Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

I migliori web hosting per ospitare un sito web a prezzo basso

Ultimo aggiornamento:
Uno dei fattori più sottovalutati e meno conosciuti da chi vuole aprire il proprio sito internet è la scelta del web hosting ossia la compagnia o azienda da pagare per aver il proprio spazio su internet in cui ospitare il sito.
In un altro articolo abbiamo provato a vedere i criteri e le linee guida da seguire per scegliere il nome del dominio ossia l'indirizzo internet del sito; in questo post invece vediamo come scegliere l'azienda "Web Hosting", che dovrà ospitare sui suoi server, i contenuti del sito.
Non per forza le due cose coincidono, si può comprare il nome senza avere un server e si può portare il proprio sito da un server a un altro senza modificare l''indirizzo internet.

Molto sinteticamente, rivolgendomi soprattutto ai neofiti, un sito internet è un contenitore di dati che sono memorizzati su un server, ossia su un computer, gestito da una azienda chiamata Web Hosting, che rimane sempre acceso e rende sempre raggiungibili da internet e disponibili a tutti quei dati.
La domanda allora è: Chi gestisce questi server? Dove stanno i dati e tutti i contenuti del mio sito? Siamo sicuri che quel computer non si spegne mai e rimane sempre raggiungibile?
Questi, oltre ad altri fattori, sono le principali discriminanti che distinguono un buon web hosting da uno cattivo e scadente.

Se una persona o una azienda apre un sito internet o un blog, vuole sempre essere sicuro che esso sia online 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.
Inoltre si spera che, nel caso le visite al sito aumentino oppure se si registrano picchi d'ascolto, esso si apra senza soffrire sovraccarichi di dati, con la stessa velocità di risposta che avrebbe se venisse visitato da una persona sola.
Uno dei maggiori difetti dei siti internet infatti è la velocità di caricamento, quando, ad esempio, aprendo una pagina web, essa ci mette più di 10 secondi a caricare, anche se io possiedo una connessione velocissima.
Peggio ancora sarebbe se la banda del web host fosse limitata con la conseguenza che, ad esempio, dopo 1000 visitatori in un giorno, il sito va offline.
La velocità di risposta non è solo un fattore di qualità da far percepire ai visitatori del sito ma è anche molto importante per i motori di ricerca come Google che, anche nelle sue linee guida su come ottimizzare un sito, spiega chiaramente che meno tempo ci mette un sito ad aprirsi, meglio viene indicizzato.

Il miglior sito internet dove scegliere il web hosting e trovare quelli più economici, quelli più performanti, quelli più completi e con meno limiti è il sito web Hosting Reviews, un motore di ricerca che permette di trovare il migliore spazio per un sito web per tutte le esigenze, personali e professionali o aziendali ed a qualsiasi prezzo.

Chi cerca su internet un web hosting per registrare il proprio sito, vede davanti a se un numero considerevole di risultati dove tante aziende fanno offerte a prezzi stracciati per registrare da loro il dominio o per comprare il web hosting.
La maggior parte di queste offrono una generosa larghezza di banda (più c'è banda più la velocità di risposta e dicaricamento è elevata), spazio su disco (lo spazio per conservare i dati del sito comprese le immagini e i file), e diversi account di posta elettronica.
Vista l'impossibilità di sapere se tutto ciò è vero e se effettivamente le prestazioni promesse sono reali, le variabili più importanti per scegliere a chi affidare il proprio sito diventano il costo e la disponibilità del supporto tecnico.

In primo luogo, sarebbe importante, se possibile, stabilire di che cosa si ha bisogno.
Comep er ogni prodotto, ci sono tipologie diverse per esigenze diverse e, nel caso dei siti internet, ci si deve chiedere:
Sto aprendo un sito personale o un aziendale?
Voglio vendere prodotti online oppure faccio un blog puramente informativo?
Voglio far scaricare file di grandi dimensioni dal mio sito?
Quanti visitatori mi aspetto o spero di avere in un dato giorno?

Prima di acquistare, è meglio leggere i feedback di chi ha gia comprato e non c'è nulla di male a chiedere ai gestori dei siti più maturi, che ricevono tante visite, un consiglio.

