Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

10 trucchi inutili e cose da non fare per velocizzare il pc Windows

Ultimo aggiornamento:
Ne stavamo parlando qualche settimana fa con uno scambio di commenti relativi all'articolo sui migliori programmi per ottimizzare il pc.
In particolare ci si chiedeva se tutti questi registry cleaner, ottimizzatori e tweaks servizzero effettivamente a qualcosa.
Come più volte detto, la prevenzione viene prima di tutto quindi, se Windows viene installato in maniera pulita su un pc, senza tutti quei software inutili e pesanti, senza far avviare troppi servizi in background e limitando i programmi che si avviano al boot, in teoria, non c'è bisogno d'altro.
Gli utenti meno esperti che invece installano tutto senza badare troppo a cosa viene messo e che non fanno grossa attenzione a cio che si carica in background, allora conviene che si affidino a tool di ottimizzazione automatica che, bene o male, eliminano quello che non serve e fanno rimanere il pc snello.

In questo articolo, dedicato ai più esperti, coloro che si definiscono geek, agli smanettoni e coloro che, come me, si divertono a cercare, su Google, sui blog e sui forum, trucchi per velocizzare Windows, ho raccolto 10 falsi miti o leggende metropolitane, 10 cose da non fare perchè inutili, obsoleti o, addirittura, dannosi.
Sia che si abbia Windows 98, Windows Xp, Vista o Windows 7, non date retta a chi vi parla dei seguenti falsi trucchi per velocizzare il pc (l'articolo è molto tecnico)

LEGGI ANCHE: 8 consigli su Windows da non seguire che non migliorano il PC

1) Uno dei trucchi più "geek" per velocizzare il caricamento dei programmi su Windows è relativo allo scaricamento delle DLL.
Quando un'applicazione si chiude, le DLL che stava usando rimangono in memoria per un po', cosi da non doverle ricaricare nel caso in cui il programma fosse riavviato subito dopo.
Avviene cosi che, dopo aver usato il pc per un po' di tempo, esso cominci a consumare molta memoria RAM.
Il falso trucco allora è di navigare sulle chiavi di registro al percorso HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer , aggiungere un DWORD denominato AlwaysUnloadDLL e impostarlo a 1 cosi si forza Windows a rimuovere le DLL subito, liberando risorse preziose.
Il problema è che cosi si disattiva la cache di sistema e le DLL devono ricaricarsi ogni volta provocando l'effetto contrario: ogni programma carica più lentamente.
AlwaysUnloadDLL non vale per tutte le DLL e comunque funziona solo su sistemi operativi precedenti a Windows 2000.

2) Avvio di Windows Vista più veloce
Vista può richiedere molto tempo per caricare, quindi molte persone hanno cercato un modo per migliorare la situazione.
Il falso mito è che Vista, nei computer "multicore", usa un solo processore durante il processo di boot quindi, il trucco presunto è che, lanciando msconfig.exe, alla scheda di avvio, nelle opzioni avanzate, si fissa un numero di processori più alto possibile.
Ma, purtroppo, non è così che si velocizza Vista.
MSCONFIG, come spiegato in un altro post, serve solo alla risoluzione di problemi su Windows, e quel valore serve ad escludere eventuali processori danneggiati e risolvere il problema.
Questo trucco quindi non cambia nulla, se è applicato o meno, il PC si avvierà sempre allo stesso modo.

3) Andando sulle opzioni della cartella, in "visualizzazione" c'è una opzione che dice "Esegui le finestre delle cartelle in un processo separato".
Secondo alcuni questo permetterebbe di velocizzare il caricamento delle cartelle e prevenire errori di Esplora Risorse: Falso.
I benefici si possono avere solo se si possiede un pc con più di 4 GB di Ram, altimenti avrà l'effetto opposto.

4) XP e QoS
Molto tempo fa è stato affermato che Windows XP abbia sempre riservato il 20% della larghezza di banda internet per la sua QoS (Quality of Service).
Lanciando il comando gpedit.msc su Windows Xp professional è possibile disattivare questo QoS e aumentare la velocità di download da internet.
Microsoft ha però sottolineato (vedi articolo) che "Il cento per cento della larghezza di banda della rete è disponibile per essere condivisa da tutti i programmi a meno di cambi nelle priorità".
Questa "banda riservata" a QoS viene consumata solo se non ci sono altri programmi ad utilizzarla quindi, se si scarica da Emule o si fanno videochiamate, il sistema capisce che QoS non deve essere utilizzato.

