Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Modi migliori di fare un backup, prevenire disastri e non perdere dati

Pubblicato il: 22 novembre 2012 Aggiornato il:
Vantaggi e svantaggi dei 5 modi migliori per fare un backup dei dati del computer e recuperare da emegenze, disastri e rotture
Modi per fare un backup Il computer è diventato oggi un oggetto prezioso, non per il suo valore commerciale, ma per la quantità di dati che vengono memorizzati in esso.
Chi lavora col computer ha sempre bisogno che esso sia perfettamente funzionante e che non ci siano rischi di perdere i documenti, ma anche chi usa il pc solo per svago tiene preziose informazioni in memoria e penso soprattutto alle foto, oltre che ai documenti personali.
Per queste ragioni, quando un computer si rompe, può essere un disastro se non ci si è preparati prima.
In un'altra guida con tutti i modi di riparare il computer quando si rompe, abbiamo sottolineato il fatto che la parte più difficile non è assolutamente quella di sostituire un pezzo o reinstallare Windows, ma il recupero dei dati al suo interno.

La cosa importante da preparare, quindi, è una copia di sicurezza dei dati, ossia un backup.
Tante persone, me compreso, considerano il backup un lavoro tanto noioso quanto impegnativo, perchè i dati da salvare potrebbero essere centinaia di Gigabyte.
Bisogna quindi prepararsi oggi, senza rimandare, in modo intelligente, sfruttando tutte le opportunità di backup, soprattutto gratuite, offerte dal mercato.
Ci sono molti metodi di fare un backup dei dati ed è necessario trovare quelli migliori e più pratici, tralasciando le soluzioni costose.
I criteri di scelta tengono conto di quattro fattori principali: Prezzo, Capacità, Velocità, Sicurezza.
I modi principali di creare un backup per ogni emergenza sono:

1) Usare un hard disk esterno
Il campione indiscusso dei backup è il disco rigido esterno anche se oggi non si può veramente dire che sia il migliore.
Il prezzo degli hard disk esterni, anche se rimane alto, è la migliore combinazione tra capacità è prezzo perchè si può comprare un disco da 1 TB a 100-150 Euro.
Se poi si ha un nuovo pc con porta USB 3.0, i trasferimenti da disco esterno a disco interno diventano anche estremamente veloci.
In sicurezza però questa soluzione ha il suo tallone d'achille perchè un hard disk esterno può essere rubato o si può rompere.
Vantaggi: Portatili, semplici, prezzi accessibili.
Svantaggi: possono rompersi facilmente, Spazio limitato, vulnerabili al furto o alla distruzione fisica.

2) Network Attached Storage o NAS
Il NAS è una soluzione professionale che ha un costo più alto anche se non eccessivo.
Il NAS è un hard disk esterno che ha però connessione di rete wifi.
La loro capacità supera quella di un normale hard disk esterno e può arrivare a 16 TB o più.
La velocità di trasferimento dei dati è limitata dalla rete che dovrebbe essere di tipo 802.11n per avere buone prestazioni.
Una rete debole con scehda wifi di tipo diverso, può trasferire dati alla velocità di un gigabyte al minuto.
In fatto di sicurezza, si ripete quanto detto per l'hard disk esterno.
Vantaggi: il backup è automatico, veloce e tutto in rete, con adeguata configurazione si può accedere al NAS anche via internet da qualsiasi luogo.
Svantaggi: il prezzo può essere elevato, serve un posto fresco e sicuro in cui tenere il case con i dischi al suo interno.

3) Cloud Storage
Salvare i dati su uno spazio online, su internet, sarebbe una grande soluzione innovativa se non avesse ancora certi limiti piuttosto gravi.
Prendendo in considerazione sempre gli stessi 4 parametri di giudizio vediamo che, il rapporto capacità/prezzo è molto alto, spesso con abbonamenti mensili e uno spazio limitato.
La velocità, siccome si basa sulla connessione internet (diversa dalla connessione di una rete wifi interna), non potrà mai essere abbastanza elevata.
La connessione Internet è un collo di bottiglia che in Italia rende questa soluzione quasi impraticabile.
Anche riguardo la sicurezza ci sono molti punti deboli per i pericoli di hacker e furti di dati.
Il furto e la distruzione fisica, anche se possibile, è estremamente improbabile, anche se bisogna affidarsi ad un servizio di fama e di provata onestà e professionalità per non rischiare che esso venga chiuso e renda impossibile recuperare i dati.
Vantaggi: diverse opzioni disponibili, accesso ai file da ovunque con una connessione a Internet, funzionalità di sincronizzazione automatica, gratuiti per piccole quantità di memoria.
Svantaggi: serve una connessione internet veloce e stabile, i prezzi sono molto alti rispetto altre soluzioni, vulnerabili all'hacking.

