Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

22 cose da fare per ottimizzare Windows ed avere il PC veloce e stabile

Ultimo aggiornamento:
Guida completa su come ottimizzare Windows per avere un PC veloce, stabile e senza errori
pc stabile e veloce Un computer, molto più rispetto una macchina, non solo ha bisogno di una manutenzione regolare, ma anche di configurare alcune impostazioni per ottimizzare il sistema e renderlo più veloce e meno soggetto ad errori nel futuro.
Questa guida generale può valere per qualsiasi computer, sia esso potente o vecchio ed economico, sia con Windows 10 che con Windows 7 e 8.1, sia per un PC di lavoro che per uno utilizzato per navigare su internet o giocare.
La guida, che cerca di comprendere praticamente ogni cosa da fare per ottimizzare Windows, si divide in 22 punti che possono rimandare ad altre guide a seconda dello scopo che si vuol raggiungere, che può essere quello di mantenere il computer stabile oppure di ottenere il massimo della velocità, il tutto cercando di non usare programmi esterni.
Saranno invece trascurati i trucchi e le procedure più complesse che portano pochi vantaggi o risultati assolutamente trascurabili per la maggior parte delle situazioni.

1) Disabilitare applicazioni in avvio automatico
Il principale problema di un PC sono i programmi installati e, nello specifico, quelli che si avviano automaticamente.
Mentre è giusto che alcuni di questi programmi, come l'antivirus, siano automatici, altri come Skype non hanno alcun motivo di avviarsi da soli.
Abbiamo visto la guida per disattivare l'avvio di programmi automatico in Windows notando quanto questo sia diventato facile in Windows 10 e Windows 8.1, semplicemente aprendo il task manager.

2) Disinstallare i Bloatware
Oltre ai programmi che rallentano l'avvio, bisogna assolutamente controllare la lista dei programmi installati e rimuovere tutti quelli chiamati bloatware, ossia programmi grossi che non si usano mai.
Per esempio, se Skype non lo si utilizza mai, perchè tenerlo?
Per altri programmi, poi, ci sono numerose alternative molto più leggere e veloci e basta pensare allora ad Adobe Acrobat reader, visto che esistono molti altri programmi gratuiti legger per aprire i PDF che funzionano anche meglio.
In linea generale, andare dal Pannello di Controllo, poi su Programmi e funzionalità, selezionare i programmi non usati e disinstallarli.
Inoltre, in Windows 10 e Windows 8, conviene vedere tutte le app installate dal menu Start e rimuovere quelle mai usate.
Installare, quindi, i programmi sicuri che tengano il pc veloce, evitando di intasare il computer con programmi troppo grossi e con programmi virus da non installare mai.

3) Tenere il PC in sicurezza e privo di virus o software dannosi
La prima causa di lentezza di un computer è legata alla presenza di malware o virus.
Fermo restando che bisogna avere un antivirus installato (che in Windows 10 e 8.1 è già presente senza scaricare nient'altro), bisogna anche usare un programma di scansione per essere certi che non ci siano software dannosi che vanno ad occupare la memoria e che creano instabilità.
Consiglio quindi MalwareBytes Antimalware, gratuito e tra i migliori e più efficaci.

4) Utilizzare il task manager ed il monitoraggio delle risorse
Windows, ed in Windows 10 ancora meglio, permette di controllare i processi attivi dal Task Manager per controllare quelli che occupano più memoria, più CPU e più disco.
Inoltre, alla scheda delle Prestazioni, si può vedere l'uso di risorse del PC in tempo reale e cliccare sullo strumento di Monitoraggio risorse per avere tutti i dettagli sui cali di performance.
In linea generale, se un processo dovesse usare troppa CPU, può darsi ci sia un problema hardware oppure di sicurezza e conviene cercare il suo nome su Google per avere più dettagli.
Se la CPU è usata da molti programmi, ci sono soluzioni per forzare Windows a consumare meno CPU per ogni processo.
Per quanto riguarda l'uso eccessivo di RAM, le soluzioni sono due: disinstallare i programmi pesanti come visto al punto 2 oppure aggiungere RAM al computer se possibile.
In un altro articolo, invece, abbiamo visto cosa fare quando Windows usa il disco al 100%.

5) Ottimizzare lo spegnimento del computer
Se il PC ci mette molto a spegnersi ci sono dei problemi che è possibile risolvere seguendo la guida per velocizzare l'arresto del PC Windows al massimo

6) Attivare l'avvio veloce di Windows 10 e 8.1
In Windows 10 e 8.1 Microsoft utilizza una modalità di avvio del computer che dovrebbe accelerare di molto l'accensione del computer ed il caricamento del sistema.
Anche se dovrebbe essere attivo di default, conviene verificare le opzioni di avvio veloce in Windows 10 e Windows 8.1.

7) Attivare la modalità Sospensione
In Windows 7 ed anche in Windows 10 e 8 è conveniente usare la modalità di sospensione per fare in modo che l'accensione del computer impieghi non più di 10 secondi.
Questa modalità salva lo stato del computer per ricaricarlo com'è stato lasciato ed è utilissima se si prevede di riaccendere il PC durante la giornata.
Si può attivare la modalità di sospensione ed aggiungerla alle opzioni di spegnimento andando in Pannello di controllo > Hardware e suoni > Opzioni risparmio energia > specifica comportamento pulsanti di alimentazione.
Dalla finestra che si apre, cliccare su Modifica impostazioni attualmente non disponibili ed attivare la casella accanto a Sospensione o anche quella di ibernazione.

