Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Creare un profilo professionale su Linkedin per essere notato

Pubblicato il: 11 luglio 2013 Aggiornato il:
In 10 punti, come creare un profilo professionale Linkedin completo e aggiornato in modo da essere notato e visibile per aziende e datori di lavoro
essere notato su Linkedin Aggiornato il 14.9.14

Tutti ci tengono ad apparire bene, sia nel reale che nei social network che sono ormai le vere vetrine in cui presentare se stessi.
Se Facebook può essere anche usato senza condividere con tutto il mondo le informazioni personali e professionali o di contatto, diverso è il discorso per Linkedin che serve a creare rapporti professionali tra le persone, per cercare un nuovo lavoro e nuovi progetti o per cambiare occupazione.
Il profilo Linkedin, che può essere oggi considerato il nostro curriculum digitale online, va quindi curato a dovere e tenuto aggiornato.
Dopo aver visto come usare Linkedin per cercare lavoro vediamo qui come fare un profilo professionale ed arricchirlo di contenuti che possa essere notato dagli altri e soprattutto per intrigare ed attrarre potenziali datori di lavoro.

1) Completare il profilo in ogni sezione
Quello del profilo è il primo punto della guida per usare Linkedin.

La cosa importante è prestare la massima attenzione per presentarsi bene ed in modo completo.
Non bisogna quindi lasciare da parte informazioni personali come si fa su Facebook ma, anzi, è importante scrivere più informazioni possibile di carattere professionale, senza lasciare spazi vuoti.
Il nuovo e migliorato LinkedIn guida l'utente nella compilazione del profilo passo passo, segnalando quando questo è completo.
Ogni volta che si accede si può premere il tasto blu "Migliora il tuo profilo" per seguire i consigli e correggere, aggiornare o aggiungere informazioni.
Qualsiasi cosa può essere utile quindi vale la pena anche aggiungere progetti, pubblicazioni e competenze che gli altri possano confermare.

Il nuovo LinkedIn aiuta a creare un curriculum più visivo, non solo fatto di testo ma anche di fotografie, presentazioni e video.
Se ci si sente creativi non sarebbe assolutamente sbagliato pubblicare un video di presentazione o pubblicare le foto di un evento professionale che si vuole evidenziare.

L'indicatore di Efficacia del profilo che si trova al centro della pagina sul lato destro del profilo dà un giudizio sulla completezza del profilo con eventuali suggerimenti per completarlo ed aggiungere contenuti.
Una volta raggiunto il livello massimo si potrà condividere il proprio profilo su Facebook o Twitter.

2) Pubblicare una foto professionale
Il profilo Linkedin, come quello di Facebook, ha una foto del profilo che in questo caso deve essere professionale e pulita.
Niente immagini di animali quindi, foto di coppia, foto divertenti, buffe o vanitose.
La cosa importante su Linkedin non è apparire belli ma apparire professionali ed affidabili.
La foto può essere più o meno elegante a seconda della professione o del lavoro che si intende cercare.
Tenere presente che questa foto è la prima cosa che si guarda in un profilo.

3) Profilo pubblico e ricercabile
Nella Modifica del profilo è importante compilare la sezione dei contatti in modo da risultare reperibile e rintracciabile da potenziali datori di lavoro.
Per impostare un profilo pubblico invece premere il tasto con la freccia verso il basso accanto il pulsante Modifica Profilo e cliccare su "Gestisci impostazioni profilo pubblico".

4) Personalizzare la URL del profilo
Il profilo Linkedin è il nostro curriculum online e deve quindi essere facile da condividere e da ricordare per gli altri.
Linkedin permette di personalizzare l'indirizzo internet della pagina del profilo in modo che sia unico e facile sia da scrivere che da tenere a mente.
In pratica si deve ottenere un indirizzi del tipo linkedin.com/in/pomhey/
Per impostare la URL unica e personalizzata bisogna aprire la Modifica Profilo, premere sotto la foto dove c'è scritto l'indirizzo del profilo pubblico e poi guardare nel lato destro della pagina per trovare "URL del tuo profilo pubblico".

