Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Opzioni Firefox per la privacy e la sicurezza su internet

Pubblicato il: 12 gennaio 2012 Aggiornato il:
Opzioni principali per configurare la privacy di navigazione su Firefox e la sicurezza mentre si naviga su internet
Firefox Privacy Firefox, browser nato dal lavoro della fondazione Mozilla, è oggi il terzo browser più usato al mondo dopo Internet Explorer e Chrome (stanno quasi alla pari) ed è stato rinnovato in molti suoi aspetti a partire dalla versione 4 uscita quasi un anno fa. Firefox, come tutti i moderni browser, include diverse opzioni e funzionalità per garantire la privacy di chi naviga su internet ed impedire ad enti esterni (i siti web) di monitorare e tracciare le attività degli utenti.
Molte delle opzioni relative alla sicurezza di Firefox non sono attivate in modo predefinito e, se si ritiene necessario, vanno abilitate manualmente.
Come Google Chrome (vedi guida alle opzioni per la privacy e la sicurezza in Chrome), anche Firefox ha un sistema di tracciamento che invia informazioni e statistiche di navigazione a Mozilla e Google.
Esso serve a Mozilla per migliorare il suo programma ed a Google (grande finanziatore di Mozilla) di fornire suggerimenti di ricerca più mirati e bloccare le pagine web pericolose.

1) Premendo il tasto opzioni di Firefox in alto a destra ed entrando nelle opzioni, si nota subito, nella scheda della Privacy, che si può abilitare l'anti tracciamento dei dati personali.
Se non si abilita tale opzione, alcuni siti web possono tracciare le visite dell'utente che naviga usando Firefox.
Per "tracciamento" si intende quella attività che soprattutto alcune società pubblicitarie utilizzano per raccogliere statistiche sulla cronologia, sui siti visitati e sulle abitudini degli utenti al fine di vendere tali dati o di usarli per migliorare le campagne di web marketing.
Purtroppo, come scrive anche la guida ufficiale, anche abilitando tale opzione, ci sono molti siti che non rispettano la scelta dell'utente ed ignorano l'opzione di Firefox raccogliendo comunque dati personali.

2) I suggerimenti di ricerca sono quelle parole che compaiono quando si cerca qualcosa usando la barra degli indirizzi.
Firefox invia ogni lettera che si digita nella sua casella (quella in alto a destra) al motore di ricerca predefinito (Google), che a sua volta risponde facendo comparire suggerimenti di ricerca.
Se non si vuole che qualsiasi ricerca venga tracciata e se si vogliono disabilitare i suggerimenti basta cliccare sulla casella di ricerca col tasto destro del mouse e deselezionare la relativa opzione.

3) Navigazione sicura
Firefox utilizza la stessa tecnica di Google Chrome per rilevare siti di phishing e malware.
Come fa anche Chrome, Firefox viene aggiornato, da Google, automaticamente, con un elenco di siti Web dannosi ogni 30 minuti. Se si tenta di accedere ad uno di questi siti internet, si vedrà una pagina Google che mette in guardia l'utente riguardo i rischi che possono derivare se si prosegue con il caricamento di quella pagina web.
Questa funzione è molto utile, soprattutto agli utenti meno esperti, per prevenire problemi e inganni di quei siti fatti apposta per danneggiare o per rubare informazioni.
Se comunque si vuol disattivare questo schermo di protezione e non ricevere più l'avvertimento di Google sui siti pericolosi, bisogna andare nelle opzioni di Firefox alla scheda Sicurezza e levare la crocetta da: "Blocca i siti segnalati come minaccia" e "blocca i siti contraffatti".

4) Cookies
I cookies sono quei piccoli file che i siti web rilasciano sui computer quando vengono visitati.
Essi hanno uno scopo per ricordare le impostazioni di configurazioni o le password o alcune altre opzioni specifiche in modo che, quando l'utente torna su quel sito, possa ritrovarle senza ricominciare da capo.
Siccome molte reti pubblicitarie usano i cookie monitorare le attività su internet, li si può voler tenere sotto controllo.
Su Firefox, bisogna andare sulla scheda della privacy, cliccare dove è scritto impostazioni cronologia e scegliere l'opzione delle impostazioni personalizzate.
Deselezionare quindi l'opzione "accetta i cookie di terze parti" che, solitamente, sono quelli usati dai network di pubblicità online.
Ciò può comunque causare problemi con alcuni siti web ed applicazioni che possono smettere di funzionare come dovrebbero quindi, personalmente, consiglio di lasciare l'opzione predefinita.
In alternativa, un modo più scrupoloso di gestire i cookie è autorizzando i siti, uno per uno, a rilasciarli manualmente, ogni volta che viene richiesto.
Nella stessa finestra si può cliccare quindi sull'opzione "conservali fino" e scegliere "chiedi ogni volta".

Se proprio non si volessero conservare i cookie su Firefox ed impedire ogni tipo di tracciamento dai siti internet, si può sempre abilitare l'opzione "cancella la cronologia alla chiusura di Firefox".
Se si preme su Impostazioni, si può lasciare selezionata solo la voce dei cookies cosi, ogni volta che si termina di navigare in internet, essi vengono azzerati e la volta dopo nessun sito riconoscerà che si era già capitati li precedentemente.

5) Rapporti e dati sulle prestazioni e sui crash
Come accennato sopra, Mozilla chiede all'utente di raccogliere statistiche anonime di utilizzo di Firefox in modo da migliorare il browser.
Firefox può inviare segnalazioni di crash ed errori a Mozilla che userà i rapporti raccolti per risolvere eventuali bug.
Se non si vuol partecipare al miglioramento di Firefox si deve andare nella scheda avanzate del menu opzioni e, nella sezione generale, deselezionare le due opzioni: "invia segnalazioni in caso di arresto anomalo" e "invia dati relativi alle prestazioni".
Bisogna notare comunque che Firefox non invia mai i report sui crash automaticamente ma chiede sempre il permesso dell'utente.
I dati sulle prestazioni riguardano informazioni sull'utilizzo dell'interfaccia di Firefox e sull'hardware del computer utilizzato.

Tutte le opzioni di privacy spiegate fino a qui ed anche altre minori sono state raccolte in un unico box di interruttori con l'estensione Privacy Settings.
Questa estensione presenta un un box di impostazioni per attivare o disattivare tutte le varie opzioni di sicurezza e privacy interne a Firefox tra cui anche la geolocalizzazione, il tracciamento dei dati, la raccolta di statistiche anonime e altre cose

6) Per migliorare la privacy e la sicurezza di Firefox esistono poi alcune estensioni davvero uniche nel loro genere che nemmeno Chrome ha.
Le principali sono almeno tre:
Noscript per impedire esecuzione di codice javascript sul proprio browser;
WOT che segnala i siti pericolosi in una scala di affidabilità;
Ghostery per impedire la raccolta dei dati personali.
Queste e tante altre sono nella pagina con 20 Estensioni per la sicurezza di Firefox e per la privacy

Ricordo infine che anche Firefox ha l'opzione per navigare in privato dal browser anche in modo predefinito come scritto nella guida collegata.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)