Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Resettare tutte le configurazioni di un pc danneggiato da malware

Pubblicato il: 18 ottobre 2011 Aggiornato il:
Windows danneggiato Virus e malware non entrano nei computer per danneggiare il sistema tanto per fare un dispetto, essi nascono e vengono diffusi con obiettivi molto più subdoli, spesso legati a politiche commerciali fraudolente.
i migliori malware rimangono nascosti sul pc, senza dare nell'occhio, solo per moltiplicarsi ed aprire un accesso cosi, i pirati informatici, possono usare a proprio piacimento le risorse di quel computer.
Questi virus però hanno anche meccanismi di autodifesa e modificano automaticamente alcune impostazioni di Windows per rendere più difficile all'utente la loro rimozione.
Ad esempio, può essere disattivato il task manager, l'editor di registro, l'antivirus, il firewall e possono essere cambiate, senza alcun avviso, le impostazioni di internet provocando problemi di connessione e apertura di pagine web pubblicitarie.
Forse Windows anche si comporta in modo strano, con strani messaggi di errore come quelli dei file di sistema non trovati o corrotti.
Nel momento in cui, tramite un antimalware, si rimuove la presenza del virus sul computer, bisogna poi fare i conti con i danni che esso ha creato e resettare le impostazioni di Windows.
Gli antivirus sono bravi a rimuovere i malware ma non a riparare i danni anche perchè, quando un'impostazione di Windows viene modificata, teoricamente, non c'è errore.

LEGGI ANCHE: Azzerare il PC senza formattare e perdere dati creando un nuovo utente

Dopo aver seguito la guida su come rimuovere malware, spyware e falsi antivirus, si può essere liberi dai virus, ma scoprire che alcuni programmi non funzionano come dovrebbero, o altri che non funzionano affatto quindi, per resettare il computer danneggiato da un malware, occorre seguire alcuni passaggi per tornare alle impostazioni predefinite, anche col supporto di alcuni programmi.

Vorrei escludere o tenere come ultima possibilità la reinstallazione di Windows da zero che assicura certamente il ritorno alla normalità, ma che costringe ad un lavoro lungo e noioso.
In questo caso consiglio di leggere la guida per salvare tutto e reinstallare Windows se il computer non parte o non funziona.

Prima di pensare alla soluzione estrema conviene, secondo me, provare il reset delle impostazioni di sistema e cercare di individuare manualmente e riparare le aree che il malware ha danneggiato.
Questo approccio non offre alcuna garanzia quindi si potrebbero perdere ore a cercare di risolvere e finire per reinstallare Windows lo stesso.
In molti casi però, i danni del virus anche apparentemente più cattivi, possono essere riparati in pochi minuti se si conoscono i trucchi giusti.

Prima di tutto, se l'antivirus dice che è stata rimossa un'infezione, ma il PC ancora non si comporta come dovrebbe, allora la prima domanda da porsi è se è rimasto qualche malware che sta causando problemi.
Provare allora a rifare una scansione completa con l'antivirus ed avere anche una controprova usando la scansione con un altro strumento come il gratuito Malwarebytes Anti-Malware, sempre consigliato in queste circostanze per la sua precisione e la profondità della scansione.
Non si possono installare due antivirus diversi nello stesso computer e Malware Bytes (MBAM free), oltre ad essere uno scanner potente, non interferisce con l'antivirus già installato.
Mi raccomando di non iniziare le riparazioni prima di avere la conferma che il PC sia libero da virus.

Come spiegato in un altro post, il comando SFC è la soluzione per ripristinare file non trovati o corrotti.
Nel caso invece sia un problema di impostazioni sballate, conviene operare un reset per ripristinare le impostazioni predefinite di Windows.
I malware solitamente vanno a modificare alcune configurazioni nel cuore del sistema che sono difficili da trovare a occhio, quindi fare il reset totale delle varie opzioni del Pannello di controllo (senza cancellare nulla) è la soluzione più conveniente (anche se si perdono eventuali personalizzazioni fatte).
Ogni proprietà di Windows può essere facilmente riportata al valore predefinito e, in questo elenco, vediamo quelle principali che, spesso, vengono alterate dai virus.