5) Cache di livello 2
Su alcuni PC, ho letto, Windows non riconosce i sistemi provvisti di cache di livello 2 (utilizzato per migliorare le prestazioni del sistema).
Il trucco allora è andare sul registro di sistema, al percorso HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\Session Manager\Memory Management e creare un valore DWORD denominato SecondLevelDataCache e impostare il valore appropriato per la CPU in uso.
Anche qui Microsoft ha sfatato questo falso mito dicendo che questo è un trucco inutile per i processori dal Pentium 2 in su.

6) Cancellare la cartella di Prefetch
Questo è un trucco più popolare anche perchè la funzione di svuotare il Prefetch sta anche in programmi famosi e validi come Ccleaner.
La cartella C:/Windows/Prefetch contiene file temporanei che servono a Windows per memorizzare cose come la posizione e la dimensione delle finestre.
Alcune guide per velocizzare il pc, dicono che, se il Prefetch diventa troppo grande, vengono memorizzate informazioni obsolete e inutili che, ogni tanto, vanno eliminate.
Questo trucco, è invece controproducente, il prefetch è utile, non aumenta di dimensione mai più di tanto e non va mai svuotato, altrimenti Windows lo deve ricreare da zero e spreca risorse e tempo.

7) USB polling
Alcune guide di tweaking, per la verità di tanti anni fa, si lamentano che il sistema controlli l'esistenza di una periferica USB ogni millisecondo e sprechi cosi energia e CPU, rallentando le prestazioni.
Il trucco allora è andare sulla chiave di registro, (solo su Windows XP) HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\Control\Class\{36FC9E60-C465-11CF-8056-444553540000}\0000 e creare un valore DWORD denominato IdleEnable, impostato a 1.
Windows aumenta quindi l'intervallo di polling di 5 ms e tutto andrà bene.
Questo trucco funzionava per versioni precedenti di Windows ma non su Windows xp e successivi.

8) TCP offloading
Non so bene a cosa serva ma su alcuni siti è descritto che si possono aumentare le prestazioni del computer se si va sulla chiave di registro HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\Tcpip\Parameters e creare un nuovo vlaore Dword, nominarlo DisableTaskOffload, con valore 0.
Questo valore, di default, anche se non si vede, è gia impostato a 0.

9) ConservativeSwapfileUsage = 1
Windows a volte usa il file di paging, prima ancora di averne bisogno cosi, invece di usare la ram libera, usa l'hard disk e i caricamenti rallentano molto.
Questo del file di paging, come visto in un altro articolo, è vero però il trucco per risolvere il problema è falso e non funziona.
La leggenda dice di aprire come file di testo il file System.ini (in C:Windows) ed aggiungere la riga ConservativeSwapfileUsage = 1 sotto la sezione [386Enh].
Anche per questo, Microsoft spiega che l'attivazione di questa impostazione non migliora la velocità.

10) LargeSystemCache
Una raccomandazione popolare per velocizzare Windows è che si dovrebbe aumentare la memoria RAM da dedicare alla cache del file system.
Sempre da REGEDIT, al percorso HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\Session Manager\Memory Management, creare un valore DWORD denominato LargeSystemCache (se non esiste già) e impostarlo a 0.
Questo punto è interessante; su Windows 7 questa chiave esiste gia ed è impostata a 0.
Se diamo retta al documento Microsoft, su Windows XP questo trucco è controproducente per Windows XP quindi, facendo una traslazione, dovrei impostarlo a 1 su Windows 7.
Praticamente questa impostazione è utile se il computer funziona da server, altrimenti, per un normale pc di casa, non è assolutamente conveniente.

11) IRQ8Priority
Una richiesta di interrupt (IRQ) è un segnale utilizzato dai dispositivi per catturare l'attenzione della CPU. Un tweak comune dice di migliorare le prestazioni dei PC modificando la priorità di alcuni di questi IRQ.
Da REGEDIT, andare al percorso HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\PriorityControl, creare un nuovo valore DWORD chiamandolo IRQ8Priority e impostarlo a 1.
Non c'è alcuna documentazione Microsoft a tal proposito ma secondo fonti autorevoli, non c'è alcun miglioramento.

Mi scuso per l'alto tasso tecnico di questo articolo che per molti risulterà incomprensibile, ci tenevo però a raccogliere un po' di leggende quindi, se ne conoscete altre, fate sapere!

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)