Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Costi e limiti degli abbonamenti internet mobile in Italia: un disastro

Pubblicato il: 10 settembre 2012 Aggiornato il:
Confronto e analisi sulle tariffe e le offerte dei principali provider di internet mobile: Tre, Vodafone, Wind e Tim.
a casa con internet mobile Il caso tipo di chi ha bisogno di un abbonamento internet mobile è quello di una persona normale, giovane e curiosa come tanti, che si deve spostare spesso oppure che possiede una casa dove internet non arriva, perchè la cara Telecom non ha ancora aggiornato la centralina telefonica più vicina.
Questo purtroppo accade in moltissime parti di'Italia, anche intorno città come Roma e Milano ci sono zone non ancora coperte dai vari operatori di telefonia e provider web.
La soluzione più logica, economica e obbligata è quella di usare un piano internet mobile fornito da una compagnia di telefonia cellulare come Vodafone, Tre, Wind o Tim.
In Italia, se si vanno a guardare le offerte attuali per collegarsi con chiavette USB o con modem Wi-fi forniti da queste aziende, si scopre presto che la situazione delle tariffe, delle condizioni e dei limiti è un vero disastro.

AGGIORNAMENTO 2014 / 2015: Migliori offerte internet per SIM ricaricabili su smartphone, tablet, chiavette e modem

Il problema principale è duplice e mette il cliente in una situazione di dover decidere il male minore.
Si tratta infatti di scommettere sulla compagnia senza avere troppe indicazioni preventive e, quindi, sottoscrivere un abbonamento alla cieca che può durare anche due anni obbligatori.
Sopo dopo aver sottoscritto un "comodato d'uso" o un "acquisto a rate" della chiavetta o del modem, si potrà verificare se la connessione è efficiente e veloce come ci si aspetterebbe.
Nessuno dei provider di internet mobile infatti assicura piena velocità in qualsiasi momento della giornata e si viene avvertiti, in piccole note sottostanti, che la velocità potrebbe essere inferiore a quella promessa, soprattutto nelle ore di punta.

Se tutto va bene quindi, dopo aver sottoscritto un abbonamento che si lega al conto corrente bancario o alla carta di credito, si può navigare in internet dal computer usando questa connessione mobile fornita da un ricevitore wireless.
Purtroppo però c'è un'altra brutta sorpresa: tutti i piani internet di Vodafone, Tre, Wind e Tim, anche se sono illimitati nel tempo, sono limitati nella dimensione del traffico dati.
Ad esempio con la 3 ed il piano Web Unlimited, si può navigare fino a 10 GB al mese e con un terribile limite di 500MB al giorno.
Superati tali limiti, vengono addebitati costi aggiuntivi con prelievo forzato che diventa difficile contestare in ogni caso oppure viene diminuita drasticamente la velocità di connessione.

Internet Mobile è un'opzione che esiste da tanti anni, importante per un paese come l'Italia dove la connessione cablata ed il wifi manca in molte zone.
Incredibile quindi che sia ancora così limitata e costosa come vediamo nel dettaglio:

1) Tre dal punto di vista della velocità dovrebbe battere tutti i concorrenti perchè offre l'acquisto a rate di un modem wifi chiamato WebCube (anche bello esteticamente) a 21.6 Mbps.
Il prezzo di "Internet a casa" con Tre (ad oggi) è di 15 euro al mese con l'opzione Web senza limiti.
Senza limiti? non credo proprio: si può navigare quando e quanto tempo si vuole basta che non si superino i 10GB mensili ed i 500 MB al giorno, altrimenti si paga 30 centesimi per ogni MB scaricato in più.
In alternativa c'è il piano Weblight per navigare 3 GB al mese per 9 Euro, che è più una cosa da usare per emergenze.
10 GB al mese possono essere abbastanza per chi naviga solo su siti come Repubblica e Facebook ma sono davvero scarsi per chi vede video su Youtube, guarda la tv online, scarica programmi e giochi.

