Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Cosa bisognerà imparare in Windows 8? problemi iniziali

Pubblicato il: 18 giugno 2012 Aggiornato il:
Principali problemi nell'uso iniziale di Windows 8 come sistema del computer e cosa bisogna imparare subito
Ormai il nuovo sistema operativo Windows 8 non è più una sorpresa, si può scaricare Windows 8 Release Preview da provare ed installare sul computer in modi diversi prima che esca la sua versione definitiva, che sarà pronta, probabilmente, dopo l'estate.
Rispetto a tutti i suoi predecessori, Windows 8 è certamente il più diverso tra i sistemi Microsoft da quando uscì la prima volta Windows 95.
E' possibile sincronizzare le impostazioni in tutti i dispositivi usati (telefoni e computer), si possono fare backup con semplicità, ci sono una serie di utili strumenti nuovi, c'è lo Store di Windows e tante altre cose riassunte, parzialmente, nel post Cosa ha Windows 8 che Windows 7 non ha
Siccome Windows 8 va a cambiare radicalmente l'uso del computer, è importante prepararsi al nuovo ed iniziare a prendere coscienza dei problemi iniziali delle nuove funzionalità, ed imparare ad usare Windows 8.

Quando si accede a Windows 8 per la prima volta si noterà che il menu Start è stato sostituito da una schermata a colori che ricorda molto la grafica delle stazioni della metropolitana.
Dopo un impatto iniziale estremamente positivo, ci si rende conto di un primo problema: dove sono tutte le impostazioni e le opzioni di configurazione?
Purtroppo nel "Metro" non c'è spazio per mostrare tutto quello che contiene Windows 8 in cui le numerose funzioni sono sparse in tutto il sistema, difficili da trovare.
Gli utenti esperti vorrebbero personalizzare Metro aggiungendo applicazioni e programmi, ma non troveranno come aggiungere il Pannello di controllo.
La schermata di avvio ha la sua propria finestra di Impostazioni, che rimane però nascosta e difficile da trovare (è necessario spostare il cursore del mouse in altro a destra dello schermo e trovare il pulsante Settings nella barra di menu "Incantesimi" o Charms bar) e non è che abbia tantissime opzioni.
Le principali impostazioni di Windows 8 sono ora distribuite tra il Pannello di controllo e le impostazioni Metro.

Un'altra cosa difficile da trovare sono i Documenti ed anche la modalità di aggiunta dei file al Metro Start.
Stranamente, non è nemmeno semplice spegnere o riavviare il sistema tanto che è stata neccessaria una guida per aggiungere su Metro i tasti di spegnimento e riavvio su Windows 8.
Per avere un menu di impostazioni completo è necessario premere la combinazione di tasti Windows-X che apre un menu in basso a sinistra, dall'aspetto vecchio e spartano.
quel menu comunque è importantissimo perchè contiene pulsanti per accedere al Pannello di controllo, al task manager, al prompt dei comandi e tanto altro.
Meglio ancora, se si preme Win + F, o, semplicemente, si inizia a scrivere sulla barra di ricerca, si potranno trovare tutte le funzioni e le applicazioni di Windows 8.
La ricerca di cose in Windows 8 è eccellente ma bisogna comunque sapere cosa cercare.

Un problema notevole con Windows 8 è che ha cercato di riunire due mondi distanti fra loro: uno per i programmi tradizionali e un altro per le applicazioni Metro che sono qualcosa di completamente diverso.
Si avrà quindi un Internet Explorer standard ed un Internet Explorer Metro, un Google Chrome normale ed uno su Metro e cosi via.
Questo può davvero complicare il modo di lavorare.
Se si vuole lanciare un programma regolare di Windows, per esempio, bisogna cliccare prima sul "Tile" del Desktop (identico a quello dei precedenti Windows ma senza menu Start) ed aprirlo da qui.
I programmi potranno essere miniaturizzati sulla barra delle applicazioni e si potrà passare da uno all'altro da qui.
Se però si torna a Metro, essi sembrano sparire, come se non esistessero.
Nel contempo, in Metro si possono avviare più applicazioni insieme ma non c'è una barra per passare da una all'altra come avviene in Windows XP e Windows 7.
Bisogna invece spostare il mouse in alto a sinistra per vedere le applicazioni attive ma non i programmi, che sono nascosti sotto l'applicazione Desktop.
Anche in questo caso, c'è una soluzione: si deve usare la combinazione di tasti Alt + Tab
Insomma, per iniziare a lavorare con Windows 8 bisognerà veramente imparare le scorciatoie tastiera per Windows 8 e le combinazioni di tasti fondamentali.
Il tasto Windows poi diventa fondamentale per passare da Desktop a Metro e viceversa.

