Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Password sicure con Keepass per gestire le login agli account su internet

Ultimo aggiornamento:
password sicure accountSu internet ci sono tanti siti web, servizi online e forum che vengono messi tra i preferiti cosi da potervi accedere velocemente, senza doversi ricordare gli indirizzi.
Nello stesso tempo, molti di questi siti richiedono la registrazione con nome utente e password.
Bisogna allora distinguere tra quei siti non importanti, per i quali si può usare sempre la stessa facile combinazione di login e password e quelli invece che contengono dati personali di ogni tipo e vanno protetti adeguatamente.

Recentemente in un articolo su una rivista trovai scritto che tante persone usano come password la data di nascita, il nome della ragazza oppure parole come "password" oppure "ciao" o "ciccio".
Bene, questo tipo di password può essere scoperto tramite semplici programmi di scansione (detti bruteforce) in neanche un'ora.
Per mettere in sicurezza un account di siti come Facebook, della posta elettronica e dei conti bancari online, bisogna allora impostare password, diverse per ogni account (mai la stessa), di almeno 12 caratteri, composte da numeri, lettere maiuscole e minuscole e simboli che saranno impossibili da trovare per qualsiasi programma, anche il più avanzato.
Il problema allora è: "se metto tutte password diverse fatte cosi, non le ricorderò nemmeno io!".

In una situazione ideale, il prudente utente web che non vuole rischiare assolutamente nulla, non scriverà tali password in un file di testo o in un foglio di carta cosi da leggerle quando servono, le terrà invece memorizzate in un programma protetto.
Badare bene che non è questa una paranoia da tipo ansioso ma una reale precauzione ceh andrebbe adottata sempre.

Il miglior programma gratuito e opensource, che memorizza e gestisce le password del computer e dei siti internet, è KeePass che si può usare su Windows, su Linux, su Mac, su iPhone, su Blackberry e sui cellulari.
Inoltre di Keepass esiste la versione portable, che quindi, non richiede installazione e può essere copiato in una penna usb per essere portato in giro.

L'installazione del programma (se si sceglie la verisone con installer, è facile su Windows come da manuale.
Scaricare poi la lingua italiana da qui, estrarre l'archivi, e copiare il file Italian.lngx nella cartella dove sta Keepass che, se è stato installato, si trova in C/Programmi.
Per impostare la lingua italaina nel programma si deve poi aprire Keepass, andare su View -> Change Language.

Quando vien aperto Keepass la prima volta, si deve creare un nuovo database di password dal menu File -> Nuovo.
Salvare il file del database dove si preferisce e poi impostare una password che dovrà essere sicura come indicato dalla barra di qualità.
Nel caso si volesse conferma che la password sia sicura e introvabile, si può andare sul sito Passwordmeter e fare una verifica.
Questa password sarà quella generale per accedere a tutte le altre quindi non dovrà mai essere dimenticata.

Si può ora cominciare a memorizzare le credenziali per i vari servizi usati via internet.
All'interno Keepass c'è una struttura di cartelle cosi si possono organizzare i dati a seconda della tipologia.
Ad esempio, per memorizzare la password della posta elettronica Yahoo mail, si può andare su "Email", cliccare col tasto destro sullo spazio bianco e premere su "Aggiungi voce ...".
Adesso si potrà scrivere la login del nome utente e la password dell'account di posta.

Si può notare che il campo password viene riempito automaticamente cosi, se si sta registrando un nuovo account si potrà cliccare sui tre puntini per vedere quale password usare senza dover pensare ad inventarla.

L'ultimo campo da compilare è la URL ossia la pagina internet che si apre generalmente per inserire login e password.
Indicare la URL è utile se si vuol usare la funzione dell'auto-digitazione.
Dopo aver salvato una voce infatti, ci si può cliccare col tasto destro, andare su URL e cliccare quella di login.
Sempre da Keepass, ripremere col tasto destro sulla voce e cliccare su auto-digitazione per vedere poi che i campi nome utente e password vengono riempiti da soli.

Dopo aver memorizzato alcuni account, si può pensare di usare Keepass come programma portable da mettere nella penna USB cosi da avere sempre le password dietro (facendo una copia anche del file database).
Se comunque si perdesse la chiavetta USB con dentro Keepass, se è stata impostata una password sicura, non ci sarà modo di scovarla nemmeno in 100 anni.

L'unico problema della penna USB è che, se si smarrisce o si rompe, si perdono anche le password in memoria; sarebbe bene averne una copia di backup sul proprio computer.

Se si preferisce, si può usare una soluzione online come LastPass (vedi come memorizzare online le password di accesso ai siti web) o estensioni per Firefox come XMarks.
In alternativa, si può anche usare Keepass online copiando il file del database (quello che contiene tutte le credenziali di accesso) sul servizio Dropbox cosi da renderlo sempre disponibile su internet, qualsiasi computer e sistema si utilizzi.

Nota finale: La versione KeepassX per Linux e Mac Osx, attualmente, è la 1.x che non è compatibile con i file kdbx della versione 2.x di Windows.
Se quindi si prevede di usare Keepass con DropBox o su penna USB, con Linux a casa e Windows a lavoro, bisogna usare Keepass Classic che è supportato da entrambi i sistemi operativi.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)