Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Cose che tutti dovrebbero sapere su Facebook

Pubblicato il: 20 maggio 2013 Aggiornato il:
15 cose che tutti dovrebbero sapere su Facebook per evitare di complicarsi la vita e per essere un amico migliore per gli altri
cose da sapere su Facebook Tutti conoscono Facebook, e non importa se si è dentro o no, se si è attivi o no, se si naviga su internet, avremo a che fare sempre con Facebook.
Dopo circa un decennio di esistenza, Facebook, che si è insinuato nella vita quotidiana di milioni di persone, continua ad essere temuto da molti ed usato da altri per ottenere vantaggi, per truffare ed anche per guadagnare soldi in modi poco morali.
E' abbastanza comune vedere persone su Facebook postare foto dei loro pasti, delle cene e dei pranzi, di come si truccano e di catene di Sant'Antonio ossia di sistemi di propoagazione di messaggi in realtà falsi.
In questo articolo, 15 cose che tutti dovrebbero sapere su Facebook, sia gli esperti utenti abituali, sia quelli che ci passano solo occasionalmente, per essere "amici" migliori per gli altri e per evitare di farsi distrarre dagli amici meno attenti.

1) Facebook è gratuito e sempre rimarrà gratuito
Non ci sarà mai bisogno di pagare per stare su Facebook visto che ogni persona rappresenta l'"oggetto di mercato" per il social network capace di raccogliere informazioni dagli utenti e venderle alle aziende sotto forma di pubblicità.
Sarebbe una stupida mossa commerciale quella di mettere una tassa di entrata in FAcebook o di chiedere una quota per l'iscrizione.

2) Bambini malati e beneficenza non hanno alcun bisogno di ottenere "Mi Piace" sulla pagina che ne parla.
Inoltre nel 90% dei casi si tratta di false campagne di sensibilizzazione atte soltanto ad ottenere Mi piace e condivisioni.
I clic aiutano fare soldi alle pagine che condividono questi messaggi, rimandando a siti web di spam.

3) Nessuno ci pagherà per aver fatto una condivisione quindi, se capitano messaggi in cui si chiede un Mi Piace o una condivisione promettendo soldi in contanti in cambio sta facendo una chiara truffa.
Forse sarebbe il caso di iniziare a pensare cosa si sta condividendo invece di cliccare senza guardare.

4) Gli inviti insistenti ai giochi o agli eventi sono un male per le relazioni.
Non c'è nulla di più fastidioso che ricevere continui inviti a giocare ad un gioco quando non se ne ha alcuna intenzione.
I giochi Facebook si autopromuovono chiedendo di invitare altri amici a giocare, ma questa richiesta può sempre essere chiusa o saltata ogni volta che appare.

5) Credibilità di Facebook piuttosto bassa
Non tutto quello che si legge su Facebook è vero.
Se c'è una notizia di prodotti o cibi famosi che fanno ammalare di Cancro oppure di cure che la stampa vuol nascondere o "la vera storia di..." prima di gridare allo scandalo sarebbe meglio capire cosa si sta leggendo e se è confermata.
Una ricerca su Google può spesso evitare di cadere nelle bufale.
LEGGI ANCHE: Scoprire le notizie false su internet, le leggende via mail e le bufale online

6) Controllare le foto
Su Facebook è tanto facile creare profili falsi con la foto di una persona che non centra nulla ed è molto semplice anche pubblicare notizie con foto false.
Diffidare dalle donne troppo belle e dalle immagini molto cruenti che denunciano scandali probabilmente non veritieri.

7) Taggare il nome di un amico in una foto forzerà questo a guardare quella foto.
Se si pubblicano foto che non centrano nulla taggando gli amici, si risulterà molto fastidiosi.

8) Esprimere opinioni su questioni religiose, politiche o sociali può urtare la sensibilità di altre persone o anche offenderle.
Se non è possibile farne a meno, meglio non aspettarsi che tutti siano contenti di esserci amici.

9) Se due amici si bloccano a vicenda, la loro amicizia viene interrotta e non potrà più essere ripristinata.
VEDI: Come bloccare qualcuno su Facebook e cosa significa per lui
Per evitare di leggere quello che scrive o pubblica un amico che mette sempre le stesse cose online e che si ripete su argomenti noiosi, non è necessario levargli l'amicizia, basta solo escludere dal feed principale i suoi aggiornamenti.
Basta solo tenere il mouse sul suo nome e poi levare l'opzione Mostra nelle notizie.
In alternativa si può spostare l'amico nella lista di conoscenti per non vedere più quello che pubblica; egli non lo saprà mai.
Per non fargli vedere quello che scriviamo, basterà pubblicare con visibilità per gli Amici tranne i conoscenti.

10) Non prendersela per le richieste di amicizia in attesa
Alcune persone odiano aggiungere nuovi amici su Facebook perchè ci tengono a tenere le cose private e non per tutti.
In un altro articolo, vedi come fare amici su Facebook e gestire le richieste di amicizia.

11) Privato o Pubblico
Qualunque cosa si condivide può essere visto solo dagli amici o da tutti.
Da tutti significa che qualsiasi persona apra il nostro diario può leggerlo.
Tenere presente poi che quello che viene pubblicato come Pubblico comparirà nel flusso notizie dei seguaci.
Facebook ha delle complesse impostazioni di privacy che sarebbe opportuno conoscere.
Se non è mai stato fatto, leggere la guida alle impostazioni di privacy Facebook per scoprire cosa vedono di me amici ed estranei.

12) Autocontrollo
Se non si può dire alla mamma, non scriverlo su Facebook e andrà tutto bene.
Questo include anche gli insulti.

13) Uscire dall'account quando ci si collega a Facebook da Computer Condivisi, pubblici o non personali, è importante per evitare che l'account venga rubato da qualcuno.
Ogni volta che si usa Facebook da un computer diverso dal proprio, ricordarsi quindi di cliccare in alto a destra sulla rotella ingranaggio e premere su Esci.

14) Non mettere la foto del profilo, Farsi mi piace da soli, cambiare nome, usare un profilo condiviso in due persone sono solo alcune delle cose da non fare mai su Facebook.

15) Facebook è un potente strumento di comunicazione e diffusione di notizie quindi se ci si imbatte in un video che mostra crudeltà verso gli animali, l'ultima cosa da fare è condividere il video.
Non esiste la cattiva pubblicità su Internet o su Facebook, dirigere traffico verso siti web che meritano di chiudere ha effetto opposto a quello voluto.

In un altro articolo, Le 10 domande più richieste su Facebook tra cui quella più importante: chi visita il nostro profilo Facebook?

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)