Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Configurare un Mac in una rete aziendale Windows per lavorare in ufficio

Ultimo aggiornamento:
Mac in ufficioPersonalmente ho sempre criticato la scelta di acquistare un computer portatile Mac della Apple per usarlo come un normale personal computer o come pc aziendale.
Sono bellissimi da vedere, fanno fare un figurone davanti ad amici e colleghi, sono potentissimi ma hanno uno straordinario problema: oltre al fatto che costano il doppio rispetto a pc portatili equivalenti "normali", sono difficili da configurare soprattutto nelle impostazioni di rete e in un ambito lavorativo.

In realtà la parola difficile non è esatta perchè qualsiasi pc diventa complicato da capire se non lo si è mai usato.
Il problema è che per uno che usa un pc Mac vi sono 10 persone che usano un pc Windows e nei grandi uffici e ambienti di lavoro la proporzione aumenta di molto.
Avviene quindi che chi ha un Mac si trovi in difficoltà ad integrarsi con gli altri.
Onde evitare di fare la figura dei viziati qundi, se la maggior parte delle persone usa Windows, bisogna sapere come integrarsi senza rimanere esclusi e rendere la propria macchina Apple compatibile con i computer Microsoft dei colleghi.

I sistemi Mac usano un sistema operativo, Leopard, basato su Unix e molto differente da Windows (che non è Unix).
In questo articolo vediamo come configurare un sistema Mac OS X in un ufficio dove ci sono altre persone che usano Windows.
Le operazioni principali da saper fare ad occhi chiusi sono: accedere a un server in remoto o a una unità di rete, connettersi alle stampanti condivise, controllare la email da un server Microsoft Exchange e accedere ad altre risorse che sono dentro una rete di computer Windows.

Condivisione di file e cartelle
I Mac possono lavorare senza problemi in una rete Windows ma bisogna consentire la condivisione in modo esplicito per farli funzionare.
Per attivare la condivisione, andare in Preferenze di Sistema, fare clic su Condivisione e premere il tasto "File Sharing".

Per condividere una cartella in rete in modo che possa essere vista anche dagli altri si deve cliccare sull'icona + sotto la sezione delle cartelle condivise.
Scegliete la cartella che si vuole condividere e modificare opportunamente i permessi abilitandola per chiunque.
Sulle Opzioni bisogna poi scegliere di condividere i file con SMB.

A questo punto gli utenti della rete di Windows possono accedere alle cartelle condivise del Mac semplicemente cliccando sulla relativa icona che si trova in Risorse di rete su Windows.

Accesso a una unità di rete da un computer Mac
Per accedere a una rete di unità condivisa (o una cartella), aprire il Finder e nella barra dei menu, andare alla opzione per connettersi a un server.
Nella finestra si deve quindi scrivere in questo modo: smb://nomeserver/nome_cartella (per esempio: smb://fileserver01/finance)
In alcuni casi, potrebbe essere necessario utilizzare l'indirizzo IP del server Windows quindi si scrive smb://192.168.10.10/finance oppure si può scrivere il solo indirizzo ip e vedere le cartelle del server facendo clic sul pulsante Sfoglia.

Cliccando sull'icona + viene salvata la connessione tra i preferiti in modo da non doverla più scrivere a mano.
Al termine, dopo aver premuto il tasto connetti per tutte le risorse aggiunte, si dovrebbe essere in grado di vedere le cartelle condivise dei pc Windows in rete sulla barra laterale del FInder.

E-mail di Microsoft Exchange Server
Il prossimo sistema operativo Snow Leopard includerà sicuramente un supporto per il server Exchange della Microsoft in modo da poter facilmente configurare le Mail, il calendario iCal e la Rubrica Indirizzi.
Fino a che non viene rilasciato i installato questo aggiornamento allora si può comunque leggere la propria posta aziendale dal server Exchange sul Mac, anche se con funzioni limitate.

Andando su App Mail del Mac, al menu preferenze, si può aggiungere un nuovo Account di posta elettronica.
Senza usare le impostazioni automatiche, levando il flag dalla relativa voce, si clicca su Continua e, nella finestra successiva, si sceglie, come tipo di account, quello Exchange, compilando poi i dettagli richiesti.

L'account in questo modo dovrebbe gia andare e si dovrebbe riuscire a scaricare la posta aziendale tuttavia, se ci fossero problemi, si può usare il programma CrossOver che è molto simile a Microsoft Office e che contiene anche un software identico a Microsoft Outolook.

Accesso a Internet dal Mac
Se l'azienda dove ci si trova a lavoro non utilizza server proxy, si dovrebbe essere in grado di accedere a Internet, semplicemente collegando il cavo Ethernet in ufficio.
Se si dispone di connessione Wi-Fi in tutto, le reti wireless disponibili appariranno automaticamente sul computer e quindi tutto è molto semplice e immediato.

Se invece viene richiesto un server proxy, allora bisognerà farselo dire dall'amministratore di rete e raccogliere tutti i dettagli che possono essere un indirizzo ip e una porta oppure uno script automatico.
Una volta che hai i dati del server proxy, dalle Preferenze di Sistema sul Mac si seleziona la voce Rete.
Per la connessione che si utilizza, che sia essa Ethernet o Wifi, si va sulla scheda avanzate per settare il web proxy manualmente.

Se si configura il proxy con uno script, è possibile selezionare l'uso di un file PAC.
Nella procedura guidata si può quindi inserire l'indirizzo o l'URL dello script oppure navigare autonomamente cercando il file e cliccando su Scegli file.
Durante l'immissione dell'URL ricordare di utilizzare il formato smb://nomeserver/script.pac.

Aggiunta di stampanti di rete o condivise
La procedura per aggiungere una stampante di rete per il Mac è molto simile a quella di aggiungere un'unità di rete: Dalle Preferenze di Sistema, selezionare Stampanti e fax e cliccare sull'icona + per aggiungere la stampante.
Nella scheda dove richiede l'indirizzo IP, digitare l'indirizzo e il nome della stampante nel formato ServerStampa/nomestampante. Potrebbe essere necessario utilizzare l'indirizzo IP del server di stampa.
Mac OS X cerca di rilevare automaticamente il tipo di stampante, ma è anche possibile specificarlo manualmente.

Per importare preferiti e segnalibri sul browser del Mac (Safari o Firefox) da un pc Windows basta esportarli dal computer con il sistema operativo Microsoft e poi importarlo sul browser Mac.
Per sincornizzare i bookmarks (i preferiti) si può anche usare una applicazione web come Xmarks che è un plugin famoso per Firefox.

Una volta che il Mac e il funzionamento nel suo ufficio, è possibile importare i bookmark di altri Intranet e di Internet Explorer o Firefox sul vostro "ufficiale" Windows PC a Safari o Firefox in Mac. Basta scegliere l'opzione appropriata esportazione dal browser Web per salvare i vostri bookmarks a voi il file, copiare che il vostro Mac e poi importarlo nel browser del Mac web.

Per chiudere, un ultimo consiglio è quello di creare un account utente separato per il Mac e lavorare senza usare l'account personal in modo da mantenere i file separati ed evitare la condivisione accidentale dei propri file privati all'interno della rete in ufficio.
È possibile aggiungere altri account dalle preferenze di sistema -> Account e quindi attivare Cambio rapido utente.

Se non avete capito nulla di quello che ho detto, magari potrebbe essere utile leggere cosa vuol dire entrare nelle cartelle condivise di altri computer nella stessa rete.

Se ho omesso qualcosa oppure se avete precisazioni o correzioni da fare, i commenti sono a libera disposizione come sempre!

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)