8) Disattivare l'indicizzazione dei file per la ricerca
La ricerca di file in Windows richiede che il sistema tenga attivo un servizio di indicizzazione che può rallentare le prestazioni.
Se si ha un PC debole o vecchio, conviene disattivarla ed usare, in caso, programmi diversi per la ricerca di file.
Per disattivare l'indicizzazione di file, aprire il menu Start, cercare ed aprire Gestione Computer, andare su Servizi, cercare quello chiamato Windows Search, farci sopra un doppio click, premere su Interrompi e poi mettere il tipo di avvio su Manuale o Disattivato.

9) Ridurre il carico del browser web
Se si utilizzano Chrome o Firefox, stare attenti alle estensioni installate perchè se sono troppe, il browser può diventare molto lento ed occupare troppa memoria.
In ogni browser, si possono trovare le estensioni installate dal menu principale (in Chrome: Menu > Altri strumenti).

10) Pulire il disco
Nel corso del tempo, il computer viene riempito con molti dati inutili o superflui che occupano spazio, creano instabilità e rallentano nel complesso le operazioni di lettura / scrittura.
Oltre al programma scaricare Ccleaner, che consiglio a tutti, Windows ha anche uno strumento di Pulitura disco.
Per usare Pulitura disco, andare su Start e cercare Pulizia disco dalla barra di ricerca.
Selezionare il disco da pulire e seguire la procedura guidata anche senza fare modifiche.

11) Correggere errori disco
Questa operazione, da fare almeno ogni 2 o 3 mesi, è spiegata nella guida su come controllare errori disco con Chkdsk (Scan Disk) in Windows 7, 8 e 10.

12) Attivare il ripristino di sistema
Il ripristino di configurazione di sistema è il primo strumento da usare quando ci sono dei problemi improvvisi, per riparare Windows.
Ricordarsi quindi di attivare i punti di ripristino in Windows 10, visto che non sono attivi di default.

13) Ottimizzare la memoria virtuale (file di paging)
Sui computer con poca RAM, Windows va ad utilizzare una parte del disco come riserva di memoria, rallentando parecchio ogni operazione.
Il consiglio generale è quello di comprare altra RAM per migliorare la parte più importante del computer, ma se non fosse possibile, bisogna ottimizzare il file di paging come spiegato in un'altra guida.

14) Utilizzare gli strumenti di risoluzione dei problemi
Microsoft include in Windows 10, 7 e 8 degli strumenti di risoluzione problemi di Windows che bisogna davvero ricordarsi di usare quando ci sono errori di sistema legati ad esempio alla rete, alla stampante, allo schermo, l'audio, collegamenti hardware o altre cose.

15) Personalizzare le opzioni delle cartelle
Le opzioni cartella permettono di ottimizzare il caricamento delle immagini, dei video o delle cartelle piene di file, che possono metterci molto tempo per aprirsi.
Le opzioni cartella si trovano nel Pannello di Controllo (in Windows 10 sono le Opzioni Esplora file).
Nella scheda visualizzazione, deselezionare le seguenti opzioni in Impostazioni avanzate :
- Mostra descrizione rapida
- Mostra gestori delle anteprime
- Nascondi unità vuote
- Visualizza informazioni della dimensione dei file.
- Nascondi le estensioni dei file (attenzione poi a quando si rinominano i file, a non cancellare le estensioni, ossia le tre lettere dopo il punto).
In altri articoli abbiamo visto i trucchi Windows per "esplora risorse" e cartelle lente e le opzioni cartelle in Windows 10.

16) Disattivare OneDrive e la sincronizzazione
In Windows 10 e 8.1, Onedrive sincronizza le password, le impostazioni del browser, ed alcune preferenze di sistema, ma è per ora una funzione quasi inutile che è meglio disattivare.
Rimando quindi alla guida su come disattivare Onedrive in Windows 10 e 8.1
Inoltre, in Impostazioni > Account, andare sulle opzioni di Sincronizzazione e disattivare tutto.

17) Disattivare Effetti e animazioni
Un altro motivo per cui un vecchio PC può essere lento è che ci sono troppi effetti speciali e animazioni.
Vale quindi la pena disattivare gli effetti animati in Windows per guadagnare velocità.

18) Aggiornare Windows sempre
Gli aggiornamenti di Windows servono a coprire bug di sicurezza e problemi tecnici di instabilità, quindi vanno sempre installati automaticamente tramite Windows Update.
Nel caso di problemi, vedi come risolvere errori Windows Update se il sistema non si aggiorna.

19) Ottimizzare le opzioni del menu contestuale tasto destro
Quando si clicca col tasto destro su un file o una cartella, si apre un menu di opzioni e operazioni che può anche diventare molto lungo a seconda dei programmi installati.
Se troppo lungo, questo menù può diventare lento.
In un'altra guida, abbiamo visto come disabilitare le voci inutili dei menu contestuali del tasto destro del mouse.

20) Attivare i backup di Windows
Ci sono alcuni strumenti automatici di backup in un PC Windows, che bisogna per forza attivare in modo che in caso di problemi non si perda nulla.
L'argomento è vasto, ma si può iniziare da questa guida per sapere come fare il backup di Windows 10 automaticamente.

21) Sapere che si può ripristinare il PC
Il modo migliore di ripulire un PC pieno di problemi è quello di farne un reset.
Ci sono modi facili per riparare Windows 10 senza formattare e, come visto, si può anche fare il reset del PC e per ripristinare o reinstallare Windows senza perdere dati e impostazioni personali.

22) Usare programmi esterni automatici
In un altro articolo sono elencati e descritti i migliori programmi gratuiti per ottimizzare il PC Windows.

In altri articoli:
- Come velocizzare Windows
- Come velocizzare Windows 10

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)