Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Spostare la cache di Chrome e Firefox sulla RAM e navigare più veloci

Ultimo aggiornamento:
spostare cache Chrome e FirefoxDavvero curioso che un browser cosi moderno e ricco di funzioni come Google Chrome non abbia una impostazione per cambiare il percorso dove vengono memorizzati i file temporanei e, quindi, per spostare la cache del browser.
Firefox ha questa opzione nel menu di configurazione interno; un po' nascosta, ma almeno c'è.

Spostare la cache del browser web (Internet Explorer, Firefox e Chrome) potrebbe essere una operazione inutile se si possiede un computer con un hard disk molto capiente ma, grazie ad un trucco, può consentire un sensibile aumento della velocità di navigazione su internet e del caricamento delle pagine web.
Il trucco si basa sui RAM Disk ossia sulla conversione di una parte di memoria RAM in spazio disco virtuale.
La RAM è la memoria più veloce del computer che si svuota automaticamente allo spegnimento del pc mentre l'hard disk è la memoria fisica dove i dati rimangono fino a che non sono cancellati manualmente.
Quando i dati sono memorizzati sulla RAM, vengono caricati molto più velocemente dal computer quin i, spostare la cache di Internet Explorer, di Firefox o di Chrome sulla memoria RAM consente di navigare internet più velocemente.

Andando con ordine, vediamo prima come cambiare il percorso di salvataggio dei file temporanei e della cache di Internet Explorer, Firefox e Chrome.
Internet Explorer è molto facile perchè l'impostazione si trova nel menu di opzioni principale sotto la voce "cronologia di navigazione".

Per spostare la cache su Firefox bisogna invece aprire una nuova scheda di navigazione e digitare sulla barra indirizzi: about:config .
Dopo aver accettato le condizioni di Mozilla, premere col tasto destro in un punto vuoto e scegliere Nuovo -> Stringa.
Nella casella del nome scrivere browser.cache.disk.parent_directory mentre come valore si deve scrivere il nuovo percorso che, ad esempio, può essere E:\BrowserCache (dove 'E' potrebbe essere un'altra lettera) e premere OK.
In caso il valore esista già, basta modificarlo dandogli come valore la nuova cartella.
Firefox crea automaticamente la cartella dove salverà i file temporanei, i cookie e tutta la cache di navigazione.

Spostare la cache di internet in Google Chrome è invece più difficile.
Ci sono due metodi:
1) Usando i link simbolici (leggi come spostare le cartelle da un disco a un altro) di cui ho parlato qualche tempo fa, cosi da spostare la cartella della cache senza però modificare le impostazioni del browser.
In questo caso si deve individuare la cartella della cache che in Windows 7 è in C:\Utenti\{nome utente}\AppData\Local\Google\Chrome\User Data\Default\Cache.
Per creare un link simbolico in un altro percorso o in un altro disco del computer si deve aprire il prompt dei comandi (Start -> Esegui -> cmd) e dare il seguente comando (su Windows 7):
mklink /d e:\cache "C:\Users\pomhey\AppData\Local\Google\Chrome\User Data\Default\Cache"
e:\cache può essere un altro percorso.

2) La seconda strada invece prevede di premere col tasto destro sul link nel desktop di Google Chrome, andare al percorso Destinazione e dare il seguente parametro di avvio --disk-cache-dir="E:\BrowserCache".
Alla fine, nella riga destinazione sarà scritto (In Windows 7): C:\Users\nome_utente\AppData\Local\Google\Chrome\Application\chrome.exe --disk-cache-dir="E:\BrowserCache" .
In questo caso però la cache sarà spostata solo se si apre Chrome avviando il browser da questo collegamento, non quindi in assoluto.

Adesso, se si volesse velocizzare Firefox, Chrome o anche Internet Explorer spostando la cache sulla più veloce memoria RAM, bisogna creare ed installare un RAM Disk sul computer che, come si vede dalla guida, è un'operazione facilissima.
Come programma posso consigliare di installare RamDisk Dataram che, automaticamente, crea questo nuovo disco virtuale (contrassegnato dalla lettera E o altra) visibile in Risorse del computer, il cui spazio è in realtà una parte di RAM.
All'interno del Ram Disk E, si può creare una cartella Browser_Cache da usare alternativamente per Firefox, Chorme, Internet Explorer o anche per tutti e tre assieme.
Spostando la cache di Firefox, Chrome o Internet Explorer con i metodi sopra visti, sul disco RAM, si inganna Windows dicendo al computer di memorizzare i file sulla memoria invece che sul disco.

Questo trucco è consigliato a tutti coloro che hanno computer con più di due o 3 Giga di Ram e permette di dedicare parte di memoria al salvataggio di file temporanei del browser web.
Siccome i browser come Firefox e Chrome non prendono mai tutta la memoria fisica e siccome scrivono continuamente dati e file sull'hard disk, potrebbe velocizzarsi la navigazione su internet dedicando parte di memoria alla cache ed impedendo ai programmi di navigazione internet di usare il disco rigido.
Il browser si avvia in un lampo, il passaggio tra le schede più veloce ed i tempi di caricamento delle pagine web si riducono.
L'effetto collaterale di questo trucco è che, spegnendo il computer, la RAM si azzera e si perdono l'intera cronologia, i file temporanei, i cookie e le password salvate come se si fosse usata la modalità di navigazione privata, in incognito o anonima.

Se ci sono problemi con i percorsi o con il significato di questi concetti informatici più difficili da capire che da usare, lasciate pure un commento.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)