Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Come ci vede Google e cosa sa di noi?

Pubblicato il: 26 gennaio 2012 Aggiornato il:
dati personali su Google La notizia da cui partire è che Google, proprio in questi giorni, ha aggiornato la sua Privacy Policy, ossia le sue regole per il trattamento dei dati personali degli utenti che usano il servizio.
La principale novità è che adesso la Policy Privacy di Google è più concentrata e ristretta, più facile da leggere e unica per tutti i suoi servizi (Google non è solo ricerca ma anche Gmail, Youtube, Maps, Docs e tanto altro).
Questo aggiornamento viene dopo la decisione di unificare tutte le applicazioni Google in un unico account protetto da un'unica password che prevede la registrazione di un indirizzo Email con Gmail e l'automatica creazione di un profilo su Google+.

Al di la dei vari cavilli di una policy privacy, quello che può essere interessante guardare è come Google ci vede, cosa sa di noi, cosa riesce a sapere riguardo le nostre preferenze, lavoro, hobby e passioni ed anche come riesce ad identificarci.
Tutti questi dati sono raccolti, in modo anonimo, da Google tramite i suoi siti e tramite Google Chrome per due motivi:
- Per fornire risultati di ricerca più pertinenti per ogni persona.
- Per avere indicazioni di mercato e fornire annunci pubblicitari e banner mirati.

LEGGI ANCHE: Controlla tutti i dati che Google raccoglie su di noi

Nella policy privacy viene indicato come Google registra tutte le ricerche che vengono fatte su internet sul suo motore di ricerca.
Ogni volta che si digita qualcosa viene inviato a Google un'informazione simile a questa:
123.45.67.89 (indirizzo IP identificativo di rete) - 25/Mar/2003 10:15:32 (data) -
http://www.google.com/search?q=navigaweb (dopo la q= c'è il termine cercato) -
Firefox 1.0.7; Windows NT 5.1 - 740674ce2123e969
Qui c'è il video che spiega in un minuto cosa avviene quando si cerca su Google


Google offre due strumenti di verifica e di controlo dei dati personali per gli utenti registrati:
1) uno per controllare quali dati personali sono stati registrati sul proprio account Google.
2) uno per vedere cosa Google sa di noi e quali sono le preferenze sugli annunci pubblicitari da visualizzare.

Del primo, la Google Dashboard, avevo già parlato in passato.
Dalla pagina https://www.google.com/dashboard si può controllare ogni servizio Google utilizzato e quali informazioni vengono condivise con l'esterno.
In un altro articolo, avevo già spiegato come i risultati di ricerca Google cambiano a seconda della persona o del pc

Il secondo invece si chiama Annunci sul web e mostra un profilo utente creato automaticamente da Google per una persona, sulla base delle ricerche fatte, sulle abitudini di navigazione ed i siti internet visitati.
Questo profilo viene generato per migliorare la pertinenza degli annunci pubblicitari che devono comparire su un computer.
Quindi, penso sia anche una cosa divertente vedere a cosa, secondo Google, sono più interessato.
Nel mio caso le categorie di interesse sono grosso modo azzeccate: Sport, Notizie, tecnologia, computer e internet.
Sbagliata invece è l'età prevista per me e, purtroppo, Google mi vede più vecchio di quello che realmente sono: Età: 35-44.
Per fortuna ha azzeccato il fatto che sono un Maschio.

Esso si basa sulle informazioni registrate da un cookie particolare che Google rilascia ogni volta che si visita un suo sito o un partner.
Per Google, ogni persona è un numero alfanumerico in cui sono registrati dei parametri ed alcune informazioni demografiche spesso poco precise.
Premendo sul link "rimuoverli o modificarli" si accede alla pagina di preferenze annunci dove non si possono fare modifiche ma, soltanto, si possono rimuovere categorie oppure cancellare le informazioni demografiche su Età e Sesso.
il profilo pubblicitario quindi non si può modificare, o si prende cosi com'è oppure lo si disattiva.
Sempre dalla pagine di preferenze, si può disattivare il cookie premendo sul tasto Opt-out.
Questo non significa che le pubblicità spariranno ma che esse saranno casuali e non più pertinenti per la propria età, la propria origine geografica ed i propri interessi.

Personalmente, visto che tanto la pubblicità c'è ed in alcuni casi può anche essere utile, lascerei tutto come sta apprezzando il fatto che almeno Google fornisca uno strumento di scelta, seppur molto limitato.
Chi invece ci tiene alla propria privacy e non vuole condividere alcuna informazione su internet nè con Google nè con altri, ben più aggressivi, network pubblicitari, può installare alcuni plugin sul browser per non farsi tracciare online bloccando la raccolta di dati personali su internet.

LEGGI ANCHE: Controllo privacy account Google, ricerche e dati personali

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)