Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Storia ed evoluzione dei modelli iPhone dalla prima versione alla 5

Pubblicato il: 28 settembre 2012 Aggiornato il:
Come è cambiato l'Apple iPhone dalla sua prima uscita ad oggi: tutte le caratteristiche ed i miglioramenti dei 6 modelli
L'evoluzione di iPHone Com'è cambiato l'iPhone negli anni e come è arrivato a diventare il telefono preferito di tante persone quasi a livelli maniacali?
La storia è interessante e parte dal non troppo lontano 2007, quando nel Gennaio la Apple stupì il mondo (e soprattutto la Nokia, allora dominatore del mercato mobile) dei cellulari con l'Apple iPhone, aprendo di fatto la strada degli smartphone, fino ad allora quasi inesistenti.
La storia dell'iPhone e l'evoluzione dei vari modelli mostra ampiamente l'oculata e intelligente strategia di vendita e di sviluppo della Apple, fatta di piccole cose ad ogni aggiornamento, senza mai dare tutto in una volta.

Apple iPhone 1) Apple iPhone, annunciato al MacWorld nel gennaio 2007, in vendita solo sei mesi più tardi.
Alla Apple sarà sempre riconosciuto il grande merito di aver aperto il mercato dei telefoni touchscreen, che fino allora erano una rarità.
Il primo iPhone vantava dimensioni sottili da 11,6 millimetri, schermo da 3,5 pollici, 480 x 320 multi-touch display, accelerometro, memoria da 4GB o 8GB, E-mail push gratuito da Yahoo, Voicemail, Bluetooth e connessione wifi.
La sua aratteristica più deludente era il fatto che fosse un quad-band GSM con connessione dati EDGE (mentre la maggior parte degli smartphone del tempo erano 3G) e la fotocamera da 2 megapixel (i 5 megapixel erano la norma).
La prima versione aveva Google Maps, YouTube ed altre applicazioni Apple (mancava ancora l'app store).

2) L'iPhone 3G
iPhone 3G Appena un anno dopo, Apple lanciò un modello migliorato: l'iPhone 3G.
Come il nome suggerisce, il telefonino aveva la possibilità di connettersi alle reti 3G, più veloci per navigare su internet.
Altre migliorie furono il design più sottile, migliore presa per le cuffie, GPS, supporto aziendale, migliore durata della batteria e, con il lancio della versione 2.0 del sistema operativo, il supporto per applicazioni di terze parti.
L'iPhone 3G è stato rilasciato nel luglio 2008 insieme al firmware iOS 2.0 che ha introdotto l'App Store per i proprietari di iPhone di prima e seconda generazione.

3) L'iPhone 3GS
Annunciato nel mese di giugno 2009, la "S" in 3GS presumibilmente significava "Speed", quindi più velocità.
La terza generazione del cellulare Apple aveva un processore più potente, migliore capacità grafica, miglior Bluetooth e tecnologia HSDPA 7.2 Mbps.
Con la parsimonia tipica della Apple nell'accontentare i fan, la fotocamera veniva finalmente migliorata leggermente, portando a 3.0 megapixel, con messa a fuoco automatica e registrazione dei video.
Venivano aggiunte altre piccole applicazioni integrate come una bussola, la registrazione vocale ed un controllo vocale di base.
Nello stesso tempo viene rilasciato iOS 3.0, caratterizzato dalle richieste capacità di copiare, tagliare e incollare, della tastiera in modalità landscape e la ricerca migliorata.

4) L'iPhone 4
iPhone 4 Un anno dopo, a 3 anni dalla prima versione, iPhone riceve il suo rinnovamento più radicale segnando la sua consacrazione.
Il design estetico viene riprogettato completamente, con un rivestimento in vetro lucido, banda in acciaio inox, più alta risoluzione e display Retina.
Dentro il cofano iPhone 4 possedeva una notevole quantità di nuove caratteristiche: nuovo processore A4 (come l'iPad), fotocamera frontale per le videochiamate FaceTime, fotocamera da 5 megapixel con flash a LED in grado di registrare video a 720p, nuovo giroscopio, Wi-Fi più potente e durata della batteria superiore.
Dal lato software, iOS 4 introdusse iBooks, il multi-tasking, il controllo ortografico e la possibilità di organizzare le applicazioni in cartelle.
Tutti questi miglioramenti furono davvero apprezzati tanto che solo tre giorni dopo il lancio, Apple annunciò di aver venduto più di 1,7 milioni di unità.
Purtroppo ci furono pure tanti problemi, primo fra tutti con l'antenna (la parte della fascia in acciaio inossidabile dello smartphone) che faceva cadere la linea di frequente ed aveva seri problemi di ricezione.
Apple fu costretta al suo più grande sacrificio, regalareri un nuovo case a tutti coloro che avevano comprato l'iPhone 4.
Da notare inoltre che iPhone 4 bianco, annunciato al lancio, non uscì mai fino all'Aprile 2011.

5) iPhone 4S
Come era già avvenuto per la versione 3G, la Apple orfana di Steve Jobs presentò l'iPhone 4S (prematuramente pubblicizzato come "iPhone 5") nel mese di ottobre 2011.
L'aggiornamento fu davvero minimo ed il miglioramento principale era la fotocamera spinta a 8-megapixel con registratore video HD 1080p.
Altre variazioni erano il nuovo chip dual-core A5, un'antenna a doppia commutazione dinamica, capacità di roaming GSM, un assistente vocale intelligente chiamato Siri ed Apple iCloud, introdotto con iOS 5.
Nonostante le critiche per un aggiornamento così poco rilevante, i numeri in termini di vendite furono, come al solito, stupefacenti (oltre un milione di pre-ordini il primo giorno).
Attualmente si può ancora trovare nei negozi e, soprattutto, nel mercato dell'usato.

6) Apple iPhone 5
Iphone 5 Nel settembre del 2012, Apple ha presentato l'ultima, e nelle sue parole la più grande, versione di iPhone.
L'iPhone 5 è più sottile del 18%, più leggero del 20%, con schermo più grande da 4 pollici dalla forma allungata.
Oltre ad un nuovo e più veloce chip di A6, l'iPhone 5 ha un connettore diverso ed una migliore fotocamera frontale.
I dettagli su quest'ultimo modello di iPhone sono spiegate nel dettaglio nell'articolo "Cosa cambia in iPhone 5".

Per avere un riassunto generale, si può guardare questo bellissimo video di 3 minuti sull'evoluzione di Apple.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)