2) Vodafone ha diverse offerte con le chiavette USB ma nessuna conveniente.
In particolare i piani migliori sono quelli "Internet Speed Open" che, nella versione standard, si paga 20 Euro al mese per 20GB al bimestre.
Superati i 20GB, cosa che in due mesi è facilissima, non ci sono costi aggiuntivi soltanto che la velocià di trasferimento dati viene ridotta a 64 Kbps che, se in teoria potrebbero anche bastare, in pratica significa che si naviga come quando si usava un modem 56K, 10 anni fa.
L'abbonamento deve durare almeno 24 mesi.

3) Wind fa ancora peggio di Vodafone.
Il piano con chiavetta costa meno, 15 Euro al mese per due anni.
Il problema è sempre la soglia dati di 10GB al mese che, se viene superata si dovrà praticamente rinunciare a navigare visto che la velocità di connessione viene ridotta ad un massimo di 32 kbps.
Se non altro con Wind, l'abbonamento Mega Ulimited può essere disattivato quando si vuole (anche se per attivarlo costa 5 euro).

4) Tim è uguale agli altri ma, in un certo modo, più originale e trasparente.
Si paga infatti in anticipo, 220 Euro per avere internet 10GB al mese, per un intero anno comprando il modem compreso nell'Internet Pack.
Il prezzo è quasi di 20 Euro al mese ma almeno è certo.
Anche Tim, se si superano i 10GB, limita la velocità di connessione 32 Kbps, irrisoria e ridicola.

Inutile andare avanti con altre compagnie minori tanto la musica non cambia; Postemobile addirittura ha le connessioni a tempo: 100 ore!

Insomma, con questi piani tariffari limitatissimi e da cartello monopolistico (avrete notato che sono tutti uguali e standardizzati), navigare su internet da PC o da MAC, collegandosi da una casa in cui non arrivano i provider tradizionali, con le chiavette USB, è una vera impresa.
Tariffe elevate e velocità da terzo mondo compongono il disastro dell'attuale panorama web e non stupisce che l'Italia in tutte le classifiche di diffusione e di cultura internet (vedi l'ultima uscita, il Webindex)sia sempre agli ultimi posti.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
4 Commenti
  • giulio galli
    21/8/13

    Anch'io ho una chiavetta 3 da vecchia data. Il limite teorico giornaliero dovrebbe essere 1 gb, perche' a volte puo' essere anche meno con rallentamento della velocita' per 24 ore che, almeno fino a qualche mese fa' potevano arrivare a 96. E' uno schifo, ma sempre meglio del network cap che veniva applicato una volta anche per tre mesi consecutivi (esperienza personale).
    L'unica era la tim ma i nuovi contratti sono cambiati come indicato nell'articolo, mentre quelli vecchi dovrebbero essere ad ore senza limiti. Dovrebbero, perche' in questi giorni, dopo aver scaricato 14 gb in un giorno, misteriosamente vado a un terzo della velocit' precedente.

  • CaveCanem
    27/8/13

    A quanto vedo a distanza di anni le cose sono solo peggiorate! Io oggi mi trovo a dover comprare una chiavetta ma non è possibile averla senza limiti di dati! Schifoso! Comunque mi chiedo se si possa fare un'azione legale contro la 3 in quanto sui suoi contratti non leggo assolutamente che dopo 1GB giornaliero ci debba essere un rallentamento! È chiaro come si diceva solo che hanno fatto cartello! Dov'è l'antitrust? Limitare internet significa ad oggi limitare le possibilità di conoscenza

  • Andrea Morgan Ciabatti
    4/12/13

    Incredibile! E siamo quasi nel 2014! Scommetto che in America hanno le connessioni mobili ovunque e a prezzi molto bassi (tra euro e dollaro, meglio il dollaro).
    A quando una ADSL mobile flat per davvero? Voglio dire, quando in Italia si potrà navigare in mobilità senza limiti di tempo e download (anche 30-40Gb al giorno per dire) e senza assurdi vincoli biennali o quasi triennali? Siamo sempre il terzo mondo in questo campo!!!

  • Tony Nirvana
    7/6/14

    Io ho la mobile Internet vodafone mi è capitato d superare i 10Gb mensili navigando scaricando musica giocando e guardando video insomma ora il mio smartphone è diventat una lumaca connessione scadente download infiniti e visione video quasi impossibile ed ora leggendo st articolo finalmente capitsco il xchè ed io che pensavo fosse un virus ecc...la domanda ora è: ma x risolvere il problema c'aggia fà!?? -_-