Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Risparmiare inchiostro e cartucce della stampante

Ultimo aggiornamento:
Tutti i modi per stampare consumando meno inchiostro possibile: 11 modi per risparmiare le cartucce della stampante
risparmio cartucce stampanti Penso che uno dei problemi più fastidiosi dell'era informatica sia la bassa durata delle cartucce di inchiostro della stampante e il loro prezzo elevato, tanto che una stampante nuova, costa meno di due cartucce di inchiostro.
Se penso a quante stampanti ho cambiato a casa e a quante, in generale, ne vengono messe in disuso, per il solo fatto che l'inchiostro sia finito, vengono i brividi per un tale spreco di risorse.

Scrivo questo articolo quindi sperando di tirare fuori consigli preziosi, affinchè la vita delle stampanti duri di più e le cartucce di inchiostro siano usate con più efficienza e meno sprechi.

Tralasciando il fatto che, a seconda della tipologia di stampante che si acquista, è già possibile risparmiare inchiostro e toner, in questo articolo, supponiamo che abbiamo già una nostra stampante e che vogliamo utilizzarla nel modo più efficiente per farla durare di più , mantenendo una decente qualità di stampa.

1) Usare Un font diverso
Cambiare font rispetto quello predefenito può far risparmiare più del 25% di inchiostro sulla stampa di 100 fogli.
In un altro articolo abbiamo visto i risultati di test e ricerche su quale fosse il font o carattere migliore per risparmiare sulla stampa di documenti.
Consigli generali nello scrivere sui programmi di video scrittura sul computer come Word o OpenOffice sono poi di usare il meno possibile il testo in grassetto e di scrivere con caratteri più piccoli.
Grafici e designer conviene che utilizzino le moderne tecniche di separazione dei colori al fine di evitare inutili sprechi di inchiostro.

ecofont Si potrebbe anche scaricare, per ottenere il massimo risparmio, il carattere Ecofont è stato sviluppato dalla Spranq e, come si può vedere nell'immagine, è un tipo di scrittura caratterizzato da minuscoli fori che fanno risparmiare inchiostro.
Chiaramente, l'immagine è ingrandita, la scrittura reale posso assicurare, è assolutamente leggibile e presentabile anche a livello lavorativo e aziendale.
Secondo le stime, questo tipo di di carattere fa risparmiare circa il 20% di inchiostro o di toner, rispetto ai font standard.
Per usare la versione gratuita si deve scaricare il file ttf dell'Ecofont Vera Sans regular.
Sul sito sono disponibili comunque istruzioni dettagliate per guidare utenti meno esperti all'installazione; su Windows, è facilissimo e basta spostare il file ttf scaricato, nella cartella C:/Windows/Fonts o cliccarci sopra due volte.
Aprendo, ad esempio, Microsoft Office Word, si troverà, nel menu a tendina della scelta carattere, il tipo Ecofont Sans.

2) La Revisione del documento
Ritengo sia assolutamente inutile stampare qualcosa, prima di aver rivisto a fondo il contenuto per controllare errori e rischiare di dover stampare un documento più e più volte.
Selezionare quindi quello che si vuole stampare perchè, generalmente, di un manuale o di un libro, si può aver bisogno solo di alcune pagine o alcuni capitoli quindi è inutile stamparlo tutto interamente.
Inoltre è veramente dispendioso stampare la grafica, le foto e i disegni quando quel che interessa è soltanto il testo.

3) Configurare le opzioni di Word
bozza veloce Se si stampa una parte di testo per la correzione di bozze si deve sempre stare attenti a stampare con attivata l'opzione "bozza veloce".
Prma di stapare quindi è consigliabile assicurarsi che questa opzione sia settata correttamente, quindi senza mai stampare cliccando sul pulsanti di stampa ma andando su File-->Stampa-->Proprietà di stampa.

4) Quando si stampa di una pagina web oppure interi siti internet, bisogna fare attenzione a tutti gli elementi inutili ed eliminare tutta la grafica, pubblicità e immagini.
Si può fare senza software aggiuntivi ma, molto meglio grazie a dei servizi online come Print What You Like descritti in un altro post.

GreenPrint 5) Usare un programma che gestisca meglio le stampe.
Printeco è un programma per Windows che si installa come estensione di Microsoft Office per Word, Excel e Powerpoint.
La versione gratuita per uso personale permette di gestire la stampa dei documenti aperti con i programmi Office in modo da risparmiare inchiostro e fogli di carta con semplicità.

Un altro programma più complesso e interessante è GreenPrint che analizza i processi di stampa e, guidato dall'utente, elimina da solo tutte quelle pagine che vengono stampate inutilmente e quelle indesiderate.
Inoltre, è possibile stampare un file trasformandolo in PDF, che non richiede nè inchiostro/toner nè carta.
Per fornire un po 'di motivazione, GreenPrint tiene traccia della quantità di carta che riesce a far risparmiare.

