Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Gestire l'energia su Windows, consumare meno elettricità e risparmiare

Ultimo aggiornamento:
Gestire il consumo energetico di un computer è molto importante per quattro motivi:
- Per risparmiare in costi di elettricità;
- Per bruciare meno risorse energetiche e dare un piccolo contributo allo sfruttamento dell'ambiente creando meno inquinamento;
- Per far si che, d'estate, il pc non generi ulteriore calore riscaldandosi troppo
- Per allungare la vita del computer o del portatile e quella di un monitor LCD.

Quando si parla di queste cose sembra sempre di fare retorica ma penso sia sempre meglio sapere come sfruttare le risorse informatiche in maniera sostenibile e meno consumistica.

In un altro articolo ho scritto di come calcolare il costo del consumo energetico di un pc sulla bolletta della luce.

La Microsoft, nei suoi sistemi Windows, ha sempre trascurato la gestione energetica mettendo un tool un po' nascosto e poco funzionale che si trova nel pannello di controllo.
Di fatto si può decidere un periodo di tempo trascorso il quale il pc si può spegnere oppure può andare in ibernazione o semplicemente si disattiva il monitor.
Il problema è che manca la possibilità di settare dei profili di energia e pianificare la loro entrata in funzione durante una giornata.

In un altro articolo, per venire incontro all'esigenza di coloro che non vogliono mai spegnere il pc perchè hanno bisogno di utilizzarlo velocemente senza attendere la procedura di avvio, avevamo visto due programmi molto potenti in grado non solo di spegnere il pc automaticamente o mandarlo in standby o ibernazione ma anche che riescono a risvegliarlo e riaccenderlo da solo a un orario prestabilito.

Tornando al consumo energetico, in un altro articolo avevamo nominato diversi programmi di gestione tra cui spiccano Edison Energy Saving e BattStat che permettono anche di far risparmiare batteria di un pc portatile.

Sempre adatto ai portatili, per controllare la temperatura e il calore, resta sempre efficace il programma segnalato l'estate scorsa chiamato Notebook Hardware Control.

Monitor ES è un piccolo software che serve soltanto a creare una scorciatoia da tastiera immediata per spegnere il monitor e per riattivarlo.
Si capisce che gli screensaver piacciano ma è davveromolto più utile spegnere il monitor piuttosto che far girare un salva schermo 3D che fa girare il pc a massima potenza.

Un po' di cronaca sul cambiamento di rotta della Microsoft che si sta dimostrando molto più vicina al risparmio energetico iniziando un programma chiamato Microsoft Hohm.
Esso consente alle persone di monitorare e gestire l'elettricità consumata navigando su internet e stando al computer.
Non è un semplice software ma una specie di accordo in cui gli utenti registrati devono anche compilare dei questionari sulle loro abitudini che andranno a creare delle statistiche per area consultabili da tutti.
Avendo cosi un confronto tra i propri consumi e quello degli altri, ci si può rendere conto se si sta bruciando più corrente elettrica degli altri.
Parte importante della sensibilizzazione sono i consigli che vengono dati per risparmiare energia e denaro.
Il programma Microsof Hohm è attivo per ora soltanto negli Stati Uniti.

Nel caso si voglia capire che potenza deve avere il trasformatore del proprio pc per funzionare regolarmente, si può usare il programma online di Newegg's in cui inserire tutti i dati del computer.
Spesso i trasformatori nei pc sono sovradimensionati perchè venduti a stock senza fare attenzione.
Questo provoca, a volte incompatibilità con il resto dell'hardware e instabilità del sistema che si manifesta con arresti improvvisi.
In altri casi invece non succede nulla ma chiaramente il pc va a consumare più elettricità di quanto dovrebbe.

Altri tool e software per il risparmio energetico, saranno aggiunti in coda a questo post e se ne conoscete qualcun altro, fate sapere che non bastano mai.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)