4) Supporti fisici CD, DVD o Blu-Ray
Questa soluzione sembra oggi arcaica, ma può ancora essere presa in considerazione.
Il prezzo è basso e la capacità può teoricamente non avere limiti, visto che si possono anche usare decine di dischi.
La velocità di copia dei dati è abbastanza elevata a seconda del masterizzatore che si usa.
Per la sicurezza ci sono punti deboli riguardanti il supporto fisico, facile a rovinarsi, graffiarsi o perdersi.
I dischi però sono abbastanza piccoli da essere conservati in modo sicuro, magari anche in una cassaforte.
I dischi sono anche resistenti agli urti e invulnerabilo all'acqua e agli sbalzi di tensione.
Vantaggi: i dischi sono economici, l'archiviazione è espandibile comprando più dischi, sicuro se i dischi sono conservati adeguatamente.
Svantaggi: Un disco può essere scritto una volta sola, non permettono di fare beckup incrementali, non permettono di modificare la copia di file modificati

5) Penne USB o unità flash come le schede di memoria sono un mix tra la soluzione 1 degli hard disk esterni e la soluzione 4 dei supporti fisici.
Vantaggi: molto portatili, tangibili e semplici.
Svantaggi: prezzo per gigabyte in genere più elevato rispetto un hard disk, vulnerabili a furto o distruzione fisica, piccola quantità di spazio.

Per fortuna, si possono usare più modi di conservare copie di backup dei dati contemporaneamente.
Si può quindi creare una strategia ottimale di backup che, per il mio personale parere è la seguente (fatemi sapere la vostra nei commenti):
Se non si intende pagare per uno dei servizi professionali di backup online, è importante sapere che quasi tutti possono essere usati per quantità di dati limitate.
Nell'articolo sui migliori servizi di archiviazione online di 10 cloud drive gratuiti abbiamo visto nomi come Dropbox, Google Drive e Microsoft Skydrive che assicurano sicurezza, velocità e reperibilità h24.
Iscrivendosi a questi servizi ed installando i relativi client sul computer è possibile tenere sincronizzati i documenti su uno e le foto su un altro.
Si può anche fare il backup del backup ossia copiare questi dati in triplice o quadrupla copia.
Per i dati sensibili si possono invece utilizzare strumenti cloud crittografati (vedi 6 modi per crittografare i file caricati nei cloud storage).
La musica si può mettere tutta online, fino a 10000 canzoni gratuitamente, su Google Play Music.
I Video invece possono essere caricati su un canale privato di Youtube.
Quello che rimane fuori possono essere i file più grossi come, ad esempio, i film e gli archivi che possono essere conservati in un hard disk esterno.
I programmi acquistati, compresa l'installazione di Windows o di Office, possono essere copiati su CD o DVD.
Per le Email infine è sempre conveniente tenere una copia sul server remoto ed usare servizi affidabili come Gmail o Outlook.com.

Se si utilizza un computer desktop a casa, l'ideale è comprare un secondo hard disk interno in cui fare la copia di backup completa e sincronizzata.
Ci sono molti software per fare un backup completo del disco tra cui i migliori, sono stati descritti in un altro articolo con i migliori programmi gratuiti per fare backup automatici e incrementali.
E' stato anche spiegato come clonare un hard disk copiandolo in un altro disco, anche senza sistema operativo installato.

Con le recenti versioni di Windows poi, a meno che non si rompa l'hard disk, è sempre possibile fare un ripristino o una reinstallazione di Windows senza perdere dati e impostazioni.
Con Windows 8 si può sempre procedere ad un ripristino grazie alle nuove funzioni per reinstallare o reinizializzare Windows 8 da un backup.

E' anche possibile pianificare la copia da un disco ad un altro dei dati in modo automatico usando programmi più semplici e meno invadenti come SyncToy per la sincronizzazione di file e cartelle che è possibile fare non solo tra dischi diversi ma anche tra computer diversi collegati in rete.
La differenza tra sincronizzazione e backup è che nella prima entrambe le parti sono interessate quindi i file sono identici in ogni parte mentre nel backup si fa la copia solo da un lato all'altro e non viceversa.

In conclusione, per venire incontro ad ogni tipo di disastro tecnico o di rottura del computer, la prevenzione è la chiave di tutto.
Il rischio di perdere tutti i dati in una volta sola è sempre elevato, anche se si è stati così fortunati da non averne mai avuto a che fare.
Tenere conto di questi suggerimenti è quindi importante ad ogni livello e basta poco per essere più tranquilli nell'uso del computer, senza avere la paranoia di prendere un virus che distrugga tutto o che qualcuno possa cancellare documenti importanti.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)