Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Disattivare la localizzazione posizione in Chrome, Firefox e altri browser su PC o falsificarla

Ultimo aggiornamento:
Come disattivare la richiesta di localizzazione della posizione in Chrome, Opera, Firefox, Safari e Internet Explorer o come
opzioni posizione chrome firefox I browser moderni, tra cui Chrome, Firefox, Opera e Safari, includono la "geolocalizzazione" tra i servizi di base del browser.
Geolocalizzazione per un browser significa che quando si visita un sito che ne fa richiesta di localizzare la posizione, come avviene anche sugli smartphone, può riconoscere il luogo esatto da cui ci si collega.
Quello che fanno è tentare di localizzare il computer nel mondo sulla base dell'indirizzo IP, il WiFi o il percorso di rete.
Questa richiesta di trovare la posizione del PC viene, quasi sempre, visualizzata quando si visitano siti web che vogliono personalizzare l'esperienza e le informazioni fornite in base al posto in cui si trova l'utente, per interagire meglio con alcune applicazioni, con le mappe, con i siti di shopping e con i social network.
Ad esempio, si possono localizzare i tweet su Twitter, gli aggiornamenti Facebook e la posizione su Google e su Google Maps, cosi da poter velocizzare la creazione di itinerari.

Ovviamente questa opzione non è affatto obbligatoria quindi, per chi ci tiene alla privacy o per qualsiasi altro motivo, si può facilmente disattivare la localizzazione della posizione su Chrome, Firefox, Edge, Opera, Safari oppure, come vedremo alla fine, si può anche falsificare la geolocalizzazione.

LEGGI ANCHE: Come falsificare GPS e localizzazione su Android per sembrare in un posto diverso

Tanto per cominciare, quando un sito web vuole sapere da dove ci colleghiamo, chiede sempre il permesso all'utente di rilevare la posizione.
Quindi anche se sul browser è attivo il servizio di localizzazione, per essere poi usato da siti esterni, c'è una protezione che impedisce che sia automatica, con una richiesta di autorizzazione.

1) In Google Chrome, si può disattivare la richiesta di localizzazione dalle impostazioni di Chrome, premendo il tasto in alto a destra con i tre pallini, andando in Mostra impostazioni avanzate, poi premendo il tasto Impostazioni Contenuti sotto la sezione Privacy e, infine, scorrendo verso il basso fino a trovare le opzioni sulla Posizione.
Si può decidere di ricevere sempre richieste di autorizzazioni oppure non consentire ad alcun sito di monitorare la nostra posizione in ogni caso, disattivando anche la richiesta.

2) La localizzazione su Firefox si può disattivare aprendo il menu di configurazione nascosto.
Per accedere alle impostazioni nascoste di Firefox digitare about:config nella barra degli indirizzi ed aprire i parametri di configurazione.
Dalla barra in alto, cercare il parametro geo.enabled e farci un doppio click sopra per renderlo false.

3) Per disattivare la localizzazione in Opera, che utilizza lo stesso nucleo di base di Chrome, premere sul Menu nell'angolo in alto a sinistra, andare in Impostazioni e poi selezionare la sezione dei Siti web per trovare le opzioni relative alla Posizione.

4) In Internet Explorer 11 è possibile disattivare i servizi di localizzazione dal menu Opzioni Internet -> Privacy, selezionando l'opzione "Non consentire ai siti web di richiedere la posizione dell'utente".

5) Per disattivare la localizzazione della posizione in Safari su Mac si devono aprire le Preferenze di Sistema del Mac (non quindi in Safari) e poi andare alla sezione Sicurezza e Privacy e trovare l'opzione che disattiva i servizi di localizzazione sotto la sezione Privacy.

In alternativa, per ingannare alcuni siti, si può anche dichiarare una posizione falsa su Firefox e Chrome (che non significa però navigare in modo da falsificare l'IP come si farebbe usando programmi VPN)

Su Firefox si può falsificare la localizzazione installando l'estensione Geolocater.
Dal menu strumenti -> Geolocater -> Manage si può aggiungere, cliccando sul +, una nuova posizione geografica per dire al browser una falsa localizzazione che può essere qualsiasi parte del mondo.
Quando si accede ad un sito web che vuole sapere la posizione, si potrà inviare questa falsa informazione.

Su Chrome si può usare l'estensione Manual Geolocation, che permette di scegliere da quale parte del mondo farsi localizzare.

NOTA FINALE
La geolocalizzazione non riguarda la privacy della connessione internet.
Si tratta solo di un servizio internet per l'interazione con alcune applicazioni online, quindi disattivarlo o falsificarlo non significa che non si possa essere rintracciati.
L'indirizzo IP non vine coperto o cambiato artificialmente quindi non c'è alcun anonimato su internet.
In altri articolo sono scritti i metodi per navigare anonimi oppure per navigare in privato o in incognito con i browser )che è ancora una cosa diversa).
In un altro articolo è spiegato come utilizzare Tor e simulare connessioni da altri paesi con ip straniero.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
Un Commento
  • rico
    1/5/17

    Ho giusto ritrovato le impostazioni che, nel tempo, ho aggiunto in about:config (Firefox) per la massima privacy (oltre c'è solo TOR):
    privacy.trackingprotection.enabled =true
    trim.urls =false
    toolkit.telemetry.enabled =false
    network.dns.disable.prefetch =true
    network.http.sendRefererHeader =0
    network.http.sendSecureXSiteReferer =false
    network.prefetch.next =false
    geo.wifi.uri =127.0.0.1
    geo.enabled =false
    dom.storage.enabled =false
    dom.event.clipboardevents.enabled =false
    datareporting.healtreport.upload.enabled =false