5) Utilizzare un Badge LinkedIn
Il badge Linkedin è una specie di distintivo o logo che si può appiccicare sul proprio blog personale, come firma delle email o su altri profili online di social network.
Sotto la sezione dell'URL si trova il link per scegliere il badge distintivo che è un codice HTML da copiare ed incollare dove si vuole.

6) Connettersi con le persone giuste
Si capisce che Linkedin non è un social network per amici ma per stringere rapporti professionali.
Inutile quindi aggiungere persone che fanno lavori completamente diversi dal nostro o belle ragazze e bisogna scegliere bene le persone a cui inviare la richiesta di contatto.
Il nuovo Linkedin propone uno strumento chiamato Linkedin Contacts (per ora si può solo chiedere un invito) che serve a rimanere più aggiornato sulle attività dei contatti e per comunicare con loro.

7) Chiedere Raccomandazioni su Linkedin da capi, colleghi e dipendenti
La vecchia lettera di raccomandazione esiste anche su Linkedin (si chiamano segnalazioni) e può essere chiesta ad altre persone con cui si è lavorato.
Personalmente ritengo che non si dovrebbero avere troppe raccomandazioni altrimenti può sembrare siano artificiose.
Si dovrebbero poi chiedere solo raccomandazioni specifiche per il proprio settore e lavoro.
Per chiedere segnalazioni su Linkedin si può compilare questo modulo online di richiesta

8) Partecipare ai Gruppi di Interesse
I gruppi di LinkedIn sono una piattaforma simile ai forum in cui si può discutere con altre persone che lavorano nel nostro stesso settore.
Interagire con i membri di un gruppo professionare permette di accreasce la nostra credibilità e fare un profilo migliore, connesso con contatti influenti e per rimanere aggiornato su possibili opportunità.
Potrebbe anche essere una buona idea quella di entrare in un gruppo aziendale sponsorizzato se fa parte della propria area di interesse.
Questi gruppi sono promossi da LinkedIn e sono generalmente di alta qualità.
Prestare attenzione e rimuovere i gruppi acui non si vuol partecipare visto che la loro presenza è segnalata sul nostro profilo.

9) Scrivere il profilo non solo in Italiano ma anche in Inglese o altre lingue
Ci sono persone che lavorano solo in Italia ed hanno il profilo scritto in inglese su Linkedin mentre altri che lavorano in multinazionali dimenticano di tradurre il loro profilo anche in lingua inglese.
Linkedin permette di creare copie del profilo in lingua straniera, cosa utile se si intende offrire la propria professionalità anche oltre i confini.
Per fare un nuovo curriculum, premere sulla freccia verso il basso accanto al pulsante Modifica profilo e cliccare sull'opzione di crearlo in un'altra lingua.

10) In conclusione è importante ancora una volta sottolineare che LinkedIn è un servizio sempre più utilizzato da reclutatori professionali ed anche da aziende italiane.
Linkedin offre lavoro a studenti e opportunità di carriera diventando il canale di comunicazione più efficace nel mondo.
Un profilo completo e aggiornato su Linkedin può rappresentare la chiave per entrare nel mondo del lavoro ed è anche utile per creare un curriculum vero e proprio, quello da stampare o da spedire alle aziende.
Leggere, a questo proposito, come convertire il profilo di Linkedin in un Curriculum da stampare

BONUS: Siccome in Linkedin ci può contattare solo chi ha un collegamento con noi, per dare comunque un riferimento a chi sfoglia i profili e ci trova potenziali candidati a un posto di lavoro, conviene scrivere il proprio indirizzo email nella descrizione, in modo che sia sempre visibile a tutti.

LEGGI ANCHE: Creare un profilo Facebook professionale per cercare lavoro

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)