Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Ripristinare Task Manager, Registro, cmd ed altre funzioni Windows dopo un attacco virus o malware

Ultimo aggiornamento:
ripristinare task manager dopo un virusTutti, se usiamo Windows, prima o poi ci troviamo a fronteggiare gli effetti devastanti di un virus.
Ogni tanto la cosa si risolve con una scansione dell'antivirus ma ci sono volte in cui, nonostante un virus venga rimosso, ne rimangono gli effetti con malfunzionamenti del sistema che non sono affatto facili da riparare.
L'attacco di un virus può lasciare numerosi problemi sul computer, anche quando esso è stato messo in quarantena.
Ad esempio, molto frequente è l'errore che avvisa l'utente che il Task Manager è stato disabilitato dall'amministratore.
Altri problemi impediscono di aprire l'editor del Registro di sistema, il Prompt dei comandi, le opzioni delle cartelle e non si riescono ad usare diverse altre funzioni sul computer.

Come abbiamo visto, rimuovere un malware o un virus dal computer può essere fatto con programmi automatici come Super Antimalware e Malware Bytes ma il ripristino delle funzionalità di Windows va fatto in un altro modo.

Il problema è che il virus vuole impedire che sia trovato e spento dall'utente quindi diventa impossibile utilizzare sia la scansione dell'antivirus normale, sia il task manager (La gestione attività) per terminare i processi, sia il Registro per cancellare le chiavi create dal malware.

Una volta che ci si è liberati del virus, per ripristinare il task manager, se esso non funziona nemmeno premendo CTRL + ALT + CANC, si possono seguire diverse strade.
Nelle versioni Windows Professional, Ultimate e Server (sia su XP che Vista e WIndows 7) è possibile riabilitare la gestione attività dall'utility gpedit, non disponibile nelle versioni Home.
Andando allora in Start -> Esegui opppure, se questo non funziona, usando la ricerca, si deve avviare il file gpedit.msc.
Dalla finestra che si apre, seguire questo percorso: Configurazione utente -> Modelli amministrativi- > Sistema -> Opzioni Ctrl + Alt + Canc.
Ora, nella sezione a destra, cliccare su Rimuovi Gestione Attività, selezionare "non configurata" e poi premere OK.

La seconda strada per riabilitare il task manager è l'uso di un programma esterno.
Prima di tutto, consiglio di usare i tool di rimozione di virus e ripristino delle funzioni di Windows indicati nella guida contro lo SMART virus.
Di un programma, Re-Enable ho già parlato nell'articolo su come rimuovere gli effetti di un virus.

Un altro ottimo programma è Quick Disaster Recovery, un tool portatile che non necessita di installazione ed è gratuito.
Questo strumento è stato creato per riparare quei problemi che di solito sono lasciati, come fastidiosi ricordi, da infezioni virus e malware.
E 'possibile risolvere del tutto alcuni problemi comuni, e può anche essere usato come sotitutivo del Task Manager nel caso quest'ultimo fosse fuori uso.

Avviando questo programma si vedranno le opzioni in grigio perchè non sono stati rilevati problemi (questo è un bene cosi si evita di fare errori).
In questo caso si può soltanto fare pulizia dei file temporanei e lanciare il Task Manager sostitutivo.
Nel caso però ci fosse bisogno è possibile riabilitare, con un click, il task manager, il Registro di sistema (regedit), il prompt dos (cmd), La ricerca di file, la funzione "Esegui Programma", le opzioni delle cartelle ed il mostra file nascosti.
Inoltre è anche possibile correggere il problema del riavvio automatico continuo.

Altri programmi portatili per riparare Windows sono descritti in un altro post.

Dopo aver ripristinato le funzioni di Windows, può essere necesario ripulire le chiavi di registro dagli errori, con uno strumento le rimetta apposto e le ottimizzi.
In questo caso consiglio l'uso di Registry Life.
Questo programma gratis per Windows, non solo funziona da cleaner come fa Ccleaner ma consente anche di fare una ottimizzazione automatica e una correzione degli errori interni.

altro programma per riparare le chiavi di registro è Free Registry Repair che papare però un po' datato.

DAgli stessi creatori di ERUNT, uno dei programmi per il registro di sistema avanzato, backup e defrag, si può scaricare anche NtRegOpt che invece serve a ottimizzare automaticamente il registro e a trovare gli errori risolvendoli.

Teoricamente adesso dovrebbe rimanere tutto apposto ma, nel caso ci fossero ancora cose strane al riavvio del computer, bisogna agire manualmente individuandolo nei percorsi di avvio automatico con Hijackthis oppure usando un programma che trova i virus nascosti e risolve i problemi di avivo del computer.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)