Se, come abbiamo detto sopra, un web hosting conserva i dati del mio sito su un server, è importante sapere che reputazione ha questa azienda, nella gestione tecnica di questi server, se sono sempre funzionanti, in quanto tempo risolvono problemi tecnici, se non lasciano il sito offline per un giorno nel caso vada via la luce e soprattutto se sono ben protetti contro i virus e gli attacchi hacker.
Siti che vengono buttati giu o sporcati da hacker sono all'ordine del giorno e per un pirata informatico e per uno spammer, non c'è nulla di meglio di una pagina web per diffondere malware o per raccogliere dati sui visitatori.

Riguardo all'assistenza tecnica, si può subito vedere dalle home page dei web hosting se esiste un numero di call center o almeno un indirizzo mail per il supporto e nulla vieta di provare a scrivergli per vedere in quanto tempo rispondono.
Questo non deve essere considerato un servizio extra; le società di web hosting sono consapevoli che non esiste un "orario di lavoro regolare" per un sito internet raggiungibile da tutto il mondo e i loro clienti vogliono parlare con un vero essere umano, indipendentemente dal momento o dal giorno.
Anche in questo caso, non bisogna darlo per scontato e ci si deve assicurare in anticipo che ci sia un servizio di supporto o uno SLA di 24/7/365.

Parlando di ampiezza di banda, oggi quasi tutti la offrono illimitata ma, se si pensa a scrivere un blog pubblico o un qualcosa di commerciale, non ci si devono porre vincoli al numero di visite giornaliere possibili quindi sempre meglio assicurarsene con certezza.

Se si pensa di volere funzioni extra, come un largo spazio per memorizzare le fotografie, un ampio database di informazioni, o altri add-on, è meglio chiedere in anticipo se il pacchetto di hosting supporta e offre queste cose.

Molto importante è la presenza di un pannello di controllo accessibile da internet. Questo permette di aggiungere o modificare un account di posta elettronica, di modificare la configurazione del sito e fare la modifica dei file di base.
Questi pannelli di controllo sono spesso interfacce grafiche che rendono facile per tutti il lavoro di apportare modifiche strutturali al sito senza dover conoscere il linguaggio HTML.

Quando si parla di Database o di SQL, si intende la gestione dei dati, (quando si vedono menu a tendina o motori di ricerca interni tipo i siti di viaggi, ci sono dietro ampi database); l'FTP (File Transfer Protocol) invece è il protocollo per trasferire dati dal proprio pc al sito e per caricare nuovi contenuti op nuovi file.

Da segnalare che quando si firma un contratto con una società di web hosting si va a comprare uno spazio su un computer e non l'intero server perchè esso viene condiviso con altri siti internet.
Questo è assolutamente normale, abbassa i costi di gestione e aumenta il livello di sicurezza e di controllo.
Vorrei precisare anche che non importa se il sito risiede in Italia o negli USA perchè su internet non esistono confini geografici quindi può non essere sbagliato registrare il proprio dominio e comprare lo spazio su un server che sta in America o in Canada.

Se si volesse fare e-commerce, si deve scegliere un servizio hosting che supporti un carrello degli acquisti e che gestisca le transazioni con carta di credito usando il protocollo si sicurezza SSL (Secure Sockets Layer).
Queste caratteristiche consentono di configurare il proprio sito di vendita al dettaglio in modo rapido e con costi minimi.

Ma quali sono i migliori web hosting in Italia e nel mondo?
In ambito mondiale una classifica che parla di prestazioni, si trova per quanto riguarda gli hosting per i blog sul sito Tagliablog.com.
Alle prime 2 posizioni ci sono Media Template e Datagram, due aziende americane che ospitano alcuni dei siti più visitati al mondo che però hanno dei costi di gestione piuttosto elevati.
Al terzo posto si posiziona Blogspot (tutti i siti www.xxx.blogspot.com) che è fornita gratis da Google anche se con qualche limite come l'assenza di un database, un dominio di secondo livello e l'impossibilità di caricare file per i download.

Poi c'è la classifica dei web hosting più usati in Italia, che non corrisponde sicuramente a una classifica per qualità ma può aiutare nella scelta.
In Italia al primo post c'è Aruba il quale offre il prezzo più basso e fa un sacco di pubblicità ma che spesso sui forum specializzati viene criticata per bassa qualità.
Per avere un elenco dei web hosting italiani in ordine alfabetico si può guardare la lista sul sito Dmoz.org.

