestori di telefonica usano metodi di autenticazione e crittografia che sono quasi impossibili da compromettere.
Quando si naviga in wifi bisogna evitare di scrivere password usando la tastiera (le password già memorizzate invece non possono essere intercettate) e di assicurarsi di non scrivere dati sensibili su siti che non hanno connessione https.
LEGGI ANCHE: Navigare in https su siti bancari, negozi online, Facebook e altri, con connessione protetta

2) Essere preparati in caso di furti o smarrimenti
Un cellulare si può perdere o può essere rubato facilmente.
Se prima perdere un cellulare significava solo doverlo ricomprare, oggi perdere lo smartphone significa consegnare a chi lo trova o chi lo ha rubato tutti i dati in esso memorizzati, compresi i dati di accesso alla banca se si utilizza un'app specifica.
Importante quindi è impostare un PIN o un metodo di sblocco alternativo come il tracciamento col dito.
Bisogna poi configurare un metodo di tracciamento del telefonino per poterlo localizzare o per prendere contromisure più drastiche, come inviare il comando di autodistruzione, o meglio di auto-cancellazione dell'intera memoria.
Su iPhone c'è l'app Trova il mio iPhone, su Android la gestione dispositivi oppure altre applicazioni antifurto.
In ogni caso, se viene rubato il cellulare, è una buona idea cambiare tutte le password della banca online cosi come quelle di altre applicazioni.

LEGGI ANCHE: Come mettere al sicuro i dati di un cellulare Android in 10 modi.

3) Sicurezza dello smartphone
Mentre su iPhone i virus sono difficili da prendere, Android rimane un sistema più vulnerabile.
I virus entrano sul cellulare se si installano applicazioni infette quindi bisogna stare attenti ai market alternativi ed essere molto prudenti quando si installano app di sfondi, suonerie, giochi ecc.
Se i virus sono piuttosto rari, bisogna evitare che gli amici o altre persone possano accedere fisicamente al telefonino ed aprire app sensibili.
L'accesso fisico al telefono può essere un problema ed alcuni amici potrebbero diventare troppo curiosi, magari aprendo l'app per accedere alla banca online.
Il PIN o il modello di sblocco può servire, ancora meglio però è mettere la password di protezione per alcune app usando, su Android, APP Blocco.

4) Utilizzare l'App ufficiale della tua banca
Per entrare nel conto bancario, conviene evitare di accedere dal browser web e scrivere password, molto meglio usare l'app ufficiale della propria banca o società di carta di credito.
Questo è un vantaggio perché nega tutte le vulnerabilità del browser, rende inefficaci i trucchi di phishing che gli aggressori usano comunemente rubare informazioni.
C'è solo una preoccupazione: trovare l'app ufficiale e non cascare su un'app falsa e dannosa.
Cercare l'app ufficiale della banca su Google Play o sull'iTunes Store e poi leggere i commenti, il nome dello sviluppatore e del proprietario che deve essere la banca stessa.
Tra le app, in Google Play per Android, si trovano quella delle banche Unicredit, Intesa Sanpaolo, PostePay, MPS, Mediolanum, BNL, Paypal ecc.
Ovviamente, dopo l'installazione, è consigliato proteggerla con App Blocco, (vedi punto 3).

5) Trasformare lo smartphone in uno strumento di sicurezza
Nonostante tutti i rischi, lo smartphone è un prezioso strumento per proteggers voi. Un telefono bloccato antivirus in esecuzione può essere un vantaggio per la sicurezza.
Basti pensare all'SMS che arriva dopo aver fatto un pagamento con la carta di credito oppure gli avvisi automatici che alcune banche inviano in caso di rilevanti movimenti di somme di denaro o anche un prelievo da un posto insolito.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)