Il vero problema con la Metro apps arriva quando si vorrebbero vedere due applicazioni insieme perchè ciascuna di esse viene sempre avviata a tutto schermo (un po' come avviene nei cellulari smartphone o iPhone).
E' possibile eseguire due app insieme, una accanto all'altra, solo con un monitor ad alta risoluzione o con un doppio schermo.
È possibile comunque visualizzare solo due applicazioni metro allo stesso tempo, e una di queste deve andare sulla barra laterale.
Per fortuna il desktop consente ancora di eseguire più programmi insieme e organizzare le finestre come si è sempre fatto, ridimensionandole e spostandole.
e' importante imparare che le finestre in Metro non esistono più, esse sono solo sul desktop.

Un altro problema per iniziare ed imparare Windows 8 è il modo in cui si divide, talvolta, una funzionalità tra Metro e strumenti desktop.
Ad esempio, Internet Explorer Metro è molto carino da vedere per navigare su internet ma non contiene tutte le opzioni disponibili invece sulla versione normale desktop e non c'è un modo per passare da uno all'altro velocemente.
Altro esempio: si vuol personalizzare l'aspetto del PC? alcune opzioni sono in Personalizza nelle impostazioni Metro, altre e diverse sono invece nel Pannello di controllo completo "Aspetto e personalizzazione".
In questi casi lo strumento di ricerca può aiutare, ma immagino quanti plugin e programmi esterni bisognerà installare per unificare tutte le impostazioni in un solo spazio.

Quello che più, per me, è stato difficile da imparare è sicuramente il come chiudere le applicazioni in Metro.
Come detto sopra, non ci sono le finestre e le app si aprono a schermo intero, senza il classico pulsante X in alto a destra e senza la barra di strumenti col menu File - Esci.
Premendo il tasto Windows si torna alla schermata iniziale ma l'applicazione non viene chiusa e rimane in background.
Ovvio allora che è proprio l'intenzione di Microsoft che i programmi di Metro rimangano sempre attivi fino a quando non si spegne il computer.
Si può chiudere una Metro App spostando il cursore del mouse nella parte superiore dello schermo, finché non si trasforma in un'icona di una mano e poi cliccare, tenere premuto e trascinare verso il bass.
Ancora una volta il metodo più veloce per chiudere un'applicazione è una combinazione di tasti, Alt-F4, che bisogna conoscere e di cui Windows 8 non dà alcuna indicazione.

Ci sarà tanto da imparare prima di capire a fondo Windows 8 e non mancheremo di scrivere guide e tutorial a riguardo.
Tanti problemi sorgeranno nell'uso di Metro, che può non essere utilizzata ma che rimane sempre (a meno che non si applichi un hack già esistente) la schermata iniziale e la più grossa novità di Windows 8 (se non si vuol usare Metro tanto vale allora rimanere col 7).
Personalmente, nonostante i problemi, sono lieto di questi rinnovamenti e penso sarà solo una questione di abitudine per trovare i modi più veloci di lavorare al computer; ciò non toglie che, soprattutto i meno esperti, ne avranno di cose da imparare prima di diventare padroni del nuovo sistema ed apprezzarne i cambiamenti.

Nel frattempo, consiglio a tutti gli appassionati di guardare questo video che riassume, in 10 minuti, come si è evoluto Windows dalla prima versione fino a Windows 7.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)