Nel mondo, la classifica dei migliori web hosting in termini di siti ospitati, mette ai primi posti per siti ospitati compagnie americane come GoDaddy, affiliata a Google, Enom, Register.com (in Italia c' Register.it) e diversi altri.

In un altro articolo c'è un elenco con i migliori web hosting gratuiti.

Per concludere, considerare che, se si ha un sito internet, non tutto deve essere caricato sullo spazio comprato per quel sito.
Mi spiego meglio con un esempio: Se voglio fare un sito con i video, conviene caricarli prima su Youtube e poi mettere il codice sul proprio sito.
Stesso discorso per le fotografie o le immagini che possono essere conservate su siti come Flickr o su Tinypic, sfruttando i loro server infiniti.
Per offrire il download di file anche grandi, ci sono tante soluzioni diverse viste in altri articoli sui migliori siti per caricare file e condividerli.
Per caricare documenti o moduli da riempire si può usare Google Docs o Zoho mentre per avere una piattaforma di pagamenti online può essere sufficiente (ma dipende dai volumi) un modulo di Paypal.

Avere un sito proprio è bello, uno spazio web aziendale è fondamentale ma è importante scegliere il proprio web hosting anche considerando tutte le alternative offerte dalle piattaforme gratuite (o che si fanno pagare poco) che sono sempre attive, controllate, online 24 ore su 24, che non spariscono mai ed offrono prestazioni elevatissime.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
5 Commenti
  • Giordano Dalla Vecchia
    29/1/14

    Salve a tutti,

    mi chiamo Giordano e sono resp. assistenza di PRHOST.it.

    Vi vorrei segnalare il nostro servizio di HOSTING GRATIS su: www.prhost.it ;
    offriamo spazio e banda illimitata ad ogni utente ,
    tecnologia: PHP5 e MySQL5 .

    il servizio e' molto veloce ed affidabile perche' utilizziamo solo server con 32MB di RAM minimo e limitiamo il numero di siti su ogni server.
    Per questo le prestazioni sono velocissime e la registrazione e' completamente gratuita.

    L'unica cosa che viene richiesta e' ti pubblicare un banner pubblicitario, inserito di default in ogni pagina) in cambio del servizio di hosting.

    Saluti,
    Giordano
    resp. assistenza
    PRHOST.it TEAM

  • Facciunsalto FUS
    23/9/15

    Con la nostra promozione avrete 20€ di rimborso su ogni acquisto hosting!
    Curiosi? Leggete qui: http://fus.news/1KNJ08y

  • francescomargherita
    13/10/15

    Blogger ha il grandissimo pregio di aver avvicinato decine di migliaia di persone al blogging, tuttavia le limitazioni diventano eccessive quando si entra nel professionismo e ci si trova a competere con funzionalità e prestazioni dei CMS ospitabili sui servizi hosting a pagamento. Un hosting economico come Tophost o uno professionale come Flamenetworks sono strumenti indispensabili da un certo momento in avanti. Poi dipende da cosa vuoi ottenere e come.

  • Claudio Pomes
    13/10/15

    p.s. questo sito è su blogger

  • uninc
    26/5/16

    Stò per sviluppare un sito personale senza troppe prestese e stavo pensando di acquistare un dominio+spazio condiviso. Tra le varie offerte da me visionate spicca quella di hostingperte.it vhe mi garantirebbe la registrazione del dominio compreso nel pacchetto annuale.
    Ora la mia indecisione riguarda il fatto se prendere il pacchetto basic a 20€ all'anno con con 500MB oppure quello più grande con 800MB di spazio a 35€ all'anno.
    tutti i pacchetti non hanno particolari restrizione da quanto ho potuto leggere nei dettagli, chiedo a voi sicuramente molto più esperti di me, se mi conviene prendere il pacchetto più costoso o altre soluzioni. di aruba non ho sentito parlarne bene altre proposte sarebbeo gradite però preferirei un fornitore italiano con annessa assistenza in lingua italiana.
    Grazie per eventuali risposte