Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Le 10 cose peggiori in un sito web che non si vorrebbero mai vedere

Pubblicato il: 21 giugno 2012 Aggiornato il:
Le 10 cose peggiori che rendono un sito web scadente, fastidioso e da non visitare mai più
quando un sito è scadente e brutto Quante volte, cercando su internet, cliccando link su Google o su Facebook, è capitato di visitare un sito web di cui si è rimasti delusi o, peggio, infastiditi?
Personalmente mi capita veramente molto spesso, quindi, in questo articolo, puramente di opinione, vediamo quali sono le 10 cose peggiori che non si vorrebbero mai vedere sui siti internet.
Non si tratta qui di qualità di contenuti ma proprio del mondo in cui essi vengono presentati.

Un sito quindi è, per me, scadente, da non visitare più e da non aggiungere ai preferiti, se, dopo averlo caricato, vedo che:

1) Parte una musica
Se Apro un sito internet e parte una musica senza possibilità di fermarla, non mi trattengo nemmeno un secondo di più e chiudo subito.
Una musica su un sito internet è qualcosa di inaspettato e fastidioso per un visitatore che capita di lì, magari dal pc dell'ufficio.
Le musichette nei siti erano più di moda un tempo, quando, soprattutto i più giovani, utilizzavano piattaforme come Windows Live Spaces per creare siti (oggi per fortuna non esiste più) o come MySpace (per fortuna oggi cambiato radicalmente).

2) E' un sito solo in Flash
Ci sono siti web, anche di grandi aziende famose, fatti solo di animazioni in flash, create da sviluppatori e designer piuttosto eccentrici.
Questo forse è il punto più opinabile su cui più si può discutere.
Se il sito è solo in flash e non offre la possibilità di navigarlo anche normalmente, esso può risultare pesante e lento a caricarsi.
Capisco se si tratti di un videogioco o di un'applicazione web interattiva, ma se invece si tratta solo di una pagina di presentazione con testo scritto e foto, il flash lo trovo del tutto inutile.
Resta comunque il fatto che alcuni dei migliori siti interattivi e animati più belli sono sviluppati in Flash.

3) Compaiono Pop-up di pubblicità
I Pop-up pubblicitari sono quelle finestre che compaiono in mezzo alla pagina coprendo tutto il resto.
Spesso hanno un piccolo pulsante in alto a destra con la X per chiuderle ma sono più le volte in cui uno si sbaglia che altro.
Un altro tipo di pop-up terribilmente fastidioso è l'apertura automatica del sito pubblicizzato in un scheda quando si clicca su un normale link del sito.
Se capito in un sito la prima volta e vedo subito un pop-up che mi si para davanti, probabilmente non ci tornerò più a meno che non sei Repubblica.it.

4) Ci sono annunci fluttuanti
Questi sono anche peggio dei pop-up, soprattutto se coprono una parte della pagina.
Si tratta di quei banner pubblicitari che rimangono sempre visibili anche scorrendo verso il basso il contenuto della pagina.

Riguardo questo argomento vorrei aprire una breve parentesi.
La pubblicità su internet permette ai siti web di pubblicare contenuti che per gli utenti sono gratuiti.
Senza pubblicità, il web sarebbe, probabilmente, fatto solo di siti aziendali, di negozi online e di contenuti pubblicati da volontari a cui comunque non si potrebbe chiedere un impegno costante nel tempo.
Siti come Wikipedia resistono grazie al supporto delle donazioni, soprattutto da parte delle grandi aziende come Google, ma non tutti possono avere una tale visibilità online.
La pubblicità su internet quindi è necessaria, come in TV, ma senza essere troppo invadente o insistente.

5) Mancano o sono difficili da usare le informazioni di contatto
Sono tantissimi i siti web a cui manca un modo per entrare in contatto con l'amministratore o il gestore.
Diffidare di questi siti, che non solo mancano di professionalità ma danno anche l'impressione di dare un servizio finto e non interattivo.
Il modulo di contatto deve essere facilmente raggiungibile senza costringere l'utente a cercarlo con la lente di ingrandimento.
Inoltre non deve essere un secco indirizzo Email, difficilmente un visitatore avrà la pazienza di aprire il proprio programma di posta per scrivere una mail ad un indirizzo senza sapere nemmeno a chi la si sta inviando.

6) Lo sfondo è nero
Non è tanto per un giudizio estetico ma proprio un problema di leggibilità.
Leggere testi su uno sfondo nero è molto scomodo.
Lo sfondo nero inoltre viene molto utilizzato dai siti di "hacking" quindi potrebbe dare subito un'idea sbagliata.
Ci sono sicuramente delle eccezioni di siti fatti molto bene, ma, in generale, un sito con sfondo nero non andrebbe fatto.
Il fatto poi che con lo sfondo nero il monitor consumi meno energia, è solo una leggenda metropolitana.

7) Il testo è scritto troppo piccolo
Vero è che si possono utilizzare i comandi di zoom, ma scrivere con un carattere troppo piccolo mostra scarso rispetto degli utenti che potrebbero avere problemi di vista.

8) Non c'è un modo per fare ricerca sul sito
In molti siti manca un campo di ricerca sul sito rendendo difficile da trovare uno specifico contenuto o pagina.
Questa è più che altro un'ingenuità o una lacuna tecnica visto che ogni piattaforma di creazione di siti offre la possibilità di aggiungere un modulo di ricerca e, se non fosse troppo efficace, c'è sempre l'applicazione per creare un motore di ricerca personalizzato con Google.

9) Manca un modo per seguire gli aggiornamenti del sito che non ha alcuna presenza sui social network.
Oggi un sito web deve essere connesso al mondo esterno ed avere i pulsanti automatici per condividere le pagine su Facebook, Twitter o altri social network.
Quando questi mancano, il visitatore percepisce di essere finito fuori dal web che conosce e si crea diffidenza.
Inoltre deve esserci la possibilità di poterne seguire gli aggiornamenti in qualche modo, quanto meno con un feed.

10) I link si aprono dentro Frame
Ci sono siti o blog come Navigaweb dove, quando si clicca su un sito esterno, aprono la nuova pagina dentro un frame, ossia una cornice, costringendo l'utente a non uscire.
Non solo questo è scorretto ma è anche molto scomodo perchè non si riesce a sapere l'indirizzo della nuova pagina aperta che diventa quindi impossibile da condividere o salvarla nei preferiti.

A questi vorrei anche aggiungere un ultimo punto: la mancanza di una versione mobile.
Se un sito si apre sul piccolo schermo del cellulare, allo stesso modo in cui si apre sul pc, non va affatto bene perchè diventa illeggibile, pesante e poco usabile.
Ovviamente non ho considerato i siti che contengono malware o virus che andrebbero bloccati alla radice per evitare che il browser, anche incidentalmente, possa aprirli (vedi i programmi per navigare su siti sicuri e come evitare di cliccare link pericolosi e siti sospetti).

Queste sono le cose che meno mi piacciono quando visito un nuovo sito internet.
Dal punto di vista dei webmaster si potrebbero poi anche aggiungere le istruzioni tecniche che Google dà per fare un sito di qualità, pubblicate recentemente anche in lingua italiana e scaricabili in PDF da qui.

Per farsi due risate, non mancate di visitare quello che si autodefinisce il peggior sito di sempre!

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)