Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Velocizzare il Mac OS X ed evitare rallentamenti anche se vecchio

Pubblicato il: 10 giugno 2013 Aggiornato il:
15 trucchi per tenere veloce il Mac anche se vecchio ottimizzare ed evitare rallentamenti del sistema OS X
come ottimizzare il MAc Col tempo, le prestazioni di qualsiasi computer tendono a peggiorare; questo non vale solo per un computer Windows, ma vale anche per i costosi Mac.
Dopo anni di applicazioni impropriamente installate e dopo aver riempito il disco rigido di file spazzatura e risorse non più necessarie, è inevitabile che anche un Mac dia segni di cedimento.
E' un dato di fatto poi che ogni computer invecchi naturalmente, nel senso di essere meno capace a gestire i programmi più nuovi e gli ultimi aggiornamenti di sistema.
Dedicando questo articolo, per una volta, ai computer Mac con sistema OS X, vediamo alcuni consigli e trucchi per migliorare le prestazioni di un computer marchiato Apple, per tenerlo più veloce possibile, anche se vecchio.

LEGGI ANCHE: Guida base per usare il Mac con le funzioni principali

1) Disattivare le animazioni delle finestre e delle Mail
Il Mac ha sempre puntato forte sulla sua estetica ma le animazioni, che sono bellissime da vedere, appesantiscono il computer usando molte risorse.
Aprire quindi l'applicazione del Terminale e disattivare tutte le animazioni superflue, sia delle finestre che della posta elettronica (cambiare da true a false per disattivare o viceversa per riattivareo).
defaults write NSGlobalDomain NSAutomaticWindowAnimationsEnabled -bool false
defaults write com.apple.Mail DisableSendAnimations -bool true
defaults write com.apple.Mail DisableReplyAnimations -bool true

Le modifiche hanno effetto dopo aver fatto il logout.

2) Disattivare i widget della dashboard che, credo, non usi quasi nessuno.
Dal Terminale digitare il comando
defaults write com.apple.dashboard mcx-disabled -boolean YES
killall Dock


Bonus: Con il programma Tweak App si possono fare modifiche all'interfaccia di sistema del Mac disabilitando alcune funzioni poco utili.

3) Rimuovere applicazioni in background che si avviano automaticamente
Se il vassoio di sistema comincia ad essere troppo pieno di applicazioni che non vengono utilizzate, è il caso di rimuoverle con l'app gratuita AppCleaner o con AppTrap.
Questi due programmi sono utili a chiudere le altre applicazioni non più necessarie ed anche risparmiare spazio sul disco,.
Per gestire le applicazioni ed i servizi che si aprono automaticamente al login, andare in Preferenze di Sistema -> Utenti e gruppi -> elementi di login.
Per disabilitare temporaneamente tutti gli elementi di login, prima di accedere nella schermata di login, tenere premuto il tasto Shift (Maiuscolo)
Se si usa il login automatico, tenere premuto il tasto "Maiuscolo" dopo che sparisce il logo di avvio con la mela.

4) Assicurarsi di avere spazio libero sul discoalmeno del 5-10%
Come per qualsiasi computer, se il disco è pieno, le prestazioni rallentano.
Se il disco viene riempito al 100% è addirittura possibile che il computer non si avvii più.
Quindi, per evitare questo problema ed evitare che il Mac perda velocità di elaborazione, conviene mantenere circa il 10% dell'hard disk libero.
Se lo spazio fosse occupato da foto e musica, considerare di spostarli in un disco esterno.
Per ottimizzare le prestazioni in assoluto, conviene utilizzare solo il 50% dell'unità di memoria ed usare il resto solo per fare backup.

Bonus: Per capire cosa sta occupando spazio su disco, scaricare Disk Inventory X (gratuito) per vedere il dettaglio di file e cartelle.

5) Deframmentare il disco
A differenza di Windows, OS X usa modi molto efficaci per scrivere i file più piccoli in un unico grande blocco, piuttosto che spargerli in tutto il disco.
La necessità di deframmentazione quindi si riduce notevolmente.
Tuttavia, se il Mac fosse vecchiotto di tre anni o più, aggiornato più volte e tante installazioni di applicazioni, allora può essere di beneficio deframmentare l'unità disco.
Tenere presente però che deframmentare un Mac è un processo rischioso quindi può essere fatto solo da utenti che sanno come farlo (non c'è un programma specifico).
Nota: Se si usa un disco SSD , la deframmentazione non è necessaria.

6) Riformattare ed eseguire un'installazione pulita
Come con Windows, anche un Mac, alla fine, può beneficiare da una re-installazione pulita da zero del sistema operativo.
Questo vale e migliora le prestazioni anche notevolmente, soprattutto se nel tempo era stato aggiornato il sistema operativo diverse volte.

7) Pulire il desktop
Ogni icona sul desktop di un Mac OSX mangia memoria.
Bisogna quindi abituarsi a mettere i file e le cartelle organizzandoli nel disco senza lasciarli sul desktop.
Per ripulire il desktop ogni giorno, si può usare l'app gratuita Clean.

8) Controllare cosa sta usando tutta la memoria dal Monitoraggio attività che si trova nel menu Applicazioni -> Utility.

9) Ricostruire il Font Cache per correggere i problemi nel caso siano stati installati e disinstallati diversi tipi di carattere.
Per ricostruire la cache eseguire il seguente comando da Terminale:
atsutil databases -remove

10) Aggiungere un pulsante per uscire dal Finder.
Il Finder è spesso causa di rallentamenti perchè non c'è un modo per chiuderlo e rimane sempre attivo.
Con questo comando si aggiunge una voce di menu per chiudere Finder:
defaults write com.apple.finder QuitMenuItem -bool YES
killall Finder


11) Riparare gli errori del disco
Le interruzioni di corrente possono causare errori sul disco o sulla cache e sulle autorizzazioni che è spesso causa di rallentamento di un Mac.
Per controllare l'unità e riparare i permessi andare in Applicazioni --> cartella Utility -> Utility Disco.
Dalla finestra selezionare la funzione di "verifica permessi" per vedere se tutto è ok e, nel caso, correggere gli errori.

Bonus: il programma Onyx, app gratuita, consente di cancellare le cache, ricostruire i font, e fare molto di più.

12) Usare un disco SSD
come per qualsiasi PC Windows, anche un Mac beneficerebbe molto di un disco a stato solido SSD.
Gli SSD sono incredibilmente veloci (ma molto più costosi).
L'ideale sarebbe installarlo non al posto del disco principale ma al posto del lettore DVD se questo non viene mai usato.

13) Usare Chrome o Safari per navigare su internet, ma senza troppe estensioni.
Chrome e Safari sono i browser più veloci su OS X, ma il numero di schede aperte e di estensioni installate può seriamente rallentare la macchina.

14) Terminare le applicazioni quand non si usano più.
Con il comando CMD-Q si esce da un programma.
Su un Mac infatti cliccare la X o chiudere la finestra attiva con i tasti CMD-W non equivale a terminare un programma.

Per ogni altro suggerimento, i commenti sono aperti.

LEGGI ANCHE: Migliori 100 Applicazioni per Mac Gratuite su OS X

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
2 Commenti
  • Gianni Etna
    2/1/14

    Personalmente ho trovato molto utile il punto "12": sul sito www.boostyourmac.com è possibile effettuare questo upgrade SSD ad un prezzo accessibile soprattutto per chi non è pratico con le installazioni!

  • stefano laguzzi
    24/6/14

    ..come al solito, i consigli che s trovano su NavigaWeb sono i più efficaci..e per tutte le piattaforme.