Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Guida alla schermata Start di Windows 8.1

Pubblicato il: 2 marzo 2012 Aggiornato il:
Come funziona e come si muove la schermata Start di Windows 8 per avviare programmi e applicazioni
Start Windows 8 L'uscita di Windows 8 è molto eccitante per i nerd (meglio dire geek) come me, ma non posso davvero nascondere grossa perplessità per la mancanza della schermata Start.
Questo aspetto del nuovo sistema operativo Microsoft viene da una profonda rivisitazione del concetto di avvio dei programmi, dove il desktop perde di importanza in favore del pannello di lancio Metro, in cui l'elenco di applicazioni diventa il vero sostituto del menu avvio.
Microsoft ha dichiarato che la scomparsa del pulsante Start rientra nel generale obiettivo per cui Windows 8 dovrà essere compatibile ed usabile su qualsiasi dispositivo, sia i pc tradizionali che i tablet touchscreen.

Vediamo allora perchè è stato rimosso il menu Start da Windows 8, come abituarsi al nuovo pannello metro oppure ed anche come ripristinare il menu avvio classico.

Il motivo per cui Microsoft ha levato il menu Start è la sua scomodità con gli schermi touchscreen.
Effettivamente, se si prova Windows 7 su un monitor touch, l'esperienza è pessima e il menu Start è complicato e frustrante da usare a causa delle piccole dimensioni delle voci di menu e delle altre opzioni.
Con la schermata iniziale Metro di Windows 8 invece si ottiene un'interfaccia tattile ottimizzata, con piastrelle di grandi dimensioni, testo di facile lettura e rapida visuale di tutto quello che si può fare con il computer.

Il menu Avvio, presente dalla versione Windows 95, è la raccolta di tutti i programmi installati da cui si può fare una ricerca veloce dei file e da cui è possibile eseguire ogni applicazione.
Non è che sia mai stato perfetto, anzi, in Windows Vista e Windows 7 esso è cambiato diventando un elenco continuo, senza menu auto-espandibili come avveniva in XP, ma rimane sempre il punto di inizio per lavorare.
Con la schermata di avvio Metro, quindi, non c'è più questo elenco aggregatore di collegamenti ai programmi.
In cambio si ha un funzionale pannello a piastrelle di grandi dimensioni che si animano in modo interattivo con le notifiche, e danno un panorama completo di quello che sta accadendo nel proprio mondo digitale.
Le piastrelle rendono più semplice la ricerca delle applicazioni nella schermata di avvio mentre tutti i programmi si possono cercare nel menu di ricerca.
Per richiamare l'elenco dei programmi basta premere il tasto destro del mouse e poi premere il pulsante Tutte le app a destra in basso.
Per cercare un programma particolare, sulla schermata Start di Windows 8, non serve cliccare nulla, basta soltanto cominciare a scrivere il nome.
Per visualizzare la schermata Start in qualsiasi momento, basta premere il tasto Windows sulla tastiera.
Anche sui normali computer, basta usare la rotellina del mouse per scorrere la lista.
Premendo poi la combinazione di tasti Windows-c si apre la cosidetta "Charms Bar" ossia la barra dei controlli con orologio (non più fisso) che compare anche spostando il cursore del mouse sull'angolo destro, in alto o in basso, dello schermo.
Premendo il tasto destro del mouse sull'angolo in basso a sinistra invece compare un menu generale da cui accedere al Prompt dos, al Pannello di controllo, al menu installazione programmi, a Esegui, opzioni di Sistema e altro.
Le opzioni di spegnimento e riavvio che erano sul menu Start di ogni versione di Windows, sono adesso un po' nascoste nella barra controlli (si deve andare nelle impostazioni "settings"), questo perchè i sistemi Windows 8 sono progettati per rimanere sempre accesi e non richiedono mai un riavvio.

In definitiva, la scomparsa del menu Start potrebbe non essere una tragedia e, anzi, la nuova modalità di avvio delle applicazioni, dopo un po' di ambientamento, dovrebbe soddisfare la maggior parte delle persone.
Resta però incompleta la parte desktop di Windows 8 che, senza menu avvio, sembra vuota e quasi inutile.
In un altro articolo viene descritto uno dei migliori programmi per personalizzare Windows 8, Classic Shell per avviare Windows 8 con il desktop, saltare Metro e trovare un menu Avvio.
Un altro pulsante Start Menu per Windows 8 è Pokki, molto bello da vedere con funzioni aggiuntive.
Per aggiungere il menu Start tradizionale a Windows 8 si può anche usare il programma Vistart.
L'effetto collaterale di Vistart è che, per entrare nel pannello metro, non si potrà più usare il tasto Windows ma bisognerà entrarci attraverso la combinazione di tasti Alt-Tab oppure dal barra laterale destra.
Un altro plugin per aggiungere il tasto Start a Windows 8 è Start8 di Stardock che si presenta con uno stile grafico simile a metro, integrandosi meglio con il nuovo design (ma non è gratis).

L'idea di Microsoft di rimuovere il menu Start da Windows 8 rimane quindi buona, ma sarebbe il caso lasciare agli utenti la possibilità di abilitarlo opzionalmente, senza usare programmi esterni, per avere maggior controllo del lato desktop classico.
Come avviene sempre, la maggior parte degli utenti è inizialmente riluttante ad accettare i cambiamenti quindi è normale che questa schermata di avvio a piastrelle riceva molte critiche.
Per come la vedo io, basta soltanto un po' di pratica per abituarsi al nuovo e superare il vecchio, mandando in pensione il menu Start classico.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)