Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Usare gli Hashtag su #Facebook e cosa significano le parole con il cancelletto

Pubblicato il: 13 giugno 2013 Aggiornato il:
Che significa e cosa sono gli hashtags (parole con il # davanti) che adesso vengono visualizzati anche su Facebook?
usare gli hashtag su Facebook Facebook ha annunciato sul suo blog che saranno lanciati nei prossimi giorni gli hashtags.
La domanda quindi, per molte persone, sorge davvero spontanea: Che significa e cosa sono gli hashtags?
Ma soprattutto ci si potrebbe chiedere, perchè e quando dovrei usare gli hashatags?.

Iniziamo col dire che gli Hashtags non sono altro che le parole chiave di un aggiornamento e sono distinte con il simbolo #.
In pratica si scrive un Hashtag mettendo davanti alla parola il #, ad esempio: "Oggi voglio scrivere un nuovo articolo! #windows".

Gli Hashtags sono stati inventati da un utente Twitter nel 2007 e servono, di fatto, a specificare l'argomento del proprio intervento (vennero ispirati dai canali della chat IRC).
In questo modo tutti gli aggiornamenti che riportano quel termine possono essere cercati velocemente e facilmente solo perchè la parola con hashtag è cliccabile mentre le altre non lo sono.
L'idea alla base di hashtags su Twitter è che, ad esempio, per cercare tutti i tweet relativi a un certa partita di calcio, basta cliccare sull'hashtag col nome delle squadre.
Questo non toglie che si può scrivere senza usare hashtag, perchè tanto nelle ricerche si viene comunque trovati, ma se si vuol favorire la ricerca di quella parola da parte degli altri utenti, allora queste parole chiave diventano fondamentali.

Per essere chiari, non c'era nulla che impediva di scrivere hashtags in Facebook anche prima, soltanto che non avevano alcuna funzionalità reale, ossia non erano cliccabili.
L'hashtag di Facebook è simile a quello di altri servizi come Instagram, Twitter, Tumblr, o Pinterest quindi, quando si fa clic su un hashtag, si otterrà la lista di tutti i commenti e gli aggiornamenti che riportano quella parola.
In pratica anche in Facebook si possono fare le ricerche degli aggiornamenti pubblici come avviene su Twitter, per vedere cosa dicono le persone, anche non conosciute, riguardo un argomento, per seguire una conversazione pubblica e per trovare di cosa si parla ogni giorno.
Ora è possibile fare la ricerca di un hashtag specifico dalla barra di ricerca, cliccare su un hashtag anche se viene da altri servizi come Instagram e scrivere i messaggi direttamente dala flusso dei risultati di ricerca per un hashtag.

Facebook infatti spiega nella sua pagina:
"Ogni giorno, centinaia di milioni di persone usano Facebook per condividere i loro pensieri, parlando di uno show televisivo, di un argomento politico, di una squadra di calcio e cosi via.
Per evidenziare queste conversazioni su argomenti pubblici, verranno lanciate nuove caratteristiche, tra cui gli hashtags su Facebook".
L'idea di "conversazione pubblica" su Facebook comunque funziona in modo diverso di quanto non faccia su un servizio come Twitter, perchè molti post di Facebook non sono pubblici ed hanno un certo grado di restrizione di visibilità.
Gli hashtags rispetteranno la privacy degli utenti quindi, quando si fa una ricerca o si clicca su un hashtag, si vedrà un elenco che comprende solo gli aggiornamenti pubblici e quelli degli amici.

Occorre notare che Facebook non è un utile strumento per contenuti in tempo reale come invece lo è Twitter.
Facebook mostra nella sua home le notizie più rilevanti, non per forza in ordine cronologico e non c'è alcun modo di visualizzare gli aggiornamenti degli amici in un flusso in tempo reale, neanche se si ordina per "più recente."
LEGGI INVECE: Come usare Twitter, cercare e filtrare i tweet e le liste
Gli Hashtags su Facebook quindi potrebbero risultare un po' strani a molti utenti, come degli errori di scrittura o uno strano codice per pochi.
La nuova funzione comunque al momento non è attiva per tutti e sarà rilasciata nei prossimi giorni, quando si vedranno parole in grassetto con un cancelletto # vicino.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
3 Commenti
  • MoUsE_
    13/1/15

    Articolo ottimo, ti ringrazio per questo, tuttavia non possonon notare come in un articoloci sia una bella immagine di esempio con raffigurati giocatori di Basketball ma allos tesso tempo nell'articolo si citi un esempio con la solita partita di calcio, certo l'articolo è per l'italiano medio, ed è sicuramente un esempio chiaro.

  • Claudio Pomes
    13/1/15

    le hashtag uscirono prima in lingua inglese quindi un esempio in italiano non mi era possibile per l'immagine... caspita però che osservazione!!!

  • Carla Lapocalisse
    24/5/15

    @Movimento Tempesta Civile