Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Come difendersi da minacce di sicurezza che un antivirus non protegge sul computer

Ultimo aggiornamento:
cosa non protegge un antivirusC'era un tempo in cui si sicurezza informatica significava fare in modo che l'ultimo ad uscire dall'ufficio chiudesse la porta.
Purtroppo quei tempi risalgono a più di 10 anni fa ed oggi anche il computer di casa va protetto adeguatamente per non vederlo scoppiare sotto i colpi di virus e intrusioni.
Il computer è un elettrodomestico costoso ed importante per chiunque, anche perchè può contenere informazioni private come nessun altro apparecchio elettronico (tranne, in alcuni casi, il cellulare).

Si parla sempre, anche in questo blog, di sicurezza informatica intesa come protezione dai virus informatici e, erroneamente, si garantisce che il computer sia al sicuro se viene installato un antivirus aggiornato.
Questo può portare a fraintendimenti pericolosi che lasciano il computer vulnerabile a falle di sicurezza diverse.
Parliamo allora di quello che un antivirus non può proteggere e cosa fare per mettere al sicuro il proprio computer.

1) Accesso fisico di estranei o Furto
Uno dei principali problemi che provocano, spesso, furti di informazioni private e scherzi di cattivo gusto è l'accesso non autorizzato al proprio computer.
Non ci vuole di certo un hacker per approfittare dell'assenza del proprietario e mettersi a curiosare sul suo computer.
L'effettivo furto riguarda invece coloro che usano i computer portatili fuori casa, all'università o a lavoro.
I ladri di notebook di solito rubano i portatili per venderli e non per curiosare tra i dati privati ma questo non significa che la propria sicurezza non sia compromessa.

In un caso o nell'altro, inutile pensare che basti la password di accesso a Windows che, come dimostrato, può essere facilmente trovata o annullata (vedi come accedere a Windows senza password).
Mi si chiedeva in una email se, per proteggere le informazioni di un computer che può essere rubato, convenisse impostare una password al bios oppure se usare un programma antifurto per computer.
Secondo me la password al bios no conviene perchè sarebbe da inserire ogni volta che si accende il pc; meglio sicuramente un programma con antifurto gratuito come Prey.
Per come la vedo io, la cosa migliore da fare è tenere i dati importanti come quelli bancari in file e cartelle protette con password sicura e utilizzando programmi come Keepass per proteggere le password di siti web.
Quello che non bisogna fare, se si usa un portatile in giro che può essere usato da altre persone, è memorizzare le password sul browser senza protezione.

2) Accessi non autorizzati da remoto
Alcune persone ritengono che basti installare un antivirus per essere protetti da qualsiasi minaccia informatica proveniente dall'esterno.
Beh, non è così; il Firewall è ugualmente molto importante.
Gli antivirus sono in grado di rilevare i file sospetti e metterli in quarantena, ma non fanno nulla contro gli attacchi che cercano di prendere l'accesso al computer dall'esterno della rete locale.
Gli hacker usano, a volte, questi attacchi per creare una "botnet", una serie di computer zombie che vengono manipolati da un estraneo.
Questi computer sono poi utilizzati per attività come campagne di spam o attacchi DoS (vedi articolo su attacchi Ddos per maggiori dettagli).
La buona notizia è che quasi tutti gli antivirus a pagamento sono suite di sicurezza complete che integrano un firewall.
Chi utilizza un antivirus che non ha il firewall integrato invece può installare sul computer uno dei migliori firewall gratuiti citati in un altro articolo.

3) Virus su penna USB o altre periferiche esterne.
L'antivirus sicuramente blocca le minacce che cercano di copiarsi sul computer ma, se il virus viene portato manualmente e volontariamente, può non riuscire a bloccarlo.
un virus dentro una semplice penna USB può essere letale anche per un pc ben protetto.
Questi attacchi stanno diventando sempre più frequenti perchè alcuni virus possono copiarsi sulle memorie esterne, hard disk o chiavette USB, all'insaputa del proprietario che poi può diffondere la malattia agli amici, collegando la penna infetta su altri computer.
Per esempio, un virus può anche riposare dentro la memoria del cellulare, di uno smartphone, di un iPhone, di una macchina fotografica e colpire come il dispositivo viene collegato al computer tramite la porta USB.
Addirittura, ma questo è un caso limite che non succederà mai, un hacker ha dimostrato che era possibile installare un keylogger sulla tastiera stessa (se questo accadesse non ci sarebbe difesa).

Per difendersi da questo tipo di problemi non c'è molto da fare se non stare sempre attenti a quello che viene collegato al proprio computer.
Per le penne usb avevamo visto come sia importante disabilitare l'autorun e proteggere il pc da virus al loro interno.

4) Phishing
Un attacco di phishing si verifica quando, quello che sembra essere un sito familiare, tenta di accedere alla memoria del computer.
Sono le tipiche Email del tipo "Il tuo account di banca è stato disattivato, clicca qui per riattivarlo" e chiede la password bancaria.
Il sito web che fa phishing è una copia perfetta del sito originale e trae in inganno i meno esperti ed i disattenti.
Questi attacchi sono difficili da rilevare e stanno diventando sempre più sofisticati.

I programmi antivirus non proteggono da questo rischio perché, tecnicamente, non si tratta di virus.
Le suite antivirus a pagamento hanno tutte una protezione antiphishing integrata.
Ci sono anche modi per proteggersi da minacce di phishing senza pagare una suite di sicurezza costosa.
Si possono controllare i siti internet sicuri con alcuni strumenti online e seguire le indicazioni scritte sull'articolo: Proteggere i conti di banca online.

In conclusione, i programmi antivirus sono solo il primo passo nella sicurezza dei sistemi informatici e dei computer.
Mentre molte minacce saranno fermate da un antivirus aggiornato, non tutti i pericoli di sicurezza possono essere fermati ma, con questo articolo, facciamo un deciso passo in avanti per difenderci da quello che un antivirus non può proteggere.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)