Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Su Chrome 23, il "Non tenere traccia" e le autorizzazioni per i siti

Pubblicato il: 7 novembre 2012 Aggiornato il:
Su Google Chrome 23 le nuove funzioni per non tenere traccia dei dati di navigazione e gestire le autorizzazioni dei siti
opzione non tenere traccia su Chrome L'ultimo aggiornamento del browser Google Chrome, porta qualche novità interessante che vale la pena essere notata.
In particolare, su Chrome 23, ci sono 3 novità: Una nuova opzione per “Non tracciare” il traffico sui siti web, l'ottimizzazione della visione dei video e del consumo di batteria sui portatili e la possibilità di gestire le autorizzazioni per i siti web.

"Non tenere traccia" è una funzione che è stata recentemente attivata su tutti i principali browser web come Firefox, Internet Explorer e Opera.
Essa consente all'utente di non dare il permesso ai siti web di conoscere i dati di navigazione: da dove ci si collega, che computer si usa, quali siti sono stati visitati in precedenza ed altre informazioni.
Il Do Not Track permetterebbe, di fatto, di impedire alle agenzie pubblicitarie online di sapere le abitudini di navigazione di un utente.
Ad esempio, in Internet Explorer 10 Il "Non tracciare" viene abilitato automaticamente per impostazione predefinita.
A partire dalla versione Google Chrome 23, tale funzione può essere abilitata manualmente andando nelle impostazioni generali del browser (dall'indirizzo chrome://chrome/settings/), cliccando su mostra impostazioni avanzate, sotto la sezione Privacy.
Attivando il "Non farsi tracciare", compare un messaggio che spiega brevemente cosa significa e che fa notare come "Molti siti web continueranno tuttavia a raccogliere e a utilizzare i dati di navigazione (ad esempio per migliorare la sicurezza, fornire contenuti, servizi, annunci e suggerimenti sui propri siti web nonché per generare statistiche necessarie alla creazione di report)".
Questo significa che i siti possono ignorare tale impostazioni e tracciare comunque la navigazione degli utenti.
Al momento infatti, quasi tutti i servizi online, inclusi quelli di Google e Yahoo, ignorano le richieste Non tenere traccia.
Se si volesse davvero attivare un meccanismo che impedisca il tracciamento dei dati, bisogna installare un plugin sul browser per non farsi tracciare online dai siti, bloccando la raccolta di dati personali.

La seconda novità in Chrome 23 (su Windows) è il miglioramento della gestione dell'energia spesa quando si vedono video online sfruttando l'accelerazione GPU.
Questo permette di risparmiare il consumo di batteria sui portatili (il 25%) quando si guardano video usando Chrome.

Chrome 23 aggiunge anche una nuova funzionalità di sicurezza che permette all'utente di gestire le autorizzazioni per ciascun sito web aperto sul browser.
Si può quindi definire, tramite un comodo menù a selezione, cosa può fare un sito sul proprio computer: se può eseguire codice javascript, se può caricare immagini, se può rilevare la posizione, far comparire notifiche, vedersi a schermo intero, se può far comparire notifiche o pop-up e altre cose.
Per modificare le autorizzazioni per un sito si deve cliccare sulla barra degli indirizzi, sul simbolo di un foglio bianco (vicino al www) oppure sul lucchetto per i siti in https.
Chrome visualizza anche il numero di cookie e dati dei siti.
Questa funzione delle autorizzazioni è piuttosto comoda perchè si può, ad esempio, abilitare la visualizzazione dei pop-up solo per uno specifico sito oppure disattivare l'esecuzione di codice javascript su siti meno sicuri.
Ogni modifica diventa permanente e può essere cambiata in qualsiasi momento.

Google Chrome dovrebbe aggiornarsi alla nuova versione in modo automatico e si può fare la verifica dalla scheda Informazioni (scrivendo sulla barra indirizzi chrome://chrome/).
Se si preferisce, si può anche scaricare o aggiornare Google Chrome con installazione offline

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)