1) Se il menu Avvio appare sbagliato o confuso, fare clic col tasto destro sul pulsante Start, scegliere Proprietà -> Personalizza -> Usa impostazioni predefinite e vedere se torna normale.

2) I malware spesso modificano le impostazioni delle cartelle quindi, dal pannello di controllo, aprire le Opzioni cartella e cliccare Ripristina valori predefiniti.

3) Se i file sul computer si aprono con programmi diversi o non si aprono affatto, forse sono cambiate le associazioni.
Andare allora su Start -> Programmi predefiniti -> Impostazioni accesso ai programmi e scegliere poi il browser predefinito, il programma di posta elettronica, il lettore multimediale ed altri programmi predefiniti, tutto in un'unica operazione.
Nell'articolo su come cambiare le asscoiazioni dei file con i programmi predefiniti in Windows, ci sono ulteriori istruzioni.

4) Se Internet Explorer non funziona correttamente, andare al Pannello di controllo -> Opzioni Internet e controllare le varie impostazioni modificandole manualmente e comunque, nella scheda sicurezza, e cliccare su Ripristina livello predefinito per tutte le aree (se è grigio, non ti preoccupare, questo significa che sono già su default).
In alternativa, c'è sempre l'opzione di reset totale di Internet Explorer, facendo clic su Opzioni Internet > Avanzate > Reimposta che rimuovere tutta la cronolgoia, file temporanei, plugin e personalizzazioni.
Per riparare IE ci sono anche tool di riparazione automatica per correggere errori di Internet Explorer.

5) Una modifica subdola dei malware è la modifica dei criteri di sistema per impedire agli utenti di eseguire alcuni programmi e di eseguire le attività di manutenzione.
Sulle versioni Windows Professional, Ultimate e Enterprise si può aprire l'editor delle policy (Start -> Esegui -> gpedit.msc) e cambiare i permessi nell'impostazione Configurazione utente\Modelli amministrativi\Componenti di Windows\Windows Explorer.
Altrimenti usare il registro di sistema (Start -Esegui - regedit) andando sulla chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\ e, ad esempio:
- Se non è possibile eseguire l'Editor del Registro di sistema (regedit), si può installare un editor di registro avanzato e poi eliminare il valore DisableRegistryTools se è presente sulle chiavi HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\System e HKEY_CURRENT_USER\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\System, .
- Se invece non si può avviare il task manager, controllare, nelle stesse chiavi, se c'è un valore DisableTaskMgr ed eliminarlo.

Per facilitare il lavoro di ripristino delle funzioni di Windows, si può scaricare un tool automatico per ripristinare il task manager, il registro di sistema, il prompt dos.
Un programma nuovo per riattivare il Task Manager, ripristinare Windows Update, aggiustare Windows Installer e risolvere molti altri problemi in pochi clic è Crisis Aversion Tool (CAT)

6) Ripristino della rete
A volte la rimozione di malware profondamente radicati può provocare errori alla connessione internet.
Se si utilizza il firewall di Windows 7, è possibile resettarlo aprendo la finestra di configurazione dal Pannello di controllo e premendo il link "Ripristino impostazioni predefinite".
Si possono resettare le impostazioni di connessionee aprendo una finestra di comandi DOS (Start > Tutti i programmi > Accessori > Prompt dei comandi) lanciando i comandi netsh int ip reset c: \ resetlog.txt (premere Invio) e poi netsh winsock reset (Invio).
Dopo aver eseguito questi comandi, riavviare il computer.

Come visto in un altro articolo, si può usare il tool Complete Internet Repair per Riparare la connessione internet e ripristinare la rete

7) Refresh PC per resettare l'avvio dei servizi e i valori del registro di sistema.

8) In un altro articolo ci sono i migliori tool per risolvere problemi comuni ed errori con fix automatici, tra cui Windows Repair, un programma fondamentale da tenere sempre pronto nel cassetto degli attrezzi.

9) Sui pc portatili, come visto, si può fare un ripristino del computer alle impostazioni di fabbrica che però terrei come ultima opzione perchè, in certi casi, equivale quasi ad una reinstallazione di Windows.

LEGGI ANCHE: Fare il reset di Windows tornando con le impostazioni iniziali

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)