Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Windows Live Mesh 2011: sincronizzare file e connessioni in desktop remoto

Ultimo aggiornamento:
Windows Live Mesh 2011 Aggiornato il 7.5.12 Windows Live Mesh non esiste più ed è stato sostituito

C'è stata un po' di confusione in casa Microsoft, in questi ultimi mesi, per decidere quale sarebbe stato il programma scelto per consentire agli utenti di sincronizzare file tra più computer e su internet, in modo che essi rimangano sempre gli stessi e siano raggiungibili da ovunque.
Con l'uscita del programma SkyDrive, si è fatta finalmente chiarezza.

Riepilogando: prima era uscito Windows Live Mesh che funzionava su tutti i computer Windows.
Windows Live Mesh era una sorta di desktop remoto con spazio online dove archiviare i file.
Alla fine, Live Mesh e Live Sync sono confluiti in un unico programma chiamato Windows Live Mesh 2011 che, dal 2012 è stato di fatto fuso con il programma Skydrive, oggi Onedrive.

Microsoft Live Mesh 2011 consente di utilizzare "in cloud", uno spazio online per archiviare e condividere i file tra PC e Mac.
Live Mesh non si può più scaricare da solo, esso è incluso nella suite Windows Live Essentials 2011 versione finale.
Se si vuol installare solo Live Mesh, si può scegliere quel componente dalla suite Essentials, escludendo tutto il resto.
Bisogna installare Live Mesh su tutti i computer che si vuol far comunicare, di cui si vogliono sincronizzare automaticamente i file e, eventualmente, sui quali ci si vuole connettere in desktop remoto.

Windows Live Mesh, una volta installato, può essere avviato dal menu Start di Windows 7 o Vista.
Al primo lancio dell'applicazione viene richiesto di accedere con il proprio account Windows Live ID che è sempre lo stesso utilizzato per Messenger o per Hotmail.
Con Windows Live Mesh 2011 si possono fare due cose:

1) Sincronizzazione di file e cartelle tra computer, sia Windows che Mac.
Quando si apre l'applicazione dal desktop del computer, si può premere sul link "Sincronizza cartella", e scegliere quale cartella si vuole sia copiata anche su un altro computer oppure su Skydrive.
Dopo aver selezionato la cartella, viene chiesto anche dove deve essere copiata e tenuta sincronizzata (ossia sempre identica e aggiornata, qualsiasi modifica si faccia): se Windows Live Mesh è stato installato anche su altri computer, essi appariranno nella lista, altrimenti appare solo la possibilità di usare Skydrive con uno spazio limitato a 5 GB.
Dopo aver scelto l'altro pc, parte la sincronizzazione e, dopo che il processo è completato, i file all'interno della cartella saranno visualizzabili e disponibili sui due computer.

Live Mesh rimane sempre in background e controlla le cartelle scelte per la sincronizzazione quindi, se si aggiungono file, si eliminano o si modificano, entrambi i computer verranno aggiornate allo stesso modo.

Se, invece di scegliere un altro computer, si preferisce creare una copia di quella cartella su uno spazio internet, si può scegliere SkyDrive.
Skydrive è il migliori sito dove caricare file online, gratuito e raggiungibile via browser web da qualsiasi pc.
Skydrive offre uno spazio di 25 GB totali ma per Windows Live Mesh 2011 sono disponibili 5 GB, almeno per ora.
Aperto Live Mesh e selezionata una cartella, si può caricare la stessa in Skydrive sempre con la sincronizzazione, che permetterà di avere, anche online la copia più aggiornata dei file.

Ora è possibile accedere ai file e scaricarli, o aprirli direttamente sul proprio pc.
Purtroppo, non ho capito perchè, i file caricati in Skydrive attraverso Live Mesh non si riescono ad aprire tramite i programmi Office Web App.

Chiaro che si può anche scegliere di sincronizzare i file su altri computer e su SkyDrive contemporaneamente cosi da avere più copie di una medesima cartella, sempre aggiornata con gli stessi file, qualsiasi sia il luogo da cui essi vengono modificati.

Dal programma Windows Live Mesh si può cliccare sul link Windows Live Dispositivi che, altro non è, che l'interfaccia web di Windows Live Mesh, dove è possibile visualizzare tutte le cartelle sincronizzate ed i computer connessi.

2) Collegarsi in remoto a un altro computer
La principale funzionalità di Windows Live Mesh beta era il desktop remoto ossia la possibilità di connettersi ad una altro computer e controllarlo come se ci si stesse davanti.
Con il desktop remoto è possibile lavorare da casa sul computer dell'ufficio, eseguire programmi, aprire finestre e file.
Per utilizzare questo servizio si deve cliccare sulla scheda "Remoto" e consentire le connessioni remote al computer utilizzato.
Su tutti i computer a cui viene abilitato la connessione remota, si può accedere e lavorare a distanza, come come se ci si fosse seduti davanti, guidando il mouse e premendo tasti sulla tastiera.
Quando si lavora in desktop remoto, appare una barra in alto che permette, ad esempio, di inviare comandi come CTRL-ALT-Canc (che altrimenti agirebbero sul computer usato e non su quello remoto).
Purtroppo, se un'altra persona stava usando il pc connesso in remoto, esso sara bloccato.
Non è quindi possibile utilizzare lo stesso computer sia in locale che in remoto contemporaneamente.
Per abbandonare la connessione remota, si può premere il tasto di disconnessione.
Altri programmi per la connessione a distanza ed il controllo remoto di computer, sono elencati in un'altra pagina.

Tra le altre funzioni minori è possibile anche sincronizzare i preferiti di Internet Explorer e le impostazioni di Office in modo che siano identiche su tutti i computer.

Se devo essere sincero, la confusione nella testa dei progettisti di Microsoft con i vari Live Sync e Live Mesh è del tutto evidente in questo Windows Live Mesh 2011.
Anche se ogni funzionalità è piuttosto semplice da attivare, ci sono delle ridondanze che lasciano un po' a desiderare e, per come la vedo io, se l'obiettivo di un utente fosse soltanto quello di operare la sincronizzazione tra cartelle, forse farebbe meglio ad utilizzare il più facile e flessibile DropBox che, tra l'altro, funziona anche su Windows XP.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
Un Commento
  • mario caccioppoli
    6/11/14

    Non è comprensibile,non intuisco richiesta commento e quali indicazioni esporre.- Sono una persona anziana,90 anni,per cui non è possibile dare risposte.-