Navigaweb.net
Programmi Sicurezza Windows Guide PC iPhone Android Immagini Musica Rete Facebook Giochi Windows 8

Data:

google ricerca in httpsGoogle, il mese scorso, ha lanciato una versione crittografata del suo motore di ricerca di siti web attivando quindi il protocollo https sul dominio Google.com.
Come detto in un recente articolo, navigare in https, significa entrare in internet con connessione criptata SSL (Secure Sockets Layer) e dà la sicurezza agli utenti che nessun dato esca dal proprio computer e possa essere visto dall'esterno, nemmeno da chi amministra quel sito web.

Cercare in https può essere una esigenza di sicurezza di chi vuole impedire ad altri di intercettare i termini di ricerca digitati ed i risultati.
Un effetto gradito di questa introduzione è l'apertura di internet, nelle scuole e nelle organizzazioni aziendali o gli uffici, dove il web tradizionale in http viene bloccato.
Cerca con Google in HTTPS ha permesso di aggirare alcuni di questi filtri presenti in strutture scolastiche, università ed aziende.
Siccome però, Google ha avuto alcuni problemi con le altre applicazioni web che fornisce, ha deciso di spostare ricerca HTTPS su un nuovo dominio, su un altro sito internet, raggiungibile all'indirizzo https://encrypted.google.com così da renderlo indipendente rispetto le Google Apps.
Oggi però è cambiato tutto: (Aggiornato il 6.3.12) le ricerche sono protette in https su Google.it per gli utenti registrati.

Non c'è quindi più bisogno di aggiungere manualmente il motore di ricerca criptato di Google nell'elenco dei motori predefiniti con i browser Internet Explorer, Firefox, Google Chrome e Opera, a meno che non si usi Google senza accedere all'account.

1) Dalla versione 14 di Firefox le ricerche Google sono in https, sempre.

2) su Opera, aggiungere un nuovo motore di ricerca è assolutamente semplice:
Basta aprire l'indirizzo https://www.google.it , cliccare col tasto destro sulla barra di ricerca, premere su "Crea un motore di ricerca" e, dalla scheda che si apre, dare un nome (ad esempio Google SSL), aggiungere una chiave qualsiasi e mettere il flag dove dice di usarlo per Accesso Rapido.
Da adesso, il nuovo Google in https sarà presente nel menu a tendina della casella d iricerca in alto a destra.

3) Con Google Chrome bisogna cliccare col tasto destro del mouse sulla barra degli indirizzi che fa anche da campo per la ricerca web.
Dopo aver premuto su "Cambia motori di ricerca", si può premere su Aggiungi, dare un nome, dare una chiave come "Google sicuro" e, infine, scrivere, sul campo URL, questa riga da copiare e incollare:
https://www.google.it/search?hl=it&{google:RLZ}{google:acceptedSuggestion}{google:originalQueryForSuggestion}sourceid=chrome&ie={inputEncoding}&q=%s

4) Su Internet Explorer infine, si deve andare su questa pagina web relativa alla creazione di nuovi motori di ricerca ed inserire, nel campo ULR, il seguente indirizzo:
https://www.google.it/#hl=it&source=hp&q=TEST&aq=f&aqi=g10&aql=&oq=&gs_rfai=&fp=88242e8e973818a7
e premere il tasto Installa Provider.
IE vuole che si inserisca come URL la ricerca con la parola TEST e nient'altro.

Per finire, rassicuro tutti che, in questo modo, anche la ricerca SSL in https con Google riporta risultati in lingua italiana.

Ricordo infine che si può anche usare un motore di ricerca privata con Google che non memorizza i cookie e non visualizza i risultati personalizzati.


Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.