Un altro programma per risparmiare carta e stampare più pagine in ogni foglio è iPrint di cui ci parla in un altro articolo.

6) Opzioni di configurazione di una stampante
Invece di scegliere manualmente la "bassa qualità" o la "bozza veloce" ad ogni stampa, come indicato sopra, è preferibile mettere questa impostazione di default in modo da usarla sempre e, solo occasionalmente, cambiare manualmente per stampare a qualità più alta.
Per impostare permanentemente le impostazioni di stampa, bisogna andare (per Windows) su Start > Impostazioni > Stampanti e fax, premere il tasto destro sulla stampante che viene utilizzata, selezionare "Preferenze di stampa".
Ora, il modo di presentare queste opzioni dipende dalla marca della stampante quindi cerco di dare una linea guida generale per dove trovare le opzioni che interessano questo post.

a) Prima di tutto, prendere nota delle opzioni di layout di stampa.
Si deve considerare si possono stampare più pagine su un unico pezzo di carta e su entrambi i lati di un foglio.
Entrambe le opzioni possono risparmiare un sacco di inchiostro / toner e carta stessa.
Devo ricordare che se si modificano le impostazioni da qui, ogni processo di stampa userà questa impostazione predefinita.

b) Stampare in bianco e nero (greyscale) perchè la cartuccia dei colori costa molto di più della cartuccia nera e si consuma molto rapidamente.

c) Per alcune stampanti è possibile ridurre la risoluzione grafica.
Questa opzione è di solito all'interno del menu "impostazioni avanzate".
300 dpi (dots per inch) sono in genere sufficienti per la maggior parte degli scopi, tra l'altro, l'alta risoluzione ha senso solo se si sta utilizzando carta fotografica di alta qualità perchè la carta normale non recepisce alcun miglioramento.

A seconda dei casi poi, alcune stampanti, hanno delle opzioni predefinite per il risparmio di inchiostro che si chiama, generalmente, "Ecoprint" e, se c'è, conviene usarla.

7) Usare sempre l'anteprima di stampa e controllare ciò che si sta stampando.
Dopo si può decidere di modificare manualmente le impostazioni, per esempio, stampare più pagine su un foglio solo oppure di ridurre le dimensioni di un'immagine o, ancora, per fogli di calcolo tipo Excel, diminuire la dimensione delle tabelle stringendole in modo appropriato e facendone entrare il più possibile in un unico foglio.

8) Quando si avvia una stampa, pare banale dirlo, ma non si pensi che il pc non abbia recepito il comando.
Capita spesso infatti che il computer tardi a stampare, perché magari è rallentato da altri programmi o processi, e ho visto persone inesperte premere più volte il tasto di stampa perché convinti che il pc non abbia preso il comando.
Il risultato è poi di avere 5/6 copie dello stesso foglio perché è stato stampato più volte.
Ebbene, basta premere il tasto stampa una sola volta e attendere perchè nel caso ci siano errori, questi verranno senz'altro segnalati: può essere che si sia inceppata la carta, può essere finita, oppure ci sono problemi di comunicazione tra stampante e pc o ancora la stampante è spenta...
Nei casi in cui ci si sbagliasse bisogna cancellare i processi e le code di stampa come spiegato nella pagina intitolata "Gestire e rimuovere le code di stampa in modo veloce".

9) Spegnere la stampante quando non viene utilizzata perché, a parte il risparmio energetico, bisogna anche sapere che, quando essa è spenta, le cartucce di inchiostro vengono protette e non si seccano conservando una maggiore autonomia di inchiostro.

10) Stampare fino a che non si esaurisce del tutto la cartuccia senza allarmarsi se il pc segnala che l'inchiostro sta per esaurirsi.

11) Per ultima cosa, consiglio sempre di dare una letta ai manuali di istruzione della stampante per seguire i consigli di manutenzione che vengono regolarmente ignorati da tutti.

Rimando ai vostri commenti per ulteriori consigli di risparmio e grazie per la lettura se siete arrivati in fondo.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
Un Commento
  • Pier
    18/9/15

    ringrazio per la spiegazione però la mia stampante Epson XP315, non stampa se non cambio la cartuccia colore che indica essere in esaurimento anche se metto scala di grigi. Quindi sono costretto, anche se la stampa è ancora ottima (troppa inutilmente) a cambiarla. Ho provato a togliere la cartuccia del colore e rimetterla senza cambiarla (pensando di ingannare la stampante) niente da fare. Non posso utilizzarla. Ma perché usa il colore se ho impostato scala di grigi? Grazie