Navigaweb.net
Programmi Sicurezza Windows Guide PC iPhone Android Tecnologia Rete Facebook Immagini Musica Giochi

Data:

Migliorare il wifi Le connessioni wireless sono ormai lo standard per collegarsi a internet in molte case ed uffici, sia perchè levano l'ingombro di tirare lunghi cavi nelle stanze, sia perchè tramite wifi diventa possibile collegarsi a internet da cellulare /smartphone, da iPhone, da iPad, da Playstation, Nintendo DS, Xbox ed anche da alcuni modelli di televisori.
La connessione wifi si può ottenere a casa collegando al cavo di rete principale (la presa internet) un router che distribuisce il segnale nell'ambiente.
Si può anche creare una rete wifi usando un pc Windows 7 come Hotspot oppure con la funzione Hotspot di un cellulare Android o Windows Phone 7.
Il problema con le connessioni wireless, sono di due tipi: può verificarsi che la connessione cada e si disconnetta ripetutamente interrompendo quindi trasferimenti di dati oppure può essere che il segnale sia troppo debole.

Per migliorare il segnale Wifi, potenziare il trasferimento di dati e per evitare disconnessioni frequenti, ci sono diversi modi e si può lavorare con semplicità tramite alcuni tool per Windows e con delle applicazioni per cellulari Android che, anche in questo caso, diventano molto utili.

1) Prima di tutto bisogna sapere che le connessioni wifi trasmettono dati a certe frequenze radio, in modo circolare, verso tutte le direzioni.
Il segnale quindi può disperdersi nelle direzioni sbagliate ed essere disturbato da altre fonti di trasmissione o da impedimenti fisici come le porte.
Su Google si trovano diverse soluzioni (vedi video) per concentrare l'emissione del segnale, tra cui una davvero semplice, usando una lattina tagliata a metà, senza fondo, che si mette intorno l'antenna per direzionare il segnale.
Per ottenere prestazioni ottimali è importante posizionare il router wireless in una posizione centrale del luogo, lontano dai muri e dal pavimento, lontano da oggetti metallici che possano disturbare il segnale.

2) Dal punto di vista software, parte centrale di questo post, è possibile analizzare e migliorare il segnale che proviene dal router sia usando alcuni programmi per Windows sia usando alcune applicazioni per Android.
Xirrus Wi-Fi Inspector permette di capire e, quindi, risolvere problemi come segnale debole, poche tacche di ricezione e disconnessioni frequenti.
Grazie a questo strumento è possibile analizzare il segnale e trovare il canale migliore da cui trasmettere.
I router, di default, vengono impostati quasi tutti sullo stesso canale, il numero 6.
Se si abita in un centro urbano pieno di case o uffici, può darsi che il canale sia molto trafficato quindi bisogna cambiarlo dalle impostazioni del router mettendo il numero 1 o il numero 11 usando Xirrus per capire quale segnale è più libero e meno usato dalle wifi ricevute.
Seguire le indicazioni della guida per configurare un router wifi e trovare, tra le varie opzioni, quella relativa al canale (channel).

Un altro ottimo programma per studiare le connessioni wireless migliori ed i canali è InSSider di cui ho già parlato nell'articolo Collegarsi al canale wireless della rete wifi senza interferenze nel segnale che consiglio di leggere per chiarire cosa significa "canale".

Sempre per Windows, si può usare il tool NetSurveyor, un'applicazione che scopre le reti Wi-Fi esistenti e ricevibili in una zon e raccoglie informazioni sui punti di accesso wireless nelle vicinanze.
Tramite grafici dettagliati, esso mostra statistiche in tempo reale sulla potenza e la qualità del segnale, sul canale, il tipo di radio, lo stato di attività e la crittografia.
NetSurveyor è comunque uno strumento diagnostico per professionisti.

Con altri programmi è possibile infine disegnare una mappa del segnale per vedere dove prende meglio il wireless

Se si possiede un cellulare Android, si può installare l'applicazione gratuita wifi analyzer che analizza le reti wireless ricevute dal telefono, ne mostra la potenza di segnale e dà anche indicazione riguardo ai canali, mostrando quelli migliori.
L'applicazione Wifi Radar invece è perfetta se usata in luoghi aperti perchè mostra gli access point graficamente, in modo da sapere da dove proviene il segnale e, quindi avvicinarcisi per migliorare la ricezione.

3) Il problema di connessione wireless debole potrebbe comunque continuare e, nonostante l'impostazione del canale più libero, si possono verificare comunque disconnessioni frequenti.
Il problema quindi potrebbe essere non del router ma della scheda di rete wireless del computer.
Dal pannello di controllo, entrare nel centro delle connessioni di rete ed aprire l'elenco delle connessioni di rete (su Windows 7, link "Modifica impostazioni scheda".
Cliccare col tasto destro del mouse sulla connessione wireless, cliccare su Proprietà e poi su Configura.
Nella scheda Avanzate, si può leggere, alla prima riga, la proprietà 802.11b oppure 802.11a o 802.11g.
Questo indica il tipo di scheda di rete secondo gli standard più utilizzati e, se possibile, conviene cambiarla in 802.11g.
Se si utilizza un router che supporta la proprietà 802.11n, potrebbe essere molto vantaggioso cambiare la scheda di rete del computer per supportare questo tipo di segnale molto più veloce.
Inoltre, tra le proprietà, notare se si può abilitare il miglioramento delle prestazioni (come l'Intel Enhancement), mettere al massimo la gestione dell'energia se configurabile e controllare se esiste un'opzione sull'aggressività del roaming.

4) Se si hanno due router, si può leggere la guida per aumentare il segnale wifi collegando i due router tra loro.


Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
2 Commenti
  • Anonimo
    09 dic 2011, 17:41:00

    GRAZIE molto utile.

  • alexandermj
    05 feb 2012, 01:47:00

    Senza parole!!!!utilissima guida!!!!